Recensione Nokia Lumia 1520

Un phablet di qualità per Nokia pronta ad affrontare concorrenti ben più ferrati in materia

recensione Nokia Lumia 1520
Articolo a cura di

Il Galaxy Note di Samsung è stato il primo ibrido smartphone/tablet di successo, un prodotto che ha creato di fatto una nuova categoria, i così detti phablet, e che ha riscosso subito un inaspettato successo. Sony, HTC ed LG non potevano certo restare a guardare ed hanno deciso di gettarsi in questo settore con i loro giganti (Z1, One Max e G Pro). Nokia e Microsoft sono volute entrare in questo ricco ma ancora non affollatissimo segmento di mercato con un phablet dotato diWindows Phone ed hanno realizzato il Lumia 1520. Con uno schermo da ben 6 pollici, impreziosito dalla risoluzione di 1080p, questo nuovo Lumia è anche il primo dispositivo della casa finlandese ad montare un potente processore quadcore Snapdragon 800 nella versione a 2,2 Ghz.

Design, tipicamente Lumia

Il Lumia 1520 esteticamente assomiglia molto agli ultimi Nokia. Nella sostanza ci troviamo di fronte ad un Lumia 720 con lo schermo più grande, ma dallo spessore in proporzione più sottile. Il peso, in linea con gli altri telefoni Nokia, è superiore al diretto concorrente di categoria, il Galaxy Note 3, ben 209 grammi contro i 168 grammi del terminale Koreano. Un difetto che i Lumia si portano dietro sin dal primo modello, e dovuto probabilmente alla scocca in policarbonato, piuttosto spessa per garantire una certa solidità, rispetto alle normali plastiche utilizzate da altri produttori. O all'alluminio utilizzato da Apple.
Come dicevamo la scocca in policarbonato rende il terminale solido e molto confortevole da impugnare, con l'unico difetto di un grip non ottimale. Disponibili in varie colorazioni (giallo,rosso,nero e bianco) va sottolineato come le versioni satinate (il bianco ad esempio) siano se non le più appariscenti, le più pratiche, poiché trattengono meno lo sporco e la polvere.
Date le dimensioni ragguardevoli (162,8x85.4x8,7 mm) il terminale è assolutamente impossibile da utilizzare con una mano sola, un non-problema, se vogliamo, visto che gli eventuali acquirenti saranno certamente consapevoli di questa caratteristica per un modello del genere. Alle dimensioni più generose si contrappongono quelle minuscole della nano SIM, richiesta per l'utilizzo telefonico, alloggiata sul fianco del telefono accanto all'ingresso della memoria di espansione microsd, molto utile per immagazzinare quanti più dati possibili, tra i quali molto probabilmente foto e video in alta definizione.
Sul retro si ritrovano la nuova fotocamera da 20 megapixel con tecnologia PureView ed ottica Carl Zeiss, un altoparlante esterno, i contatti per una dock o una base di ricarica.


Hardware

Lo schermo da 6 pollici (1920x1080) è un IPS LCD molto luminoso e definito (368 dpi). I colori sembrano vivi grazie ad una buona saturazione ed un'ottima profondità dei neri che faranno confondere i meno esperti con le qualità di un classico amoled.
Le caratteristiche tinte unite dell'interfaccia Windows Phone prendono quasi vita e si stagliano sulla tavolozza nera. Tra le migliorie di questo pannello c'è la tecnologia ClearBlack che fornisce un'ottima visibilità sotto la luce solare. Inoltre lo schermo è in grado di riconoscere il tocco anche indossando i guanti. In buona sostanza questo smartphone ha uno dei migliori schermi presenti sul mercato, caratteristica subito evidente con foto e video, assolutamente spettacolari da vedere.
Effettuare chiamate con il Lumia 1520 non è il massimo del comfort. La qualità dell'audio è buona così come la ricezione ma la sensazione di ingombro che si ha quando si è con il telefono all'orecchio è simile a quella provata con qualunque altro phablet. Meglio quindi utilizzarlo con le cuffie in dotazione o auricolari bluetooth.
Lo Snapdragon 800 con i sui 2,2 Ghz, unito ai 2 GB di RAM rendono il telefono velocissimo. Le app comuni si avviano all'istante, l'unico rallentamento è dovuto alle continue e spesso eccessive animazioni di Windows Phone. La vera potenza si mostra all'utente quando si gioca. Asphalt 8 e Halo: Spartan Assault sono fantastici. L'integrazione della piattaforma Xbox potrebbe assicurare una buona varietà di titoli ma al momento non viene sfruttata a dovere.
I phablet in genere hanno delle grandi batterie ed il 1520 non costituisce un'eccezione con i suoi 3400 mAh. Forse la più grande sul mercato che necessita di un tempo di ricarica elevato. Ad incidere in modo drastico sulla durata è il display, grande e luminoso. Si resterà delusi perché con un uso moderato si arriva ad un giorno di utilizzo, poco per gli standard a cui punta Nokia. Il modello internazionale (quello commercializzato in Italia) permette di ricaricare la batteria anche appoggiando il telefono ad una base senza il collegamento fisico di fili. Se i 32 GB di spazio d'archiviazione non bastassero si può usufruire di uno slot per microSD, che supporta schede fino a 64 GB.

Photobeamer

Tre le applicazioni fotografiche più curiose, c'è da sottolineare PhotoBeamer. PhotoBeamer è un modo semplice e innovativo per visualizzare le foto su qualsiasi schermo. "Basta" puntare il Lumia verso qualsiasi schermo su cui sia visualizzato il sito www.photobeamer.com e si potranno guardare le foto sullo schermo in cui gira il browser. Non è richiesta alcuna configurazione e la registrazione. Solo una connessione ad internet (rete 3G/ 4G e il Wi-Fi)

Fotocamera

La fotocamera è molto simile alla PureView presente sul Lumia 1020. La risoluzione e le dimensioni del sensore sono ridotti (20 megapixel e 1/2.5 pollici) così come l'apertura delle lenti (f/2.4), il flash è costituito da un doppio LED. Il modulo fotografico è piccolo e sottile ma non ha la qualità del Lumia 1020, soprattutto in condizioni di bassa luminosità. Permangono gli annosi problemi di velocità: possono passare anche 2 secondi tra la pressione del bottone di scatto e la reale acquisizione della foto, ed addio momento magico. Anche la qualità, sopratutto in basse condizioni di luce, non è così elevata come le caratteristiche hardware del modulo telefonico lascerebbero sperare. Certo la definizione è molto alta, ma alle basse luci, il Nokia 1530 produce foto inferiori a quelle di un iPhone 5s.
Il software fotografico è molto (troppo!) completo ma eccessivamente frammentato. Invece di un unica (o al massimo due) applicazione per gestire lo scatto, la galleria delle foto, la condivisione,gli effetti speciali, il fotoritocco ed i ritagli, Nokia ha popolato i suoi Lumia di troppe singole applicazioni, costringendo l'utente a saltare continuamente da una all'altra, senza essere nemmeno troppo sicuro di quale applicazione usare, almeno le prime volte.
Oltre alla normale applicazione fotografica di windows phone, abbiamo Pro Camera, grazie alla quale è possibile avere un buon controllo degli scatti, accedendo ai controlli "manuali" simili a quanto presente nelle normali fotocamere compatte. Sarà possibile modificare esposizione, sensibilità (100 - 3200), bilanciamento del bianco, velocità dell’otturatore, ed infine la messa a fuoco. Esiste poi Smart Camera per effettuare scatti in sequenza, come il burst mode dell'iPhone 5 e 5s, ovvero una sequenza di foto fatte in rapida successione, tra le quali in seguito scegliere la migliore o le migliori. Panorama per realizzare scatti panoramici;Studio Creativo permette di rimuovere gli occhi rossi e applicare i filtri alla "instagram". Che dire poi di Glam Me l'app per gli amanti delle selfie (autoscatti) impreziosita da alcuni filtri di fotoritocco già visti nelle applicazioni precedenti, ma che è anche in grado di ridimensinare gli occhi o sbiancare i denti; parliamo infine di Effetto Cinema per creare semplici animazioni selezionando un’area dell’immagine. La gran parte di queste funzionalità vengono gestite su Android e iOs da al massimo 2 applicazioni. 3 se vogliamo considerare Effetto cinema.
Se tutto ciò non bastasse, va sottolineato che queste app non risultano nemmeno perfettamente ottimizzate dal punto di vista delle prestazioni, e sopratutto, dell'interfaccia utente, a volte un macchinosa e non proprio adatta ad uno schermo touch screen. Pro Camera in particolare, è rovinata da un interfaccia non ideale e da una ottimizzazione non degna di un terminale con processore quad core. Va detto che si tratta di un problema software che avevamo riscontrato anche con altri modelli quali il Lumia 1020 o il 925. E' tempo che Nokia aggiorni ed ottimizzi questa applicazione per rendere giustizia all'hardware oggettivamente avanzato del modulo fotocamera.

Software non ottizzato per un phablet.

Il Lumia 1530 monta l'ultima versione di Windows Phone 8 ed il pacchetto firmware Lumia Black di Nokia che permette di utilizzare uno schermo da 1080p e i nuovi processori. Tra le novità al sistema operativo ci sono la possibilità di chiudere le app direttamente dal pannello del multitasking e attivare/disattivare la rotazione dello schermo. Sono state introdotte delle nuove funzioni sviluppate appositamente per i phablet, come ad esempio risvegliare il dispositivo con un doppio-tocco sullo schermo. Le notifiche Glance, simili a quelle del Moto X, che compaiono sullo schermo quando il terminale in standby sono una gradevole, ma limitata, aggiunta. Purtroppo il sistema operativo non dispone di un centro notifiche come Android ed iOS, interagire con i vari avvisi sarà alquanto complicato, a tratti davvero frustrante.
Con uno schermo così grande si poteva scegliere di visualizzare l'interfaccia di Windows Phone, con le stesse dimensioni degli altri telefoni così da avere più contenuto in una singola schermata. Invece si è deciso di ingrandire anche le icone, il testo ed in generale ogni elemento grafico. Il risultato, va detto, non è dei migliori. Troppo ampi gli spazi tra le icone, troppo grandi le dimensioni dei font.
Quando si deve utilizzare la tastiera le cose si complicano poiché viene occupata tutta la metà inferiore dello schermo. La digitazione (con due mani) è piacevole, la tastiera ampia e correttamente spaziata, tra le migliori che ci sia capitato di provare, a patto di utilizzare due mani per la digitazione.
L'ottimizzazione per i grandi schermi ha portato all'aggiunta di una terza colonna di Live Tile, nella schermata iniziale ora ci sono più icone. Non ci sono però applicazioni o funzioni del sistema operativo che siano in grado di sfruttare appieno le dimensioni del telefono e trarne vantaggio.
L'azienda finlandese non ha voluto seguire la strada intrapresa da Samsung con il suo Galaxy Note. La scelta di non inserire degli elementi che potessero sfruttare appieno le nuove dimensioni rendono il telefono molto simile agli altri Lumia, solo più grande. Sebbene giocare e guardare filmati con questo cellulare sia visivamente appagante ad esempio, il servizio di streaming video di Microsoft fin ora disponibile appare inconcludente, dato che non ci sono ancora film in alta definizione. Probabilmente in futuro vedremo notevoli miglioramenti anche in questo senso, ma al momento la situazione è deludente.

Nokia Lumia 1520 Lo schermo da 6 pollici, un processore molto potente ed un design riuscito, rendono l Lumia 1520 uno tra i più interessanti Windows Phone sul mercato. Purtroppo si tra tratta di un dispositivo con un sistema operativo e applicazioni non ancora ottimizzate per questo tipo di schermo. Chi cerca un Windows Phone con display in full HD e un processore quad core può scegliere senza indugi il 1520, ma ci sono phablet sul mercato altrettanto potenti che riescono a sfruttare meglio le proprie dimensioni, regalando un'esperienza d'uso migliore proprio a causa di un software più maturo, pensato esclusivamente per gli schermi più grandi. Dimensioni a parte purtroppo un Lumia 1520 non offre nulla di diverso rispetto ad un Lumia 925.Nokia e Microsoft devono impegnarsi di più cercando di realizzare software mirato che esalti l'utilizzo di un terminale di queste dimensioni.