Recensione Nokia Lumia 820

Nokia Lumia 820 offre un design raffinato e vivace, non deludendo anche dal punto di vista hardware, con l'eccellente display AMOLED Clear Black e il velocissimo processore dual core Snapdragon S4.

recensione Nokia Lumia 820
Articolo a cura di

Nokia Lumia 820 è il successore di uno dei telefoni più belli che siano entrati in scena nella scorsa generazione, e in segno di onorevole rispetto, anche quest'ultimo modello diverge dai recenti canoni estetico-stilistici in maniera quasi radicale, come un punto fermo in un guazzabuglio di smartdevice, grigi, sottili, ingombranti e anonimi. La rottura con Symbian e la tonata sonante del passaggio a Windows Phone sono stati solo i primi sintomi di un rinnovamento totale, volto a far riemergere dal dimenticatoio l'ineguagliabile azienda finlandese e a riaccompagnarla un gradino alla volta sul trono del mobile business, garante del suo ventennale servizio. Dopo l'impegno inziale, il bisogno e il desiderio di rimettersi in discussione, i nuovi smartphone Lumia ricercano adesso possibilità, nuove prospettive di crescita, spettanti questa volta solo a Windows Phone 8 e al suo giovane store di applicazioni in procinto di esplodere. Nokia ha già dato un ingente contributo tramite l'altissima qualità del proprio brand e dei propri piani di lavoro e sviluppo, contraddistinti da una rosa di software e customer care secondi proprio a nessuno. Ad alcuni utenti, però, sembra che certe credenziali non siano ancora bastate per ripagare o apprezzare gli sforzi della benamata azienda, la quale pure non ha smesso di studiare strategie alternative per abbracciare altre quote di mercato.

Sguardo ossessionato

Nokia Lumia 820 si presenta carico e decisamente glam, con il corpo telefono completamente incastonato in una back cover intercambiabile e alternabile in diverse colorazioni seguendo la foggia di Windows Phone 8, per un occhio di stile che riguarda ogni centimetro, e che investe anche le cuffie in ear Dolby vendute insieme al telefono, a completo del colore prescelto per l'acquisto. Le misure sono piene e rotondeggianti con i 9,9 mm di spessore e i 160 g di tecnologia tutta da palpare nel contatto con le plastiche lucide e spesse del rivestimento. A malincuore, si lascia sporcare abbastanza facilmente trasandando il fascino che si prova nel ammirarlo, tanto che il grasso delle dita alle volte impasta la visuale del display o rende abbastanza untuose le scocche. La resistenza agli urti, peraltro, a causa del peso superiore alla media e mancato trattamento del vetro, non sembra essere esemplare, visto che il nostro modello demo ci è stato recapitato con scocca ammaccata sullo spigolo inferiore e graffio sullo schermo, provocato probabilmente da chiavi o piani d’appoggio irregolari. La disposizione dei tasti ha riconfermato la scelta assai funzionale di disporre tutti i tasti fisici sul bordo destro, per lasciare all’impugnatura una presa abbastanza salda e confortevole in ogni circostanza. Il pulsante fotocamera è facilmente raggiungibile, essendo disposto per ultimo dopo l'intervallo dal tasto accensione/blocco, e anch’esso contribuisce a donare a Lumia 820 quel carattere sintetico e incisivo che combacia alla perfezione con l’ultimo OS di Microsoft, immediato ed efficace in maniera pressoché singolare. Grande importanza è stata data chiaramente alla qualità delle componenti hardware, denotabili da un'ottica Carl Zeiss con apertura f/2.2 della fotocamera e microfono che non esclude nemmeno una tonalità di chiamata. Forse una riserva è imputabile al posizionamento dell'altoparlante per il vivavoce, che a ridosso dello spigolo inferiore destro può essere facilmente otturato dalle dita, ma per fortuna anch'esso restituisce suoni definiti e profondi che disilludono le aspettative indotte dalle sue dimensioni ridotte.

Talento irreprensibile

Il primo impatto è stato rosso, vivo e intenso. Le sfumature e i contrasti del display AMOLED Clear Black sono quanto di meglio il panorama mobile abbia da offrire al momento, e le piastrelle Windows Phone, caratterizzate da cromatismi decisi e uniformi, risaltano straordinariamente sull'elegante fondale nero. Facendo leva su una griglia di subpixel RGB dalle milioni di sfumature, e una calibratura assistita da filtro polarizzatore, enfatizzazione cromatica e potenziamento della leggibilità sotto il sole, questo schermo fa invidia anche alle sgargianti pose dei Samsung Super AMOLED e non sfigura minimamente se paragonato ai più diffusi schermi HD di generose dimensioni. È pur vero che la risoluzione di Lumia 820 si ferma a soli 800x480 pixel per 4.3", con una densità pari a quella di Galaxy SII, ma in ogni caso resta impossibile non notare la più naturale resa visiva anche rispetto a quest'ultimo, con una leggibilità dei caratteri che lascia distinguere precisamente i contorni, senza materializzare sgranature o zanzariere. Allo stesso tempo, però, i quadri e le schermate di pagine web non sono privi di aberrazioni cromatiche sui punti di bianco, dipendenti per lo più dall'angolo di visione non esattamente ampio. L'ergonomia dello schermo, la sua indubbia versatilità trasversale alle tipologie di contenuto visualizzabile, è anche merito dei progressi compiuti dal software Microsoft, vestito di animazioni fluidissime e dettagliate, e dallo stile inconfondibile dei menu che sembrano ideati a posta per questo genere di hardware. I testi delle email sembrano aderire perfettamente sotto il vetro dello schermo, e gli scrolling o i panning laterali non rivelano mai alcun tipo di latenza o sfocatura, rendendo l'esperienza certamente accattivante. Al solito, approfondiamo, le caselle di posta elettronica sono compatibili con ogni genere di provider e supportano le piattaforme aziendali Exchange Active Sync. Internet Explorer 10 si comporta esattamente alla stessa maniera di Lumia 920, e ciò vale a dire, eccoci di fronte a un browser eccezionale, con accorgimenti per la navigazione che si scoprono e si apprezzano mano a mano che ci s'inoltra sulla rete, quando in altre parole ci si sarà persino dimenticati di quali e quante pagine si saranno solcate attraverso le antenne di un semplice telefonino. Il modo in cui i testi si adattano alle dimensioni del display, la correttezza dello zoom in e zoom out automatico al doppio tap del polpastrello e la velocità d'elaborazione dei plug-in, sono aspetti che restano indelebili una volta adoperato il device, e che vincono il confronto con i più importanti browser concorrenti. Un esempio lampante sono gli stessi Galaxy di Samsung, che offrono sicuramente una più ampia area per la lettura e una velocità fuori dal comune, ma al tempo stesso, non riadattano ancora i contenuti efficacemente così come avviene su Lumia 820, dove anche per questo la mancanza di una risoluzione HD per il display non pesa minimamente. La simbiosi che s'instaura tra Windows Phone 8 e Lumia 820 è provata inoltre dall'arrangiamento dell'interfaccia commisurata alla grandezza del telefono, il quale con i menu virtuali e le barre funzione mantenute vicine ai tasti capacitivi, non richiederà mai troppi spostamenti del dito per essere gestito lungo la diagonale di 4.3", che è oramai assunta fra le taglie compatte.

E’ sempre troppo presto

L'impianto telefonico di Nokia Lumia 820 gode largamente di tutti gli ultimi ritrovati nell’ambito della mobile communication. Si va dal bluetooth 3.0 all'NFC, c’è la ricarica wireless (non in dotazione), e si arriva alla rampante connessione dati di quarta generazione LTE, da poco attiva sulle reti Vodafone per un periodo di prova gratuito che scadrà il prossimo 31 Marzo, quando ai clienti sarà richiesto un supplemento di 10 Euro per mantenere attivo il servizio. La velocità di scambio dati è tale da promettere agli utenti delle prestazioni “tremende”, con i 100Mbps di download e 50Mbps in upload che scuotono anche il pavimento dei gestori ADSL, in procinto di abbandonare la banda analogica. In una tempesta d’informazioni scambiate come saette, Lumia 820 è quindi al passo con i tempi, pronto a ricevere ogni goccia dell'incombente acquazzone di dati da ingerire e rielaborare. Il processore è in fin dei conti lo stesso dual-core 1.5Ghz Snapdragon S4 montato su Lumia 920, e non lascia spazio a molte critiche. Il sistema operativo viene eseguito alla perfezione con il GB di memoria Ram a bordo, quindi non crediamo si potesse fare di meglio in questo contesto. Il vero problema di Lumia 820 sta forse nella durata della batteria, davvero una grossa pecca per un device che avrebbe meritato un pieno riscontro del test. Bastano pochi minuti di navigazione web sotto rete 3g e subito l'indicatore mostra grosse porzioni di carica svuotate già a metà giornata, quando se non si userà parsimonia nell'adoperare il browser, si potrebbe anche rimanere a terra. Le cause potrebbero essere molteplici e vanno in prima istanza collegate alla tecnologia AMOLED Clear Black, una spada di Damocle che affligge i 1650mAh dell'unità con i colori raggianti dei tile sulla schermata di start e il bianco dominante delle pagine web, che inevitabilmente folgorano tutti i led alla massima intensità, anche quando la luminosità è impostata su automatico. Forse a questa pecca Nokia potrebbe facilmente porvi rimedio tramite i numerosi update che ravvivano di continuo l’ecosistema base; tant'è vero che durante la nostra prova è sopraggiunto un aggiornamento ripieno di complementi per il sistema, con una nuova voce per gli avvisi di chiamata, denominata Rete +. Un ennesimo punto a favore, poi, sono i programmi esclusivi di Nokia, che come già evidenziato nella recensione di Lumia 920, danno una marcia in più a questi impeccabili Windows Phone, offrendo servizi di Musica, assistenza, mappe e navigazione sempre eccellenti. Vorremo citare a proposito l'utile servizio Nokia Transport, che tramite fix del segnale GPS fornisce informazioni sulle linee di traporto più vicine in movimento nella propria città, con le dovute limitazioni per i più piccoli centri abitati e province. O ancora, Nokia Express, che è un'alternativa a Google Currents per la lettura di pagine internet, anche se il confronto risulta alquanto prematuro a causa del rendering dei megazine online tuttora inappropriato. Oggettivamente, comunque, ciò che al momento talpa le ali agli ultimi gioielli Nokia, è proprio la qualità e quantità delle applicazioni disponibili sullo store Microsoft. Alcune di esse, sviluppate da team interni, sono scarsamente valutate dagli utenti perché magari non rispecchiano le aspettative volute da altri sistemi operativi, o perché tra l'altro, non si possono ancora ritrovare grosse alternative in un ambiente che è di sicuro prolifico, ma anche abbastanza spoglio attualmente. Pensiamo ad esempio ad alcune delle app più scaricate di sempre, come You Tube, Facebook, Trip Advisor o eBay. Per molte di esse le azioni disponibili su Windows Phone sono in genere minori, anche se la grafica è la più coerente e ricercata dell'intero scenario mobile, con metodo d'interazione quasi sempre identico a Windows Phone 8, risultato in certi casi il più efficace. L’applicazione di Amazon Mobile è molto riuscita, con le voci del carrello, degli ordini e dell’account in primo piano; mancano però le scelte per categoria. Sull’app eBay si perdono la lista dei venditori preferiti e l’angolo delle offerte giornaliere, così come in Trip Advisor non ci sono la ricerca dei voli, il collegamento al forum, e i filtri per prezzo e distanza. Facebook è tra quelle ad aver ricevuto maggiori modifiche e migliorie, e ora a parte la creazione degli eventi, si può dire sia alla pari con gli altri sistemi mobili. Altra grande assente è Dropbox, ma al suo posto ritroviamo il comunque versatile Box e naturalmente i 7GB di spazio gratuito su Skydrive. La situazione insomma non è poi così drastica come la descrivono alcuni utenti, perché la semplificazione visuale e concettuale delle maschere video, su un telefono, è proprio quel che ci vuole per sbaragliare la concorrenza più caotica e discorde; ma aggiungiamo, è anche ora di premere sull’acceleratore e non lasciare più che applicazioni come quella di You Tube, firmate da Microsoft, siano solo collegamenti diretti al sito di riferimento in versione mobile.

Il dovere di giocare

La questione multimediale è quella che solitamente interessa gli users più esigenti, quelli ai quali sta molto a cuore il prefisso smart. La fotocamera di Nokia Lumia 820 è munita di obiettivo retroilluminato, perciò scatta foto abbastanza soddisfacenti, senza stravolgere i canoni ai quali siamo abituati da qualche anno. Si segnalano quindi solo lievi migliorie rispetto ad altri modelli di punta nelle foto a scarsa luminosità, dove comunque si paga pegno in naturalezza e tonalità calde. Il rumore video non è completamente debellato come sul Lumia 920, ma risulta indubbiamente più contenuto che su altri modelli di pari categoria. Le impostazioni sono le minime indispensabili e a un Windows Phone tante ne bastano per scattare foto e girare video lodevoli in men che non si dica. La musica si ascolta egregiamente su Lumia 820, sia tramite l'altoparlante, che in cuffia, dove i bassi profondi e l'effetto Dolby possono dare un grande impatto, grazie all'ottimo equalizzatore e alla qualità costruttiva degli auricolari, un gradino sopra ai classici forniti in dotazione su altri smartphone. Il lettore video si destreggia abbastanza bene, cercando sempre di sincronizzare il parlato con i fotogrammi anche dove le sorgenti non lo permettono; ma purtroppo non si leggono gli mkv o i dvx hd. Xbox Live si consulta agevolmente, con lista amici, achievements e Xbox Smart Glass, l'applicazione che sfrutta il telefono per estendere l'interazione con le app sviluppate per Xbox 360. I giochi di selezione Xbox per Windows Phone invece non sono ancora pronti per affrontare a testa alta le piattaforme Android e iOS con titoli o conversioni degni del nome che portano. Troppo bassi i requisiti minimi o forse troppo poca la base installata per spingere gli sviluppatori a ottimizzare sui device più potenti. Segnaliamo comunque altri due nuovi giochi che hanno meritato la nostra attenzione. BulletAsylum, uno shooter in stile Asteroids con multitouch per sparare in due direzioni diverse, colorato, frenetico e sufficientemente animato; e Contre Jour, un puzzle game che sfrutta la dinamica dei corpi e le loro deformazioni per divertire in un susseguirsi di livelli con richiami espliciti al concept e alle tinte di World of Goo, dove giocabilità e fisica erano più elaborate.
Più in generale, si apprezza la presenza di una porta micro SD che lascia espandere la memoria interna da 8GB con anche altri 64GB.

Nokia Lumia 820 L'interfaccia grafica di Windows Phone 8 su Lumia 820 esprime forse tutta la sua più profonda essenza, sia per il design raffinato e vivace, sia per la coppiata perfetta tra l'eccellente display AMOLED Clear Black e il velocissimo processore dual core Snapdragon S4. Il forte impatto estetico, il parco applicativi sviluppato da Nokia, le esemplari prestazioni di messaggeria e web Browsing, sono quanto di più bello un telefono da 400 Euro possa effettivamente offrire al grande pubblico, miseramente ingordo di numeri e schiavo di mode irragionevoli. D’altra parte però, l'autonomia della batteria da ricalibrare, i comandi vocali Tell Me rimasti indietro rispetto alla concorrenza, e uno store di applicazioni forse un po' acerbo, moderano l’entusiasmo iniziale, che in ogni caso potrebbe essere nuovamente riacceso dai futuri update. Momenti di passaggio non dimentichiamoci, li aveva vissuti anche Android nelle sue prime incarnazioni fino a si può dire Gingerbread 2.3, quando ancora il market manteneva un look anonimo e andamenti in crescita, con molte questioni lasciate a discrezione dei producers; nonostante i numeri di download delle applicazioni facessero presagire il botto imminente. Windows Phone, per l’appunto, possiede già una folta schiera di estimatori anche se i dati ancora non lo rilevano e Nokia, grazie al proprio contributo, crediamo costituisca l'offerta più forte nell'attuale ecosistema Microsoft, foriera del proprio konowing how radicato nel settore delle telecomunicazioni e incline più di ogni altro a elargire servizi esclusivi combinati a solide configurazioni hardware, che costituiscono le più importanti attrattive su un Windows Phone del giorno d'oggi.

8