Recensione NVIDIA GeForce GTX 780 Ti

La nuova scheda grafica basata su architettura Kepler, nuovo mostro di potenza Made by NVIDIA.

recensione NVIDIA GeForce GTX 780 Ti
Articolo a cura di
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Se avete seguito con attenzione le nostre pagine nelle scorse settimane, certamente ricorderete i recenti annunci fatti da NVIDIA a Montréal, un evento per la stampa specializzata nel quale l'azienda californiana potè presentare alcune interessanti novità in arrivo per l'anno in corso e per il 2014, tecnologie hardware e software al di fuori del classico e canonico contesto di GPU per PC, seppur inerenti al gaming su computer. Tra le altre cose, Jen-Hsun "Jensen" Huang presentò alla stampa e al pubblico la nuova GeForce GTX 780 Ti, una scheda grafica della famiglia Kepler creata allo scopo di spremere gli ultimi bit di potenza da un'architettura annunciata ben 3 anni fa e lanciata sul mercato nel 2011 (con la serie M per notebook). Sebbene l'evento fosse incentrato su G-SYNC e sugli strumenti per lo sviluppo videoludico GameWorks, gran parte dell'interesse della stampa andò proprio al nuovo modello di scheda grafica, perché le GPU sono da sempre l'anima e l'essenza della casa con sede a Santa Clara. A qualche settimana di distanza dall'evento - al quale presenziammo per assistere alle novità in anteprima assoluta - siamo finalmente riusciti a mettere le mani su un sample della nuova GPU, saggiandone caratteristiche e feature. In attesa di qualche rumour relativo alla serie 800 e alla tecnologia Maxwell ancora in fase di sviluppo, NVIDIA ci delizia con un nuovo concentrato di tecnologia e potenza bruta, l'ennesima incarnazione del brand GeForce orientato alle performance estreme.

LE SPECIFICHE TECNICHE

La potenza di calcolo della nuova GeForce GTX 780 Ti è ampiamente comprovata non solo dai benchmark eseguiti nel corso dei giorni scorsi, ma anche dalle specifiche tecniche di GPU e componenti, quindi dalle nuove feature legate all'hardware e al software marchiato NVIDIA. La GPU è basta sul chip GK110 con architettura Kepler, già base per la realizzazione delle ultime schede grafiche del noto brand californiano: in questo caso specifico abbiamo un processore grafico che opera ad una velocità base di 876MHz, che diventano 928MHz grazie alla tecnologia GPU Boost 2.0. I Cuda Core aumentano del 25% circa, passando da 2304 a 2880. Il bilanciamento di alimentazione e voltaggi, permettono all'utente enthusiast che pratica overclock, la massima performance con i minori rischi. Proprio come la più piccina GTX 780, anche il modello Ti monta 3GB di memoria GDDR a 7000MHz, con bus a 384-bit: la banda passante è di 336GB per secondo, con un Pixel Fillrate di 42.0GP al secondo e 210GT/sec sulle textures.

"In processore grafico che opera ad una velocità base di 876MHz, che diventano 928MHz grazie alla tecnologia GPU Boost 2.0."

Sulla carta, le prestazioni solo le più elevate tra le schede grafiche (a singola GPU) al momento presenti sul mercato, superiori persino a quelle di GeForce Titan o AMD R9 290X (sebbene si debba valutare sui benchmark videoludici e non solo sui dati nominali e sulle singole specifiche tecniche). Da non sottovalutare anche i consumi, con "soli" 250W a pieno carico, inferiori del 17% circa rispetto ad una concorrenza meno attenta al contatore e alla bolletta (per non parlare dell'esigenza di una PSU più potente e costosa per il gamer). Nonostante il considerevole aumento in termini di prestazioni, la nuova scheda di NVIDIA ha dei consumi allineati a quelli della 780 classica, per un'ottimizzazione non indifferente del rapporto power consumption/performance. Nel caso di GTX 780 Ti - come per la sorella minore 780 - la scheda è alimentata da due connettori PCi-Express, uno a 6 pin e l'altro ad 8, così da garantire sufficiente potenza elettrica.
La scheda è realizzata con materiali di alta qualità, sia per quanto riguarda le componenti elettroniche, che per ciò che concerne il sistema di raffreddamento, realizzato in alluminio e leghe leggere, con un dissipatore placcato in nichel e già visto sulle ultime schede di fascia alta di NVIDIA a partire da Titan. Volendo anche l'occhio la sua parte, l'azienda di Santa Clara inserisce, nella costa laterale del cooler, una scritta GeForce GTX con retroilluminazione verde, una feature pensata naturalmente per modder e i case finestrati o aperti. GTX 780 Ti offre le medesime uscite video già messe a disposizione sugli altri modelli della serie 700, quindi DVI-I, DVI-D, HDMI e DisplayPort mini.

NUOVI ORIZZONTI NVIDIA

Con 780 Ti, NVIDIA spinge al limite l'architettura Kepler, spezzando ancora una volta le barriere di performance e potenza precedentemente imposte dai vecchi modelli di GPU. Grazie all'hardware del team californiano i giochi godono ora di maggior fluidità e realismo, grazie anche alle numerosissime feature quali supporto alle risoluzioni 2K e 4K, TXAA, HBAO+, effetti PhysX particellari e clothing, tassellation, il tutto con pieno supporto alle DirectX 11, naturalmente.
Ma acquistare oggi una scheda grafica di NVIDIA non significa solo equipaggiare il proprio computer con un hardware dedicato al gaming per PC, ma installare un componente in grado di offrire un'ampia gamma di utilità e servizi, grazie ad una costante ottimizzazione dei driver da parte del developer e al rilascio della versione 1.7 del software NVIDIA Experience, in grado di

"Con 780 Ti, NVIDIA spinge al limite l'architettura Kepler, spezzando ancora una volta le barriere di performance e potenza precedentemente imposte dai vecchi modelli di GPU."

aprire nuovi orizzonti sul fronte del videogame per computer. Impossibile non pensare a G-SYNC, naturalmente, nuova gamma di GPU per monitor grazie alla quale possiamo godere di immagini sempre fluide, prive di lag o di effetti di tearing e stuttering; ma ci viene anche in mente Shield, la console portatile della casa verde - sfortunatamente non ancora disponibile in territorio italiano - che permette di giocare ai titoli PC e Steam in mobilità, su uno schermo OLED da 5 pollici (mentre presto sarà ufficialmente disponibile il gioco da remoto). Ultimo ma non per importanza, ci sono i servizi Cloud del prossimo futuro, con esperienze ludiche finalmente ottimizzate grazie alla tecnologia NVIDIA Grid. Ma NVIDIA Experience offre con l'ultima Build anche l'utility ShadowPlay, che appoggiandosi alle tecnologie proprietarie dell'azienda verde, come Cuda, permette la registrazione del giocato, in video, con un bassissimo impatto sulle risorse di sistema (e quindi su performance della scheda e qualità del gioco).

IL BANCO DI PROVA

Abbiamo effettuato prove e benchmark utilizzando un terminale di fascia alta, ovviamante, testando con alcuni dei più recenti titoli del mercato. Ovviamente la scelta è ricaduta sui più interessanti titoli della scena videoludica sviluppati per tecnologie NVIDIA e non, ovvero Batman: Arkham Origin, Crysis 3, Metro: Last Light, Arma 3 e Bioshock: Infinite. I dati sono stati registrati su base di prove delle durata di 10 minuti circa. Per una miglior valuazione dei dati ottenuti, abbiamo registrato le performance anche con GTX 680, così da avere un paragone diretto con un'altra scheda high-end di GeForce molto popolare. Tutti i test sono stati effettuati con AA 4x (salvo dove diversamente specificato) e alla risoluzione di 1920x1080. I driver utilizzati sono quelli appositamente realizzati da NVIDIA per la nuova 780 Ti, i 331.70 (beta build). Ecco le caratteristiche del banco di prova da noi utilizzato.

CPUIntel i7 3770K @ 4GHz
MainboardMSi Z77A-GD65
MemorieCorsair Vengeance 16 GB DDR3
DischiSSD CorsairGT 240 GB + WD Caviar Blue 500 GB
AlimentatoreCorsair AX850 80+ Gold

BATMAN:ARKHAM ORIGIN

Non c'è dubbio quando diciamo che Batman: Arkham Origin è uno dei titoli graficamente più interessanti dell'attuale panorama videoludico. L'Unreal Engine 3 è stato spremuto davvero al massimo, in attesa della nuova e stupefacente quarta incarnazione del motore grafico di Epic Games, che speriamo possa finalmente far lavorare a pieno regime gli hardware di fascia alta come GeForce GTX 780 Ti. Il gioco sviluppato da Warner Bros. Games è uno dei migliori per testare l'efficacia e le potenzialità del nuovo hardware NVIDIA, grazie all'implementazione di tecnologie come PhysX, tassellation, ed effetti ambientali come turbulence, clothing e particellari.

Impostazioni: Tutto al massimo (con impostazioni custom NVIDIA)
Missione: Free roaming

SchedaMinimoMassimoMedio
GeForce GTX 780 Ti4410883.4
GeForce GTX 680447760.2

CRYSIS 3

In Crysis 3 vestiamo i panni di Prophet, supersoldato equipaggiato di nanotuta già conosciuto agli esordi della saga, nell'ormai lontano 2007. Sono passati undici anni dai precedenti avvenimenti, giocati nei panni di Alcatraz in una New York presa d'assalto dalle forze aliene, e le cose sono cambiate profondamente. Il titolo fantascientifico, sviluppato da Crytek e prodotto da Electronic Arts, resta tuttora uno dei titoli graficamente più complessi ed esigenti della scena, specialmente per via di un CryEngine incredibilmente ricco di dettagli, filtri e shader. Le scene notturne, ambientate in nebbiosi acquitrini o in giungle urbane, spremono le potenzialità della scheda grafica di NVIDIA.

Impostazioni: Tutte le impostazioni a livello massimo, MSAA 4x (medio), Anisotropico 8x.
Missione: Post-Human

SchedaMinimoMassimoMedio
GeForce GTX 780 Ti507352.2
GeForce GTX 680245433.5

METRO: LAST LIGHT

In Metro: Last Light, la società costretta a vivere nel sottosuolo in seguito alle conseguenze delle guerre nucleari che hanno sconvolto il mondo intero, rendendo invivibile la superficie del pianeta. Come se non fosse abbastanza, le radiazioni hanno creato orrende mutazioni genetiche, che si aggirano minacciose per le gallerie della metropolitana, l'unico luogo vivibile e sicuro...quasi. La nuova versione del 4A Engine mette in mostra i muscoli grazie ad ambientazioni ricchissime di dettaglio, raccontando di un futuro distopico come solo un film hollywoodiano potrebbe fare. Il seguito di Metro 2033 è un gioco tecnicamente complesso, specialmente nei giochi di luci e ombre che si creano vagando tra i tenebrosi cunicoli della vecchia linea metropolitana. Un altro gioco perfetto per testare la nuova belva di NVIDIA.

Impostazioni: Qualità grafica "Molto Alta", SSAA 2x, Anisotropico 16x, PhysX avanzato non attivo.
Missione: Intro

SchedaMinimoMassimoMedio
GeForce GTX 780 Ti7712697.4
GeForce GTX 680539467.8

BIOSHOCK INFINITE

Bioshock Infinite è lo shooter di Irrational Games ambientato a ridosso della Prima Guerra Mondiale, raccontando di una società opulenta che ha conseguito una serie di successi bellici, politici ed economici, portandola a diventare una delle più grandi potenze del pianeta. Columbia è una micro-società elitaria guidata da un gruppo di visionari nazionalisti, capeggiata da un santone Profeta, una figura misteriosa, acclamata e venerata quale salvatore del mondo. Sebbene relativamente semplice dal punto di vista grafico, la palette cromatica e il design delle ambientazioni, rendono il gioco di 2K Games uno dei più intriganti titoli dell panorama PC.

Impostazioni: Livello di qualità "Ultra".
Missione: Il Cortile della Stazione di Polizia

SchedaMinimoMassimoMedio
GeForce GTX 780 Ti42266157.3
GeForce GTX 68084206118.8

ARMA 3

Arma 3 è la simulazione tattica definitiva, realizzata dal team di sviluppo Bohemia Interactive Studio. Valicando i confini del level design comune ai tanti shooter in prima persona, il dev team ha preferito calare i videogiocatori in scenari reali, piuttosto che realizzare delle anonime ambientazioni ex novo. La cura riposta nella realizzazione degli scenari delle isole del Mar Egeo è maniacale, rasentando una ricostruzione davvero al limite della perfezione. Ciò che stupisce maggiormente è il complesso sistema d'illuminazione, capace di un eccezionale realismo, complice una palette cromatica composta dalle tonalità tipiche della vegetazione mediterranea, così come ad un sistema di ombreggiatura dinamico.

Impostazioni: Impostazioni Ultra, FXAA Alto, Anisotropico Alto.
Missione:Dimostrazione "Armi Combinate"

SchedaMinimoMassimoMedio
GeForce GTX 780 Ti96035.4
GeForce GTX 68094733

NVIDIA GeForce GTX 780 Ti Avevamo già avuto modo di mettere le mani su GeForce GTX 780, ottenendo incredibili risultati con ogni gioco testato: il nuovo modello Ti si rivela essere ancor più stupefacente nelle prestazioni, sia per quanto concerne la mera potenzialità dell'hardware, che grazie all'opportuna ottimizzazione software da parte degli ingegneri NVIDIA, grazie ai nuovi driver 331.70 provati per l'occasione. Sfatati i pochi scetticismi che avevamo, i titoli più recenti girano lisci come l'olio anche con tutti i settaggi al massimo, eccezion fatta per Crysis 3, un osso ancora troppo duro da sconfiggere a causa di un uso davvero massiccio di effetti e filtri, e Arma 3, per via di una congenita mancanza di ottimizzazione del codice. La nuova scheda è venduta ad un prezzo indicativo di 649 €, che varia a seconda di marca e cooling system. Parliamo di un prodotto sicuramente non adatto a tutte le tasche, con un prezzo leggermente più elevato di quello della concorrenza, giustificato tuttavia dalle prestazioni davvero incredibili. E' inoltre doveroso ricordare che il nuovo gioiello di NVIDIA esce con tre giochi tripla A in bundle, Splinter Cell: Blacklist, Assassin's Creed IV: Black Flag e Batman: Arkham Origins, un pacchetto rinominato Pirati, Eroi e Spie, proprio in onore dei tre personaggi protagonisti delle vicende videoludiche, un'aggiunta che, a conti fatti, potrebbe anche farvi risparmiare qualcosa. Se foste interessati all'acquisto della 780 Ti, il nostro consiglio è sempre quello di attendere che i vari produttori di hardware rilascino i modelli equipaggiati con dissipatore custom, così da assicurare alla GPU Kepler temperature più basse e prestazioni più stabili e sicure.