OnePlus 3T Recensione: il flagship killer è più in forma che mai

One Plus 3T è un concentrato di potenza, uno smartphone dalla caratteristiche spinte e senza troppi fronzoli, ma curato sotto ogni aspetto.

recensione OnePlus 3T Recensione: il flagship killer è più in forma che mai
Articolo a cura di

OnePlus è un'azienda cinese fondata a fine 2013, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per i suoi smartphone dall'ottimo rapporto qualità/prezzo. La scorsa estate la compagnia ha presentato un nuovo device, semplicemente chiamato OnePlus 3. Un ottimo smartphone, caratterizzato da un display Full HD AMOLED da 5.5", corpo in metallo, ben 6 GB di RAM e SoC Snapdragon 820. Rispetto ai top di gamma attuali non gli mancava praticamente nulla, ma OnePlus ha deciso di aggiornare questo smartphone presentando Oneplus 3T, una versione "Turbo" equipaggiata con un processore leggermente migliore, fotocamera frontale più potente e batteria più grande, direttamente acquistabile sul sito del produttore. Scopriamo, quindi, tutte le caratteristiche di questo interessante prodotto partendo dal suo design.

OnePlus 3T: design curato con corpo unibody in metallo

OnePlus 3T presenta lo stesso design del suo fratello minore con forme curate e corpo unibody in metallo, realizzato a partire da un'unica lastra in lega di alluminio. La fotocamera posteriore che sporge leggermente dalla scocca è ora protetta contro cadute e graffi da uno strato di vetro zaffiro. Altra novità riguarda la colorazione: questo terminale è, infatti, disponibile in un grigio più scuro (denominato Gunmetal) a cui si affianca anche la tinta Soft Gold, destinata solo al modello da 64 GB. Le dimensioni, identiche al suo predecessore, sono di 152,7 x 74,7 x 7,35 mm con un peso di 158 g. Per quanto riguarda la disposizione dei tasti, a destra troviamo il pulsante di accensione ed il carrellino per le due nano SIM, mentre a sinistra è posizionato il bilanciere del volume e l'Alert Slider a 3 posizioni che consente impostare la modalità di ricezione delle notifiche (escludendole anche del tutto). Il connettore USB Type-C, lo speaker ed il jack da 3,5 mm sono posizionati in basso. Non dimentichiamo anche il led di stato multicolore completamente configurabile dall'utente.
Sotto al display, protetto da un vetro Gorilla Glass 4, è stato posizionato il pulsante Home capacitivo realizzato in ceramica che adempie anche alle funzioni di lettore per le impronte digitali, sempre molto veloce e reattivo. Il pulsante centrale funzione in coppia con i tradizionali tasti touch di Android, con retroilluminazione e vibrazione.

Caratteristiche tecniche: debutta il nuovo Snapdragon 821 quad core da 2,35 GHz

OnePlus 3T si distingue dal precedente modello grazie all'adozione del nuovo Snapdragon 821, un SoC quad core da 2,35 GHz con GPU Adreno 530. Rispetto al passato la RAM non cambia ed è pari a 6 GB, mentre per quanto riguarda la memoria interna, non espandibile, alla versione da 64 GB si affianca ora la nuova variante da 128 GB, quella da noi provata (quasi 1 GB occupato su 113 effettivamente disponibili). Non dimentichiamo, inoltre, la connettività LTE fino a 450 Mbps, Wi-Fi ac, Bluetooth 4.2, ed NFC.
Anche il display è rimasto identico, un 5,5 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel) con tecnologia AMOLED. Passando al comparto fotografico il sensore principale non cambia, rimane infatti il Sony IMX 298 da 16 megapixel con apertura ƒ/2.0 e Optical Image Stabilization (OIS).
Migliorata, invece, la fotocamera frontale che ora adotta la stessa risoluzione del sensore anteriore, ma in questo caso si tratta di un Samsung 3P8SP con apertura f/2.0.
Infine la batteria (non removibile) sempre dotata di sistema di ricarica rapida Dash Charge (5V, 4A) che passa dai 3000 mAh dello OnePlus 3 ai 3.400mAh del suo successore. Tutto questo è offerto a 439 euro per la versione da 64 GB e a 40 euro in più per la variante in prova da 128 GB.

Analisi del software: interfaccia OxygenOS ora con Android 7

OnePlus 3T è di recente stato aggiornato ad Android 7 conservando l'interfaccia OxygenOS , molto simile alla versione stock del sistema operativo di Google, che si caratterizza per la schermata Shelf, accessibile con uno slide verso destra dalla Home. Una schermata personalizzabile con vari widget che permette di accedere al meteo, alle app preferite e ai contatti più frequenti.
OnePlus 3T può vantare un sistema operativo sempre stabile, privo di bloatware e ampiamente personalizzabile in ogni sua parte. Dal punto di vista estetico è possibile installare, ad esempio, uno dei tanti icon pack presenti sul Play Store o scegliere uno sfondo scuro per l'app drawer.
Si può intervenire sul comportamento dei tasti fisici di Android e sostituirli con i comandi software sul display. Inoltre è possibile assegnare loro ulteriori funzioni in caso di doppio tocco o tocco prolungato. Decisamente comoda e ben implementata la gestione delle notifiche attraverso lo slider laterale, con tre impostazioni personalizzabili dall'utente: modalità silenziosa, Non disturbare (che disattiva tutte le notifiche a schermo comprese chiamate e messaggi) e l'impostazione standard.

Esperienza d'uso: buona autonomia e prestazioni decisamente elevate

OnePlus 3T convince, innanzitutto, per la sua elevata qualità costruttiva, con una scocca molto elegante e curata in ogni dettaglio. Discreta la confezione che include anche un'utile pellicola protettiva per lo schermo, già pre-applicata, oltre al caricabatterie rapido Dash Charge, anche se mancano gli auricolari.
Iniziamo la nostra analisi di questo prodotto partendo dal display AMOLED, che mostra ottimi colori, neri perfetti e buoni bianchi. Presente la modalità notturna (con tinte tendenti al giallo per non affaticare la vista), l'Ambient display (per leggere le notifiche direttamente sul blocco schermo) e i profili di colore (compreso quello sRGB per tinte più naturali). Display che presenta una leggera variazione al verde-blu inclinando molto lo smartphone.
Passiamo ora alle prestazioni, decisamente elevate, leggermente migliorate rispetto al suo predecessore. Su AnTuTu lo OnePlus 3T totalizza ben 164536 punti, mentre su Geekbench fa registrare 1826 punti in single core e 4215 in multi core. Questo smartphone garantisce un'ottima esperienza d'uso in ogni condizione di utilizzo; grazie alla memoria interna da 128 GB di tipo UFS 2.0, tutte le app si installano e si avviano molto rapidamente, con elevate prestazioni anche nel multitasking grazie ai 6 GB di RAM. Giudizio molto positivo anche nei giochi 3D più esigenti come Asphalt Xtreme che gira in modo sempre fluido. Nessun problema nemmeno dalla sezione telefonica con una buona qualità dello speaker e della capsula auricolare.
Passiamo ora al comparto fotografico, con il sensore posteriore che garantisce ottimi risultati in condizione di elevata luminosità, con foto ricche di particolari ed una rapida messa a fuoco.

Qualche piccolo problema emerge, invece, di sera con scatti poco dettagliati. Non dimentichiamo la modalità manuale, l'HDR Automatico, lo scatto anche in RAW e l'attivazione della fotocamera tramite doppia pressione del tasto di accensione.
Per quanto riguarda i video, di buona qualità, segnaliamo la possibilità di registrare in 4K, a 1080/60p, lo slow motion a 720p 120fps ed il nuovo algoritmo di stabilizzazione digitale. Infine la nuova fotocamera frontale con sensore da 16 megapixel in grado di catturare dei selfie di buon livello, luminosi e dettagliati. Anche l'autonomia è soddisfacente. La nuova batteria da 3400 mAh è riuscita sempre a portarci a fine giornata anche con un uso molto intenso (con circa 5 ore di display attivo). Decisamente efficace il sistema di ricarica rapida in grado di caricare il terminale in un'ora circa.

OnePlus 3T OnePlus 3T è uno smartphone decisamente interessante, uno dei best buy del momento grazie alle sue ottime caratteristiche complessive. Un device ben costruito, estremamente veloce e con un eccellente rapporto qualità/prezzo, che può ora contare anche su un'autonomia maggiore rispetto al modello precedente. OnePlus 3T è anche un ottimo camera-phone con prestazioni non molto distanti dai migliori prodotti sul mercato. Tra i difetti di questo device segnaliamo solo la mancanza della resistenza ai liquidi e alla polvere, l’assenza di un doppio speaker stereo e di una cuffia auricolare, senza dimenticare le prestazioni inferiori rispetto ad altri dispositivi negli scatti in scarse condizioni di luminosità. Tutti difetti a cui si passa facilmente sopra, visto il prezzo di vendita altamente competitivo.

9