Recensione Razer Surround

Da stereo a 7.1: ecco il software che trasforma le comuni cuffie in dispositivi multicanale.

recensione Razer Surround
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Nell'assemblaggio della propria postazione da gaming, è importante dedicare molta attenzione al comparto video, ma lo è anche soffermarsi sull’audio. Ogni videogiocatore che si rispetti è d'accordo nel dire che la componente sonora gioca un ruolo molto importante nell'esperienza di gioco, specie se si parla di sparatutto in modalità multiplayer. Il senso dell'udito, unito a un buon sistema surround 7.1, può farci capire da che direzione provengono i suoni, dando un vantaggio sugli avversari.
Le soluzioni possono essere molteplici: da un sistema di altoparlanti alle cuffie multicanale, sono diverse le alternative a disposizione. Per quanto riguarda le cuffie, un problema non da poco è riscontrabile nel peso importante delle soluzioni 7.1, che spesso sono poco confortevoli se utilizzate per svariate ore consecutive. Non va inoltre dimenticato che i modelli che possiedono una buona qualità audio hanno costi non indifferenti, che non tutti possono sostenere.
Una buona alternativa è costituita dal surround 7.1 virtuale, ma allo stato attuale delle cose, le tecnologie che solitamente vengono impiegate nella simulazione dell’effetto surround sono spesso imprecise, a causa della diversa percezione dei suoni dei singoli utilizzatori. Per simulare i diversi canali audio, un sistema surround virtuale utilizza algoritmi basati su forme e dimensioni medie del padiglione auricolare, creando uno standard sensoriale che non rispecchia la naturale eterogeneità della percezione sonora. La risultante è un surround virtuale del tutto generico, non ottimizzato per il singolo utente.
Per ovviare a questo problema, Razer, società specializzata nella realizzazione di prodotti per videogiocatori, ha sviluppato Razer Surround, un software che permette di convertire i suoni stereo in audio surround a 7.1 canali, il tutto senza la presenza di hardware dedicato: Razer Surround infatti funziona con qualsiasi tipologia di cuffia, anche con gli auricolari.

PER UNA BUONA CAUSA

Prima di descrivere nel dettaglio il software, è bene sottolineare come Razer si sia proposta una missione filantropica molto importante con questo software.
Razer Surround infatti, fino al 30 giugno, permetteva all'utente di devolvere il denaro necessario all'acquisto del software a Child's Play, un ente di beneficenza dedito a migliorare la vita dei bambini grazie alla distribuzione di giocattoli in una rete di oltre 70 ospedali in tutto il mondo. L’iniziativa ha permesso di raccogliere 35 mila dollari, che hanno contribuito alla causa dell’associazione.
È bene sottolineare che si trattava di un atto volontario, e che l'utente era comunque libero di scegliere se effettuare la donazione o procedere con il download gratuito. Con ciò Razer spera di essere riuscita a dare una mano ai bambini ricoverati negli ospedali di tutto il mondo, in modo che anche loro possano divertirsi con i giochi, lasciando la mente libera per qualche istante. Ricordiamo che ora la versione PRO del software è disponibile sul sito ufficiale Razer al costo di 14,99€, anche se è possibile scaricare gratuitamente una variante dotata di meno funzionalità, come ad esempio quelle che riguardano le regolazioni del livello della voce nelle comunicazioni con i compagni di gioco in multiplayer.

INSTALLAZIONE

Razer Surround funziona grazie all'utility Synapse 2.0 quindi, prima di tutto, è necessario registrarsi al sito di Razer, creando un account, e successivamente scaricare il software richiesto. Una volta fatto, il software crea una scheda audio virtuale (Razer Surround Audio Controller) che accetta i dati audio surround e li emula virtualmente nelle cuffie stereo.
La procedura di calibrazione si articola in 4 passi. In primo momento è necessario selezionare la sorgente audio che si desidera utilizzare. Successivamente bisogna specificare il tipo di cuffie utilizzate: chi possiede un paio di cuffie Razer potrà semplicemente selezionare il modello in questione, presente in un elenco, e procedere, altrimenti si può selezionare "stereo headphones", che include ogni altro tipo di cuffie stereo. Il passo successivo è quello della calibrazione, effettuabile attraverso dei test sonori. Nella schermata è presente un disegno che rappresenta il punto di riferimento dell'utente: osservandolo, basta allineare le frecce visualizzate sullo schermo per fornire una descrizione che rispecchi la nostra percezione della posizione del suono. Completato questo passaggio, è possibile ascoltare alcune demo per verificare il corretto funzionamento della simulazione surround nelle cuffie con applicate le impostazioni personalizzate. Tutte le impostazioni salvate vengono inviate nel cloud, in modo da avere sempre con sé la calibrazione del proprio set di cuffie.

Prova

Non è la prima volta che viene sviluppato un software che crea un audio surround 7.1 virtuale, apposito per cuffie stereo; ultimamente, molte compagnie che si occupano di periferiche da gioco hanno diffuso un proprio programma che svolge tale compito, ma quasi nessuna riesce a competere con un vero e proprio sistema surround 7.1, producendo quasi sempre un audio palesemente falso, fittizio.
Ciò che rende unico Razer Surround è che offre una buona personalizzazione dei vari parametri audio, in base alle proprie cuffie e alla propria percezione uditiva, che è sempre molto personale e soggettiva.
Fin dal primo utilizzo di questo software ci si rende subito conto che esso non delude le aspettative. La differenza tra l'audio stereo e il 7.1 simulato è davvero palese: l'audio stereo è piatto, è solo suono, mentre il 7.1 virtuale è esperienza, è coinvolgimento. Oltre a sentire se un rumore proviene da destra o da sinistra (possibile anche con l'audio stereo), si può percepire se esso è dietro o davanti di noi, garantendo una maggiore percezione della profondità e consentendo un’esperienza sonora più realistica.
Il software non è l'ideale per l'ascolto di musica o film che non hanno tracce audio 5.1 o 7.1, ma ricordiamo che esso è stato sviluppato per i videogiochi, ed è proprio qui che dà il suo meglio.
Razer Surround permette di sentire meglio la voce dei propri compagni di gioco che comunicano attraverso il microfono, ma a volte questa funzionalità può causare il taglio di alcuni suoni a favore della voce, che viene invece amplificata; un consiglio per ovviare a questo problema può essere quello di tenere basso o moderato il volume dedicato alla voce dei compagni, in modo da non pregiudicare l'esperienza uditiva del videogioco.

Razer Surround Utilizzando Razer Surround, ci si rende subito conto che questo programma ha alle spalle un accurato studio della percezione che l'essere umano ha dei suoni, un fattore essenziale per la costruzione di qualsiasi sistema audio degno di tale nome. Questo ha permesso di raggiungere risultati degni di nota, pur non toccando le vette qualitative raggiungibili utilizzando delle vere cuffie 7.1 di buona qualità. Molto probabilmente Razer Surround sarà migliorato nel corso del tempo, regalando un'esperienza di gioco sempre più coinvolgente, ma già ora consente un utilizzo più che soddisfacente, considerata l'assenza di hardware dedicato. In definitiva, il software ha svolto egregiamente il proprio lavoro, ovviamente con qualche limite, dimostrandosi un'alternativa a basso costo all'acquisto di cuffie multicanale dedicate.

Altri contenuti per Razer Surround