Recensione Turtle Beach Ear Force Stealth 400

Turtle Beach propone un headset da gaming espressamente realizzato per PS4, dotato di microfono rimovibile, padiglioni auricolari in gomma morbida e speaker con magneti in neodimio da 50mm.

recensione Turtle Beach Ear Force Stealth 400
Articolo a cura di
Valerio Frau Valerio Frau É in realtà un'applicazione per iOS e Android. Potete trovarlo su App Store, Play Store ma anche su Twitter e Google+

Chiunque sia appassionato di videogame, sa quanto oggi come oggi la componente competitiva/cooperativa online abbia una grosso peso nella creazione e nella valutazione di un titolo. Nato ormai diversi anni fa su PC e approdato in maniera concreta anche nel mondo console nella passata generazione, il multiplayer via Internet ha acquisito un’importanza paragonabile se non superiore a quella del single player. Un tipo di esperienza, che nella sua accezione più moderna, non può che basarsi su una comunicazione vocale di buon livello, utile per districarsi nelle sessioni di gioco cooperativo più complesse e, più in generale, per amplificare il senso di aggregazione e divertimento. Nel campo della creazione di periferiche dedicate alla comunicazione durante le sessioni di gioco, l’americana Turtle Beach è sempre stata un’azienda all’avanguardia, con headset e cuffie capaci di fornire un ottimo livello di comunicazione, senza per questo trascurare la qualità di riproduzione dell’audio del gioco. Per questo, la società Newyorchese ha deciso di creare una linea di prodotti wireless dedicata a Playstation 4, tra i quali possiamo trovare le Turtle Beach Ear Force Stealth 400, che ci hanno accompagnato nelle sessioni di gioco delle ultime settimane.

Confezione di vendita e caratteristiche

All’interno della voluminosa confezione di vendita, oltre alle cuffie, troviamo l’adattatore wireless (da inserire in una delle porte USB della console), un cavo ottico Toslink, un cavo micro USB per la ricarica (le cuffie sono dotate di una batteria ricaricabile integrata) e un cavo AUX per collegamento a filo, nel caso si voglia utilizzare l’headset con dispositivi non compatibili con il trasmettitore wireless integrato. Le struttura delle cuffie è realizzata completamente in materiale plastico, fatta eccezione per la parte in contatto diretto con la nostra testa, sagomata in un morbido tessuto traspirante (stoffa con cuscinetto in schiuma). La riproduzione dell’audio è affidata a due speaker stereo da 50 mm con magneti di neodimio (impedenza 32Ω e risposta in frequenza tra i 20Hz e i 20kHz): una dimensione tale da garantire un sound corposo e ricco di bassi. Il microfono rimovibile è omnidirezionale e grazie ad un missaggio avanzato consente di sentire in cuffia anche la nostra voce, in modo tale da controllarne il livello durante la comunicazione.
L’Headset consente un controllo indipendente del volume dell’audio di chat e di gioco (effettuabile tramite due potenziometri posti nella parte posteriore della cuffia destra) e include un'equalizzazione su 4 livelli preimpostati, selezionabili tra bass boost, bass & trebel boost, vocal boost e natural sound, attivabili tramite un piccolo tasto posto sempre nella zona posteriore del padiglione destro. Dalla cuffia destra è possibile escludere il microfono (tramite apposito pulsante nella parte frontale) e accendere o spegnere il dispositivo (grazie a un tasto posto all’esterno della cuffia stessa, al di sotto del logo Turtle Beach).
La trasmissione del flusso audio dalla console alle cuffie avviene attraverso il sopra citato adattatore wireless USB, funzionante a mezzo di radio frequenza (con salto di canale intelligente). Headset e adattatore arrivano già sincronizzati dalla fabbrica; in caso di problemi comunque la procedura di pairing è piuttosto sbrigativa, basta infatti effettuare una lunga pressione del tasto di accensione. La configurazione del trasmettitore richiede qualche passaggio e va effettuato nel menu impostazioni della console, dato che utilizza sostanzialmente due diverse sorgenti, una per la chat e l'altra per l'audio di gioco. L’audio della chat passa infatti tramite USB, mentre l’audio di gioco sfrutta l’uscita ottica della console, a cui il trasmettitore si collega mediante il cavo ottico in dotazione. Questo consente una qualità audio superiore, nonché un controllo indipendente ed un missaggio efficace dei due flussi sonori. Ci troviamo quindi di fronte ad un prodotto completo, pensato per la fruizione di contenuti multimediali, principalmente giochi e film. In ultimo, sebbene la prova sia stata effettuata su PS4, è giusto segnalare che la periferica ha compatibilità completa anche con PS3.

Ergonomia e Design

Nonostante la periferica sia realizzata completamente in policarbonato, è importante precisare quanto questo sia di ottimo livello. Una qualità costruttiva complessiva eccellente, quella che è lecito aspettarsi da un prodotto di questo cabotaggio. L’alternanza di finiture opache e lucide, d’insieme alla colorazione completamente nera con dettagli blu scuro, è in linea con il design della console nipponica, ulteriore riprova di quanto queste Ear Force Stealth 400 siano un prodotto ad essa dedicato. Dettaglio caratterizzante è la retroilluminazione LED del logo Turtle Beach su entrambi i lati delle cuffie, un particolare sia estetico che funzionale. I LED infatti sono intermittenti e multicolori (rossi o blu), ed in grado di indicare lo stato di ricarica della batteria e l’avvenuta connessione con il trasmettitore senza fili (lo stato del pairing viene confermato da una intermittenza blu). La struttura dell’headset ha un peso complessivo di circa 250 g, davvero niente male considerando che si tratta di un modello wireless con batteria integrata. L’archetto che tiene insieme i due padiglioni ha una dimensione regolabile su 9 diversi livelli e nonostante la morbidezza del tessuto e della schiuma in contatto con le orecchie, abbiamo faticato non poco a trovare la dimensione giusta. Con diverse prove e un po’ di pazienza tuttavia si riesce a trovare la posizione giusta; a quel punto, diventa piacevole godere appieno dei materiali traspiranti con cui sono realizzati i padiglioni. Soprattutto nelle sessioni di gioco più lunghe, queste Ear Force Stealth 400, grazie anche alla libertà data dal collegamento wireless, ci hanno garantito un buon comfort e l’assenza di surriscaldamento nella zona delle orecchie, riscontrabile in molti prodotti similari a basso costo.

Esperienza d'uso

Non ci si lasci ingannare dalla presenza dei soli due canali stereo. La qualità di riproduzione di questo Headset è assoluta, e l’assenza del Dolby 5.1 (supportato da modelli di fascia superiore) non si sente affatto. Giocando con queste cuffie si riescono ad apprezzare appieno dettagli sonori sconosciuti. Un audio ricco di bassi, corposo, in una parola, esaltante. Un discorso valido sia per quanto riguarda l’audio di gioco vero e proprio sia per la chat vocale: la differenza qualitativa rispetto all’auricolare incluso con PS4 è semplicemente imbarazzante. Sorprende la capacità di missaggio dei due flussi (chat e audio di gioco) tramite la regolazione indipendente del volume. Una feature in grado di adattare l’output ad ogni situazione che richieda la preponderanza di una delle due componenti, mantenendo sempre entrambe pienamente godibili. Anche la chiarezza della nostra voce migliora, rendendo possibile una comunicazione molto più chiara con i componenti della chat.
In definitiva, si tratta di un comparto audio d’eccellenza ma non privo di difetti. Nella prova abbiamo riscontrato la presenza di interferenze statiche di fondo, da imputare presumibilmente a rumore elettrico in ingresso del microfono, visto che disattivandolo il rumore scompare del tutto. La cosa si nota particolarmente utilizzando le cuffie con un volume basso e collegamento wireless (collegandole con il filo il rumore è presente ma in misura minore). Una pecca che da un prodotto così importante non ci saremmo aspettati. Una tara discreta, seppur accettabile visto che nella stragrande maggioranza dei casi, utilizzando un livello di pressione sonora medio-basso, lo statico di fondo viene completamente coperto. La batteria assicura un’autonomia molto buona, intorno alle 15 ore, e si ricarica direttamente dalle porte USB di PS4, tramite il cavo in dotazione, in circa 3 ore. Un ulteriore caratteristica che favorisce l’utilizzo di questo headset nelle sessioni di gioco più lunghe.

Turtle Beach Ear Force Stealth 400 Nel giudicare questo prodotto, sebbene possa sembrare superficiale farlo, non si può non partire dal prezzo. Sono infatti circa 100 gli euro necessari per portarsi a casa queste Ear Force Stealth 400, sostanzialmente quasi un quarto del prezzo dell’intera console. L’acquirente quindi, da una periferica del genere, non può che aspettarsi l’eccellenza. Aspettativa rispettata solo in parte: a fronte di un’ottima ergonomia e qualità audio durante il gioco, alcuni difetti dovuti alla trasmissione wireless inficiano, anche se in maniera minima, l’esperienza di gioco. Scendendo a patti con tali mancanze, questo headset è in grado di far crescere esponenzialmente il divertimento e la soddisfazione delle partite multigiocatore, rappresentando una valida ed economica alternativa ad un sistema home theater completo se utilizzato in coppia con una PS4.