Rubrica Hardware Shop Speciale Natale

Torna Hardware Shop in una speciale puntata Natalizia

rubrica Hardware Shop Speciale Natale
Articolo a cura di

Apriamo questo volume ricco di novità della nostra rubrica Hardware Shop ben convinti di un consiglio su tutti: evitate di comprare hard disk finché i prezzi non saranno tornati alla normalità, per questo motivo nel volume di questo mese non troverete dischi rigidi nelle configurazioni. Difatti avrete sicuramente notato l’aumento esponenziale dei prezzi degli stessi da un paio di mesi a questa parte, causato dalle recenti alluvioni sopraggiunte in Thailandia, luogo ove risiedono la maggior parte delle fabbriche dei maggiori produttori internazionali di dischi magnetici. Il motivo del nostro consiglio però non è così ovvio come sembrerebbe. Nonostante la costante ripresa in funzionamento delle fabbriche i prezzi non sembrano tornare alla normalità, abbiamo ancora difatti prezzi anche del 400% superiori a quelli di quest’estate; il motivo? Speculazione. Ragion per cui vi invitiamo, se proprio non potete fare a meno di spazio extra sul vostro pc, di “riciclare” un vostro vecchio hard disk o optare per soluzioni SSD -quest’ultimi in lieve ma costante calo di prezzo-, oppure ancora di rivolgervi ai mercatini dei forum dove sicuramente troverete una, almeno temporanea, soluzione al problema acquistando un hard disk usato a un prezzo ben più ragionevole. Parlando di processori: sono ormai in commercio e testati da molti utenti i nuovi processori della famiglia Bulldozer di AMD e tutti sembrano d’accordo sul fatto che si sia rivelato uno dei più grossi flop commerciali della casa di Sunnyvale. Il processore di punta dotato di 8 core fisici non riesce a tenere testa in praticamente nessun ambito all’i7 2600k di Intel e spesso nemmeno al fratello minore, l’i5 2500k; se ci aggiungiamo un consumo di una volta e mezza superiore, un’ottimizzazione drasticamente inferiore per via dell’architettura a 8 core nativi sfruttata meno della metà e un prezzo decisamente poco concorrenziale -all’incirca come quello di un i7-, abbiamo la ricetta perfetta per una bocciatura in ogni campo. Non da meno sono le cpu di fascia più bassa come gli esa-core o quad-core di nuova generazione, che in molti casi si dimostrano addirittura peggiori delle vecchie soluzioni Phenom II a parità di core e di frequenza di clock. Passando ad Intel invece, la casa di Santa Clara ha recentemente messo in commercio la sua nuova piattaforma di fascia enthusiast con socket 2011 e chipset X79, che prende il posto delle vecchie cpu i7 di prima generazione e le sostituisce con delle nuove cpu esa-core e controller di memoria quad-channel. Questi processori settano nuovi record di potenza in ambito desktop ma ancora una volta Intel si ritrova senza diretti concorrenti in questa fascia d’utenza, cosa che le permette libero arbitrio sui prezzi di queste componenti che risultano impossibili da trovare al di sotto dei 500€, cifra che riteniamo largamente esagerata per la sola parte cpu. Ancora una volta quindi la nostra rubrica è monopolizzata dalla piattaforma Sandy Bridge di Intel, che si rivela alla fine la scelta migliore, più potente e longeva in ogni fascia di prezzo. A voi le configurazioni dunque!

FASCIA BASSA (Prezzo: circa 500 Euro)

CASE: Antec Three Hundred (circa 50€)
Mid-Tower - 205 x 457 x 465 mm
L'Antec Three Hundred è il case ideale per chi vuole approdare nel mondo del gaming su pc senza spendere un patrimonio; per appena 50€ infatti avremmo un vero Antec a tutti gli effetti, in formato mid tower , dalle linee essenziali e sobrie. La presenza di 2 ventole stock, una da 140mm superiore e una da 120mm posteriore, e le numerose predisposizioni aggiuntive lo rendono un prodotto degno di nota e consigliato a chiunque voglia "poca spesa e tanta resa". Da segnalare le prese USB e audio nella parte superiore del case, dettaglio importante quanto spesso trascurato da molte case costruttrici, e l'assenza di spigoli taglienti di cui prodotti della stessa fascia di prezzo spesso abbondano. Non manca lo spazio per ben 6 drive da 3.5" e 3 da 5.25".


ALIMENTATORE: Corsair CX500 V2 (circa 55€)
500 watt - 4x 4pin - 5xSATA
Dato il risparmio rispetto ad alimentatori di tagli superiori e il non eccessivo consumo di corrente della configurazione di questa fascia, il Corsair CX500 è l’ideale per una configurazione gaming entry level; purtroppo dovremmo rinunciare a ovvi vantaggi quali utilizzo di componenti esosi di energia in futuri aggiornamenti e il cablaggio modulare ma in ogni caso rimane il migliore alimentatore consigliabile in questa fascia, grazie anche alla certificazione 80PLUS.


PROCESSORE: Intel Core i3 2100 (circa 100€)
Socket 1155 - 2 core fisici + HyperThreading - 3.1Ghz - 32nm
L’i3 2100 è il processore entry level della famiglia Sandy Bridge di Intel: ha una frequenza di clock di 3.1Ghz e dispone di grafica integrata Intel HD2000, questa CPU tiene testa anche ai -non più in produzione oramai- Phenom II X4 di AMD o ai più recenti processori a 4 core della famiglia Bulldozer, avendone fisicamente dalla sua parte solamente 2, un ottimo risultato quindi anche considerando i consumi decisamente più contenuti rispetto ai processori della casa concorrente; per questa fascia di prezzo è l’ideale, soprattutto considerando che in futuro, se necessario, potrete fare un aggiornamento con un altro processore della famiglia Sandy Bridge o Ivy Bridge senza spendere una fortuna e ottenendo un sostanziale aumento di prestazioni.


SCHEDA MADRE:ASRock Z68 Extreme3 Gen3(circa 100€)
Socket 1155 - Chipset Intel Z68 - 4xDIMM DDR3 - 2xPCIe 16x (dual @ 8x/8x) - 2xSATA3 - 4xSATA2 - 6xUSB2 - 2xUSB3
La Extreme 3 di terza generazione è la sorella minore della famosa Extreme 4 che ultimamente ha riscontrato parecchio successo nella sua seconda generazione, ma anche parecchi problemi con alcuni SSD di stampo OCZ e schermate blu causate dal chip Virtu; ovviamente questo modello è esente da tali problemi ed è il giusto compromesso per chi vuole addentrarsi nel mondo del pc gaming -e non solo- senza perdersi features essenziali e utili o provare a cimentarsi in pratiche di overclock nel caso scegliate una cpu con moltiplicatore sbloccato. Molto simile quindi alla sorella maggiore, la Extreme 3, dal costo inferiore per il numero lievemente ridotto (ma comunque sufficiente) di collegamenti SATA e USB, è la scelta ideale per qualsiasi configurazione di fascia medio-bassa voi desideriate; anche per configurazioni SLI o CrossFire future -a patto di un aggiornamento dell’alimentatore.


RAM:Corsair Vengeance 2x4Gb 1600mhz CL9 (circa 40€)
Kit 8Gb - 1600mhz - CL9 - 1.5v
Nonostante sembri strano, ormai si fa quasi fatica a trovare moduli di ram da 2Gb da affiancare su questo tipo di piattaforme; poco male, il prezzo conveniente delle stesse ormai parla da solo perciò per una decina di Euro meglio preferire un kit da 8Gb piuttosto che da 4, come si dice: “melius abundare quam deficere”. Ricordiamo che qualora voleste installare un dissipatore aftermarket di generose dimensioni è consigliabile comprare la versione Low Profile delle stesse, che possiedono alette di raffreddamento di dimensioni ridotte -in ogni caso ininfluenti sulle temperature finali- per lasciare spazio a qualsivoglia dissipatore aftermarket vogliate.


GPU:AMD Radeon HD6870 (circa 140€)
Chip Barts XT- 1024Mb GDDR5 - 40nm
Per quando riguarda il comparto video la scelta non può che ricadere sulla regina della fascia media nel settore degli appassionati del gaming: la HD6870 di AMD. La scheda supporta pienamente le Dx11 e sarà sufficiente per giocare a qualsivoglia titolo in commercio con dettagli massimi a risoluzioni Full-HD; unicamente sui titoli decisamente più pesanti graficamente sarà obbligatorio lesinare sui filtri più gravosi.

FASCIA MEDIA (Prezzo: circa 1000 Euro)

CASE: Cooler Master CM 690 II Advanced (circa 100€)
Mid-Tower - 214,5(W) x 511,8(H) x 528,8(D) mm
Ormai in commercio da parecchio tempo è ancora difficile trovare una valida alternativa al CM 690 II nella sua fascia di prezzo. Decisamente spazioso e qualitativamente molto valido, questo case ospita 6 slot da 3.5”, 4 da 5.25” e 3 ventole stock, tutte dotate di filtri anti polvere. Da segnalare l’utilizzo di soluzioni tool-less (ovvero che evitano l’utilizzo di utensili per la disposizione dell’hardware) e un bay per la connessione rapida di un hard disk (di cui la versione Lite è sprovvista).Le linee semplici ed eleganti, la qualità dei materiali e la praticità di utilizzo lo hanno reso popolare tra i gamers ma anche tra gli amanti del sobrio e dell’essenziale e fanno di questo case un acquisto obbligatorio, in questa fascia, per il prezzo a cui viene proposto.


ALIMENTATORE: Corsair AX750 (circa 145€)
750 watt - 8x 4pin - 12xSATA - Cablaggio modulare
La serie AX di Corsair spopola nelle configurazioni di fascia media e di fascia alta; un successo più che meritato visto il livello di qualità di questi gioiellini. Gli alimentatori di serie AX sono tutti certificati 80Plus Gold (efficienza superiore al 90% con un carico del 50% della capacità totale), sono completamente modulari, il che garantisce un ordine impeccabile e una perfetta gestione dei cavi all’interno del case, e godono di una garanzia di ben 7 anni, decisamente superiore alle aspettative di vita di un qualsiasi pc; ciò vi permetterà di farne uso anche per configurazioni future e negli anni a venire. Sono sicuramente soldi ben spesi.


PROCESSORE: Intel core i5 2500K (circa 195€)
Socket 1155 - 4 core fisici - 3.3Ghz - 32nm
L’i5 2500K parte da una frequenza di clock di 3.3Ghz, dispone di 4 core fisici e chip integrato Intel HD2000. Per di più avrete il moltiplicatore della CPU sbloccato, ciò significa che potrete cimentarvi nell’overclocking senza problemi. Queste piccole bestie possono tranquillamente arrivare a frequenze superiori ai 4Ghz con poco sforzo, vi consigliamo quindi di munirvi di un dissipatore aftermarket di buona qualità per vedere le prestazioni salire considerevolmente.


SCHEDA MADRE:Asus P8Z68-V Pro (circa 150€)
Socket 1155 - Chipset Intel Z68- 4xDIMM DDR3 - 2xPCIe 16x (dual @ 8x/8x) - 4xSATA2 - 2xSATA3 - 4xUSB3
La più scelta nelle fasce medio-alte nelle configurazioni gaming di ora è sicuramente la P8Z68-V PRO di Asus. Da preferirsi rispetto alla versione Deluxe della stessa famiglia per via dell’uscita video nel caso vogliate o sia necessario sfruttare il chip integrato nei processori Sandy Bridge, la V-PRO è dotata di 12 fasi di alimentazione per la CPU più 4 per la GPU, dunque un’ottima scelta per chi vuole cimentarsi in overclock anche molto spinti. Ovviamente non mancherà una lista di features ormai indispensabili per gli utenti più esigenti e un buon numero di porte USB e SATA, sia nelle versioni 2 che 3.


RAM:Corsair Vengeance 2x4Gb Kit 1600mhz CL9 (circa 40€)
Kit 8Gb - 1600mhz - CL9 - 1.5v
Già consigliate nella fascia bassa, le Corsair Vengeance saranno perfette anche per questa configurazione, sempre nel kit da 8Gb -magari nella versione azzurra, visto la scelta della scheda madre per questa configurazione.


GPU: nVidia Geforce GTX570 (circa 265€)
Chip GF110 - 1024Mb GDDR5 - 40nm
La GTX570 possiamo classificarla come la seconda scheda più potente al momento, raramente superata dalla 6970 di AMD; a parità di prezzo preferiamo consigliarvi la scheda di casa nVidia per via dei vantaggi dati dalle tecnologie Cuda e Physx e da driver più stabili della casa concorrente che ultimamente fanno disperare i possessori di schede AMD. Con questa scheda non ci saranno problemi nemmeno coi giochi più pesanti e non dovrete risparmiarvi nemmeno sui filtri, ovviamente sempre rimanendo in ambito di gaming su singolo schermo.


SCHEDA AUDIO:Asus Xonar DX (circa 60€)
DSP Asus AV100 - Rapporto segnale/rumore 116db - 7.1 - PCIe 1x
Spesso in un pc la parte audio è quella che viene più ignorata, la maggior parte delle volte perché non si ha un impianto audio adeguato per poter sfruttare a pieno i vantaggi di una scheda audio dedicata. Se siete tra coloro che dispongono di un impianto audio di buona qualità, utilizzando questa scheda sarà come passare dal semplice rumore a qualcosa di ben definito. Questa scheda permette di emulare il sistema di posizionamento virtuale nei giochi e migliora significativamente la qualità audio di musica, film e qualsiasi suono vogliate riprodurre; dimenticatevi pure i chip integrati dopo questa.

FASCIA ALTA (Prezzo: circa 1800 Euro)

CASE: Corsair Graphite 600T Black/White (circa 150€/170€)
Mid Tower - 507mm x 592mm x 265mm - 3x Stock Fan
Non tutti possono permettersi o possiedono abbastanza spazio da scegliere un full-tower come case per il proprio pc, anche se di fascia enthusiast; ragion per cui consigliamo l’ennesimo prodotto Corsair, che ultimamente si sta accaparrando fette sempre più grosse di mercato, meritatissime a nostro avviso. Il Corsair Graphite 600T è un case mid-tower fuori e oseremmo dire full-tower dentro: la gestione dello spazio all’interno è perfetta, è capace di contenere qualsiasi cosa come configurazioni multi-gpu o impianti a liquido completi, la qualità costruttiva è ad altissimi livelli ovviamente per un prodotto di questa fascia, e la praticità d’uso ancor di più. All’interno troviamo dei fori completi di guarnizioni sulla piastra per l’alloggio della scheda madre per ottimizzare il passaggio dei cavi, in aggiunta alla classica finestra per sistemare il dissipatore della cpu senza smontare per intero il pc; nella parte dei bay ritroviamo l’utilizzo di soluzioni tool-free e la meno nota disposizione a cestelli rimovibili dei bay inferiori per guadagnare maggiore spazio nel caso ve ne fosse bisogno. Sempre all’interno, per il raffreddamento non avremo problemi, il case dispone di 3 ventole stock sul lato anteriore, superiore e posteriore, rispettivamente di 200, 200 e 120 mm, che potranno essere regolate da una manopola posta nella parte frontale del case. Da ultimo ma non per importanza, il design, decisamente troppo soggettivo per dare un parere, a noi pare un discreto accoppiamento tra aggressività ed eleganza che esprime solidità e qualità generale del prodotto; resta solo da scegliere: bianco o nero? A voi l’ardua sentenza.


ALIMENTATORE:Corsair AX1200 (circa 230€)
1200 watt - Cablaggio modulare
Ancora una volta ci affidiamo alla serie AX di Corsair, in questo caso però meglio puntare sul top di gamma se avete intenzione di aumentare le performance del vostro pc con una seconda scheda grafica in futuro, o perché no, anche una terza, e overclockare qualsiasi componente di cui disponiate senza avere alcun timore sui consumi del vostro sistema (magari solo per la bolletta, ma quello è un altro paio di maniche).


PROCESSORE:
Intel core i7 2600K (circa 280€)
Socket 1155 - 4 core fisici + 4 logici - 3.4Ghz - 32nm
Superato in prestazioni solo dai nuovi esa-core di Intel per socket 2011, l’i7 2600k è ancora la miglior scelta che un utente possa fare se vuole il meglio in fatto di prestazioni a un prezzo ancora “umano”; scartiamo per principio la nuova fascia alta di Intel per via dei prezzi a dir poco ridicoli e fuori misura che la casa leader del momento propone -dai 500€ in su- a causa della mancata concorrenza di AMD. Le caratteristiche ovviamente sono sempre al top: frequenza di clock di 3.4Ghz, 4 core supportati dalla tecnologia HyperThreading che permette l’esecuzione di 8 thread simultanei, e moltiplicatore CPU sbloccato per chi vuole misurarsi in pratiche di overclock. Ovviamente ciò non basta a definire la potenza di una CPU ma vi assicuriamo che un processore come questo vi durerà parecchio tempo, qualsiasi sia la vostra attività sul pc.


SCHEDA MADRE:Asus Maximus IV Extreme Z (circa 330€)
Socket 1155 - Chipset Intel Z68 - 4xDIMM DDR3 - 2xPCIe 16x + 2XPCIe 8x - 4xSATA2 - 2xSATA3 - 8xUSB2 - 10xUSB3
Non c'è sono bisogno di presentazioni per la serie Maximus di Asus, da anni leader nella fascia enthusiast delle schede madri, che da il meglio di se con la Maximus IV Extreme Z; questa scheda è sicuramente la più ambita e desiderata dagli appassionati di gaming e di overclocking per via delle innumerevoli features uniche, le prestazioni superiori a qualsiasi altra scheda, la precisione infinitesimale e l’assoluta linearità con cui vengono gestiti i voltaggi e il look più accattivante di tutti. Questo fantastico pezzo di architettura tecnologica, tra l’infinita lista di features, possiede il chip nVidia nForce 200 che garantisce l’utilizzo di 2 slot PCIe funzionanti a 16x/16x o di 4 slot a 8x/8x/8x/8x; inoltre troviamo, come di consueto sulle schede della serie Maximus, il chip audio Asus Supreme FX, che è sicuramente un passo avanti rispetto ai soliti chip integrati delle schede più comuni se non volete comprare una scheda audio dedicata. Per chi ha qualche euro in più del normale da spendere, questa scheda è sicuramente una grossa soddisfazione e ne rimarrete soddisfatti al 100%.


RAM:Corsair Vengeance 4x4Gb Kit 1600mhz CL9 (circa 70€)
Kit 16Gb - 1600Mhz - CL9 - 1.5v
In questa fascia, dato il prezzo relativamente irrisorio rispetto al resto della configurazione, è preferibile abbondare con 16Gb di ram; chi può dire che non verrà mai usata o che un ramdisk non sia utile?


GPU:nVidia GTX 580 (circa 400€)
Chip nVidia GF110 - 1536MB GDDR5 - 40nm
Nel posto della GPU a scheda singola più veloce troviamo ancora la GTX 580; non sono certamente pochi ma vi garantiamo che con una di queste vi sarete aggiudicati dettagli massimi e filtri completamente attivi per veramente molto tempo. Questa scheda dispone di 1.5Gb di memoria dedicata che saranno perfetti anche per risoluzioni superiori al FullHD; c’è poco da dire, se volete il top questa è la scheda che fa per voi.


HARD DISK:Corsair Force GT 120Gb (circa 180€)
Vel.Lettura Seq. 555Mb/s - Vel.Scrittura Seq. 515Mb/s - 25nm
Visti i recenti e diffusi problemi di BSOD con gli SSD OCZ, questo mese vi consigliamo un prodotto della ormai famosa Corsair: il Force GT, nel taglio da 120Gb. Dal prezzo e dalle prestazioni simili al Vertex 3, diretto concorrente, a suo vantaggio non sono stati rilevati problemi di incompatibilità o firmware. Oltretutto rispetto alla serie Force “classica” da cui si evolve, questo modello possiede memorie NAND Flash sincrone, dunque più veloci.


SCHEDA AUDIO: Asus Xonar Essence STX (circa 150€)
DSP Asus AV100 - Rapporto segnale/rumore 124db - 7.1 - PCIe 1x
Asus, leader mondiale nella produzione di schede madri, propone una scheda audio in grado di tenere testa anche a prodotti più blasonati o dal costo decisamente più elevato: la Xonar Essence STX. Questa scheda audio, curatissima nella confezione così come nella componentistica di prima qualità, è in grado di garantire un intervallo dinamico di 127dB con una distorsione armonica di appena 0.0004% per i segnali di uscita e ovviamente di processare tutti i tipi di segnali digitali, che provengano da film o da videogames. La massima fedeltà è l’obiettivo di questa scheda, e sembra raggiungerlo appieno; la Essence non è una scheda per tutti, ma di certo farà la felicità di chi nell’audio cerca prima di tutto la qualità.