Rubrica iOS: App del Mese - Marzo 2014

Diamo uno sguardo alle novità più interessanti sullo store digitale di Apple: Marzo 2014.

rubrica iOS: App del Mese - Marzo 2014
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

store online come elementi fondamentali per la scelta del proprio dispositivo mobile. Non a caso le applicazioni rappresentano il vero motore del mercato tecnologico attuale. Apple è all’avanguardia in questo settore, avendo dato il via al business di smartphone e tablet nel modo in cui li intendiamo oggi. Nel luglio del 2008 nacque l’App Store e da quel momento i benefici per la compagnia californiana si sono moltiplicati a dismisura, sia dal punto di vista economico che di immagine. La piattaforma iOS è diventata tra le più appetibili, sia per i consumatori, che possono godere praticamente di tutte le migliori app esistenti, che per i developer, attratti dalle enormi possibilità di guadagno derivanti da un bacino utenti senza eguali.
L’AppStore conta ad oggi circa 1.500.000 applicazioni, di cui più di 900.000 dedicate solo al Melafonino e 500.000 fatte su misura per iPad. Dal 2008 Apple ha distribuito circa 13 miliardi di dollari agli sviluppatori e i download effettuati supereranno in questi primi mesi del 2014 i 100 miliardi. Gestire una mole di materiale software così ingente è un lavoro complesso, considerando soprattutto le politiche “chiuse” adottate a Cupertino per lo store digitale. Le classifiche mostrano ai primi posti applicazioni che si avvicendano settimanalmente ma spesso non si tratta dei migliori prodotti. Questo perché gli indici di valutazione non sono calibrati alla perfezione ed esistono metodi per aggirare il sistema che favoriscono soprattutto le software house più ricche o conosciute. Da oggi e con cadenza mensile cercheremo di “tuffarci” nell’oceano di app presenti in AppStore e di riemergere con una selezione di prodotti tra i più interessanti del momento. Non saremo prolissi né esaustivi riguardo le singole proposte: vogliamo solo suggerire ciò che di interessante ci capita sotto gli occhi. Divideremo il tutto in due parti: App generiche e App videoludiche (che non saranno necessariamente videogiochi).

LE APP DEL MESE



Microsoft Office Mobile

Compatibilità: iOS 7.0 o successivo
Dimensione: 49.2 MB
Lingua: Italiano
Costo: Gratis

Atteso per diversi mesi, la suite di lavoro più nota e funzionale della storia, Microsoft Office, è finalmente sbarcata su piattaforma iOS lo scorso 27 marzo, grazie alla volontà del neo-CEO dell’azienda di Redmond, Satya Nadella, di allargare in maniera non indifferente il proprio bacino d’utenza e, soprattutto, generare introiti dalla sottoscrizione al servizio Office 365. Microsoft Office Mobile infatti, è si disponibile gratuitamente, ma senza la sottoscrizione al servizio Office 365 (a pagamento) permette solo di visualizzare i file senza possibilità di modificarli o di crearne di nuovi. A livello grafico le app contenute nel pacchetto, Word, Excel e PowerPoint, sono state ottimizzate per gli schermi più piccoli di iPhone e iPad e con lo stile minimalista ed essenziale di iOS 7. Ottima inoltre, l’integrazione con il cloud. Tramite telefono o tablet è possibile accedere ai documenti Office archiviati in OneDrive, OneDrive for Business o SharePoint, a quelli recenti visualizzati su PC e a quelli allegati ai messaggi di posta elettronica.

CamMe

Compatibilità: iOS 7.0 o successivo
Dimensione: 78.4 MB
Lingua: Inglese
Costo: Gratis

L’ultima moda dilagante in ambito social e mobile si chiama “selfie”. Si tratta di autoscatti, sexy, ironici e chi più ne ha più ne metta che stanno costringendo i produttori di smartphone a migliorare notevolmente il comparto fotografico anteriore dei propri prodotti (mai seriamente preso in considerazione fino a qualche mese fa). Naturalmente anche i developer si sono attrezzati e sull’App Store sono spuntate come funghi applicazioni dedicate. L’app per la realizzazione dei selfie giudicata come la migliore al recente Mobile World Congress di Barcellona si chiama CamMe e consente agli utenti di auto-fotografarsi senza l’uso delle mani e fino ad una distanza di tre metri. Con gesture ben precise infatti, l’app riconoscerà quando è il momento di attivare il count-down e scattare la foto. Le varie funzionalità messe a disposizione dalla società israeliana che l’ha sviluppata (alcune anche a pagamento) permettono di scattare immagini in sequenza (PhotoBooth), di inserire sfondi e elementi grafici ai selfie, condividere le immagini sui social, modificare gli scatti con un tool di strumenti ad-hoc.

Formula 1 App

Compatibilità: iOS 6.0 o successivo
Dimensione: 54.3 MB
Lingua: Inglese
Costo: Gratis

La nuova stagione di Formula 1 è appena iniziata e per rimanere aggiornati, non solo sulle gare della domenica, ma anche su test, prove, news e quant’altro, l’unica soluzione semplice ed immediata è l’app ufficiale disponibile su App Store. Gli aggiornamenti sono costanti ed in tempo reale ma per chi desidera ottenere di più, è disponibile come acquisto in-app una sorta di Season Pass che da accesso a contenuti aggiuntivi: tempi live di tutte le sessioni di gara ufficiali, schede analitiche delle prestazioni di auto e piloti, trasmissioni radio tra scuderia e piloti, messaggi di controllo della gara, commenti audio e testo, opzioni di personalizzazione e tanto altro.

Rewind Radio

Compatibilità: iOS 7.0 o successivo
Dimensione: 15.7 MB
Lingua: Inglese
Costo: Gratis

Per i nostalgici della musica degli anni ormai andati Rewind Radio è l’app ideale. Basta scaricarla e verrete catapultati indietro nel tempo per riscoprire le canzoni che hanno fatto la storia. Selezionate l’anno, la stagione o il decennio e ascolterete cosa andava per la maggiore nelle stazioni radiofoniche in quel periodo. Sarà possibile salvare numerose tracce per formare una stazione radio legata a momenti particolari della propria vita. Nella schermata relativa ad ogni singolo pezzo musicale, oltre a consultare le informazioni classiche, sarà possibile interagire con funzionalità diverse per la condivisione o per l’acquisto di intere compilation.

Wickr

Compatibilità: iOS 6.0 o successivo
Dimensione: 9.7 MB
Lingua: Inglese
Costo: Gratis

Le applicazioni di messaggistica “auto-distruttive”, ossia che permettono di impostare particolari preferenze per l’auto-distruzione dei messaggi stanno prendendo sempre più piede. Il successo di Snapchat ha messo in luce questo tipo di software e moltissimi utenti preferiscono usufruire di questo tipo di app piuttosto che di quelle classiche di messaggistica (WhatsApp o Telegram). Una valida alternativa a Snapchat, che permette anche di proteggere ogni tipo di comunicazione con standard di livello militare è Wickr. Quest’applicazione usa un sistema molto semplice: arricchisce i dati di codici random e successivamente li filtra attraverso un algoritmo matematico di protezione. Massima protezione anche dopo la cancellazione dei file. I metadati di ciò che viene cancellato rimangono comunque in memoria e qualunque hacker saprebbe come fare per risalire al sorgente. Wickr interviene anche su questi metadati, ponendovi sopra testi casuali. Si tratta di un sistema di protezione a livello molto avanzato per un prodotto consumer e per di più gratuito.

I GIOCHI DEL MESE

Word Monsters

Compatibilità: iOS 6.0 o successivo
Dimensione: 34.7 MB
Lingua: Italiano
Costo: Gratis

Pubblicato da Rovio Stars, la divisione di Rovio (creatori della saga Angry Birds) che si occupa di portare al cospetto del grande pubblico giochi sviluppati da terze parti, Monsters Word è un gioco molto divertente basato su combinazioni di parole e sfide online con amici o sconosciuti. Gli utenti hanno a disposizione delle lettere in un tabellone con cui formare il maggior numero di parole possibili. Sarà possibile scegliere la categoria preferita e sfidare gli avversari “sul proprio campo”. Ottima la personalizzazione del proprio avatar, che avrà le sembianze di un mostro. Le partite durano un minuto e bisognerà affrontare 5 turni. Disponibile una sezione in-app che permette di acquistare oggetti, monete e varie personalizzazioni per il proprio avatar.

2048

Compatibilità: iOS 4.3 o successivo
Dimensione: 2.0 MB
Lingua: Inglese
Costo: Gratis

Segnalato come il tormentone del momento, 2048 è un puzzle-game matematico ispirato da un web-game di un informatico di Gorizia, Gabriele Cirulli. Scopo del gioco è quello di creare una casella con il numero 2048 all’interno di una griglia facendo scivolare diverse caselle numerate (contenenti il numero 2 e i suoi multipli) in modo da farle incontrare. Quando due riquadri con la stessa cifra si toccano i numeri si sommano. A differenza di molti altri tormentoni emersi su App Store, 2048 non è un endless-game, visto che al riempimento di tutte le caselle della griglia la partita finirà. Ciò non vi distoglierà dal ricominciare daccapo, ve lo assicuriamo.

Boom Beach

Compatibilità: iOS 7.0 o successivo
Dimensione: 71.0 MB
Lingua: Italiano
Costo: Gratis

Sviluppato dalla nota software house Supercell, creatrice di top-game mobili come HayDay e Clash of Clans, Boom Beach è un gioco di combattimento strategico ambientato in fantasiosi arcipelaghi. Obbiettivo del videogiocatore sarà sconfiggere la Guardia Nera e liberare gli isolani prigionieri e ridotti in schiavitù. Tramite la produzione di legno e il saccheggio di diversi tesori, sarà possibile potenziare le proprie truppe, le armi, il villaggio e le navi. Boom Beach è completamente gratuito, tuttavia è presente la solita sezione di acquisti in-app che permette di ottenere diamanti utili a velocizzare le varie operazioni di costruzione e potenziamento.

Punizione Pazzo

Compatibilità: iOS 4.3 o successivo
Dimensione: 12.7 MB
Lingua: Italiano
Costo: Gratis

Punizione Pazzo già dal titolo si dimostra un gioco folle. Il meccanismo è molto semplice ma estremamente divertente: c’è un calciatore, una porta, un portiere, un pallone. Obbiettivo dell’utente è fare goal indicando, tramite il posizionamento di una freccia, dove indirizzare la palla. Purtroppo per lui tra il dire e il fare ci sono di mezzo “strani” ostacoli: ninja, sumo, animali, trappole, quiz e tanto altro. Più si prosegue, più la difficoltà aumenta e le crisi d’isteria potrebbero causare al vostro idevice danni irreparabili.

Symbol link

Compatibilità: iOS 4.3 o successivo
Dimensione: 6.2 MB
Lingua: Inglese
Costo: Gratis

Alexey Pajitnov è un nome noto in ambito videoludico. Si tratta dell’autore dello storico Tetris e in Symbol Link ha ricoperto il ruolo di game-designer. Anche questa volta Pajitnov ha pensato bene di partecipare allo sviluppo di un gioco di logica, ma basato su linee e simboli. In Symbol Link bisogna unire delle caselle con all’interno il medesimo simbolo, in modo da creare delle linee che non devono incrociarsi nello spazio di gioco. I controlli touch sono molto semplici e intuitivi e l’utente potrà anche far ricorso a piccoli aiuti sparsi qua e la per i livelli. La sezione di acquisti in-app consente di aggiungere pacchetti aggiuntivi contenenti circa 150 nuovi puzzle. Presente la compatibilità con il Game Center per condividere i propri risultati e competere in speciali classifiche online.