Rubrica La Settimana Hi-Tech - 16 Febbraio 2014

Le news più importanti degli ultimi sette giorni, in un unico e comodo contenitore: 16 Febbraio 2014

rubrica La Settimana Hi-Tech - 16 Febbraio 2014
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Ci avviciniamo a grandi passi a uno degli eventi più importanti del mondo tecnologico, il Mobile World Congress di Barcellona (24-27 febbraio) e, mentre respiriamo questa fresca aria di novità e attendiamo chissà quale gingillo, ecco una rapida panoramica alle principali notizie tech della settimana appena conclusasi. A detta di analisti e giornalisti di settore, il 2104 sarà un anno scoppiettante. Fino ad oggi di "colpi di scena" ne abbiamo già visti numerosi: Google che ingloba Nest (non ci sarebbe nulla di clamoroso nell'accordo, ma l'acquisizione prevede che Tony Fadell, CEO di Nest e "padre" dell'iPod, diventi un personaggio di spicco del team di lavoro della compagnia di Mountain View), la stessa azienda californiana che vende Motorola a Lenovo, Nokia che conferma i rumor sullo sviluppo dei primi smartphone Android e si prepara a portarli sugli scaffali (pur essendo ormai parte di Windows), Microsoft che elegge il suo nuovo CEO dopo l'epoca Ballmer e lo sceglie tra i suoi dirigenti, Sony che cede ad altri giapponesi la divisione PC Vaio mettendo fine ad un'epoca, Apple che conferma le proprie intenzioni di lanciarsi in nuovi mercati con prodotti mai visti prima dato che la concorrenza (vedi LG, HTC e cinesi vari) ha ormai colmato il profondo gap esistente fino ad un paio di anni fa nei confronti della Mela nel settore mobile.

Tra rumor e notizie ufficiali, ma c'è ancora differenza?

La diffusione di blog e testate giornalistiche specializzate in tecnologia ha contribuito all'arricchimento di un mercato, quello basato sui rumor e su immagini e video leak, che in passato quasi non esisteva, o era limitato a sporadici episodi. Veniamo a conoscenza di prodotti nuovi diverse settimane prima della presentazione ufficiale e anche i colossi che investono moltissimo per mantenere le proprie novità lontane da occhi indiscreti sono costretti ad assistere a fughe di notizie talvolta anche clamorose. Fatta questa doverosa premessa, andiamo a riepilogare cosa ci hanno riservato questi ultimi sette giorni.
L'HTC One 2 (nome in codice M8) potrebbe tranquillamente aggiudicarsi il premio come smartphone più con più leak di questo inizio 2014. Il design metallico, molto simile a quello della precedente versione, è ormai stato rivelato, così come le innovazioni grafiche dell'interfaccia utente Sense 6.0 e la sostituzione dei tasti fisici Android con quelli on-screen in grado di garantire maggiore compattezza all'intero dispositivo. I taiwanesi puntano a consolidare il successo inaspettato del precedente modello, lasciando quasi inalterati i suoi punti forti e migliorando sensibilmente il comparto meno riuscito, quello fotografico, caratterizzato da un doppio sensore e un dual Led Flash. Esclusa la possibilità che l'M8 possa essere presentato alla fiera di Barcellona: molto più probabile un lancio primaverile. HTC non sta pensando solo al suo top di gamma. Per riequilibrare la sua dissestata situazione finanziaria c'è bisogno di aggredire un mercato sempre florido come quello degli smartphone di fascia media e i taiwanesi lo sanno bene, come dimostra l'immagine di un nuovo dispositivo, il Desire 8, trapelata qualche giorno fa. Rimanendo su device di fascia media, non possiamo non parlare del debutto di Nokia nel mondo Android. Da diversi mesi si vociferava che la compagnia finlandese fosse al lavoro su uno smartphone non Windows Phone, nome in codice "Normandy". Le prime foto hanno portato a galla la sconvolgente novità: Nokia proporrà davvero prodotti mobile basati sul robottino verde. Purtroppo per chi desiderava tutto e subito, il Normandy, poi ribattezzato Nokia X A110, non sarà un top di gamma, bensì uno smartphone di fascia media con specifiche non proprio esaltanti. Parlando di Nokia non possiamo non pensare a Microsoft. La compagnia di Redmond è pronta a lanciare la nuova versione del suo sistema operativo mobile, Windows Phone 8.1, e nell'attesa della Build Conference di aprile diversi sviluppatori hanno avuto la possibilità di mettere le mani sulle principali novità del software. Pensate che siano rimasti fedeli all'accordo di non divulgazione sottoscritto all'atto del download e non abbiano condiviso il "prezioso materiale" con la community online? Vi sbagliate di grosso. In primo luogo con la nuova versione si potranno installare applicazioni sulla memory card e scegliere quella di default per i messaggi. Ci sarà il supporto VPN e report più dettagliati sulle app che incidono in maniera maggiore sulla batteria dello smartphone. SkyDrive è stata rinominata OneDrive (ma già ne eravamo a conoscenza). Inoltre, le app rimarranno "in vita" anche premendo il tasto "back", come accade in iOS e Android. Continua inoltre il lavoro di unione dei diversi sistemi operativi dell'ecosistema Windows (Windows RT, Windows Phone e Windows Pro): presto saranno lanciate le prime applicazioni "uniche", ossia sviluppate una sola volta e ottimizzate sia per i dispositivi mobili che per i PC desktop, con grande gioia e sollievo per gli sviluppatori.

SAMSUNG ALLA RISCOSSA

Abbandoniamo il misterioso mondo dei rumor e lasciamo spazio alle notizie ufficiali che hanno caratterizzato la settimana. Partiamo da Samsung: l'evento Unpacked 5 è stato confermato per il giorno 24 febbraio e come tradizione il colosso coreano terrà un vero e proprio show per lanciare i nuovi prodotti: Galaxy S5, Galaxy Gear 2, Galaxy Tab 4 e alcuni notebook ibridi di cui vedremo la diffusione a 2014 inoltrato. Uno dei punti di forza del Galaxy S5 sarà la nuova interfaccia grafica, di cui l'invito all'evento stesso e alcune foto circolate in rete ci hanno dato un assaggio. Prezzo inferiore rispetto al primo modello e design più minimal e curato potrebbero essere i punti di forza della nuova versione del Galaxy Gear, lo smartwatch che ha esordito lo scorso anno anticipando tutti sul tempo ma che non ha riscosso grandi elogi e recensioni positive, sia dal pubblico che dalla critica. Novità anche per il settore tablet: Samsung infatti, avrebbe preparato ben tre modelli di Galaxy Tab 4, ognuno con una diversa dimensione dello schermo: da 7, da 8 e da 10 pollici. Da sempre definita la "cugina" di Samsung, LG si è portata avanti con il lavoro e ha presentato pochi giorni fa il nuovo phablet diretto concorrente del Note 3, l'LG G Pro 2. In attesa di lanciare l'assalto al Galaxy S5 con il G3, LG ha anche pubblicato un collage-teaser inerente il G2 mini, che sarà presentato ufficialmente a Barcellona il 24 febbraio.
Al Mobile World Congress 2014, così come in passato, mancherà Apple. Ciò nonostante le notizie sulla Mela non mancano: proprio questa settimana il CEO della compagnia californiana ci ha "deliziati" con un'intervista rilasciata al The Wall Street Journal. In primis Tim Cook ha confermato che ci saranno nuove categorie di prodotti entro l'anno (chi ha detto iWatch?) su cui il suo team sta lavorando. Come se non bastasse il successore di Steve Jobs si è lasciato andare a dichiarazioni inerenti lo schermo del prossimo iPhone, a causa di un'utenza che a gran voce chiede un display dalle dimensioni maggiori: "Non diremo ‘no' ad un display più grande su iPhone, ma vogliamo che tutte le tecnologie alla sua base siano pronte per offrire un grande prodotto e la qualità che tutti desiderano". E proprio quando tutti cercavano di immaginare come potesse essere l'iPhone 6 in base a queste parole ecco comparire come d'incanto le foto leak fronte/retro del dispositivo. Peccato fossero un clamoroso fake.