Speciale 4YFN: il Mobile World Congress alternativo

Dall’evento del Mobile World Congress dedicato alle start-up, il primo tablet modulare e molte altre novità.

speciale 4YFN: il Mobile World Congress alternativo
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Realizzato all’interno del Mobile World Congress, il 4YFN (4 Years From Now) è un evento dedicato alla presentazione di progetti, idee e soluzioni innovative nel campo del mobile e dell’elettronica di consumo.
All’interno della manifestazione si svolgono anche numerosi seminari e incontri tra promettenti start-up, investitori e colossi dell settore. L’evento ha visto la partecipazione di 199 aziende, multinazionali come Intel e Bayer hanno presentato le loro proposte insieme a moltissime start-up o piccole aziende sconosciute alla maggior parte dei presenti.
In questo articolo abbiamo selezionato i prodotti più innovativi e promettenti mostrati durante il corso della manifestazione.

Tecnologia modulari per tutti

Circular Devices è stata sicuramente l’azienda che più ha impressionato i partecipanti. L’azienda è divenuta famosa qualche mese fa per aver presentato il Puzzlephone, uno smartphone modulare diretto concorrente del ben più famoso Project Ara di Google.
Al 4FYN, Alejandro Santacreu, Ceo della compagnia, ha annunciato una partnership con ImasD, azienda spagnola specializzata nello sviluppo di architetture modulari. Le due aziende uniranno le loro forze per lanciare entro l’anno i primi prodotti basati su una nuova piattaforma chiamata ARM (Advanced Removable Modules), realizzata in collaborazione con Samsung.
Con ARM si potranno sviluppare sistemi capaci di accogliere tre diverse tipologie di moduli. I moduli Core ospiteranno il Soc e la Ram. Saranno disponibili vari tipi di processori, dai Cortex M3 economici e a basse prestazioni fino ad arrivare a soluzioni decisamente più performanti che utilizzeranno i Soc Exynos di Samsung o le Cpu Intel. Ci saranno poi moduli sviluppati direttamente da ImasD di vario tipo, da quelli per lo storage a quelli dedicati alla connetività (Wi-Fi, 3G/4G, Bluethoot). ARM sarà un’architettura aperta, anche agli sviluppatori esterni, che attraverso gli slot Mini Pci express potranno realizzare i propri moduli e venderli direttamente. ImasD ha annunciato al MWC il Click ARM One, il primo tablet modulare al mondo. Il suo arrivo è previsto per questa estate ed è già ordinabile ad un prezzo di 289 euro.
La collaborazione tra Circular Devices e ImasD permetterà la creazione di un ecosistema che consentirà di condividere i moduli tra il Puzzlephone, il Click ARM One e altri prodotti come il PuzzleCluster, il primo PC costruito con moduli “riciclati” o inutilizzati.

La tecnologia del futuro

Parliamo ora di LEIA, azienda americana che ha presentato un’interessante tecnologia capace di generare immagini olografiche utilizzando un display LCD. Il primo prototipo, che riprende il nome dal celebre personaggio di Guerre Stellari, è in grado di visualizzare un’immagine 3D, visibile da 64 angolazioni diverse, senza l’utilizzo di occhiali dedicati. Tutto questo è possibile grazie all’utilizzo di una tecnologia proprietaria per il vetro del display, capace di indirizzare la luce emessa in modo molto più preciso rispetto ai tradizionali LCD. L’azienda sta ancora lavorando ai primi prototipi con risultati molto promettenti. I primi kit di sviluppo saranno disponibili entro la fine dell’anno.
Clime è un piccolo sensore che permette di misurare a distanza, tramite il proprio smartphone, una serie di parametri come l’umidità, la luminosità, la temperatura dell’ambiente o il movimento degli oggetti a cui è applicato. Un’app dedicata ci ricorderà di innaffiare le piante, ci avvertirà quando il nostro bucato è asciutto, ci permetterà di monitorare i movimenti dei nostri bambini e molto altro ancora. E’ già possibile pre-ordinare Clime in vari Kit a partire da 26 dollari.
Nautilus VR è un curioso visore per la realtà virtuale specializzato nel ricreare ambiente acquatici, utilizzabile sott'acqua. Grazie a questo visore, inserendo il nostro smartphone nel dispositivo, potremmo immergerci nella barriera corallina ed osservare i pesci tropicali più belli, anche in una semplice piscina. A differenza dei normali visori, il Nautilus VR copre integralmente il viso di chi lo indossa, con un tubo respiratore che serve per respirare sott'acqua.

Al 4YFN sono state presentate moltissime app di vario tipo, tra le più interessanti PhotoMath. Questa applicazione è capace di risolvere equazioni matematiche utilizzando la fotocamera del nostro smartphone. Sviluppata dall’azienda Microblink, l’app permette di visualizzare tutti passaggi necessari alla risoluzione di vari tipi di formule. Il software è già disponibile gratuitamente per Android , iOS e Windows Phone.
In conclusione ricordiamo altri due prodotti: la piattaforma Idomotics che consente di creare in modo facile e veloce un impianto domotico per la propria casa e il Roawds, un sensore in grado di rilevare un incidente stradale e di avvertire automaticamente i mezzi di primo soccorso. Questo è già disponibile sul mercato al prezzo di 79 euro e non richiede un abbonamento annuale.