Acer: dai monitor HDR ai nuovi laptop, le novità gaming presentate a New York

All'evento Next@Acer l'azienda di Taiwan ha presentato nuovi laptop e due monitor da gioco, per una lineup molto completa.

speciale Acer: dai monitor HDR ai nuovi laptop, le novità gaming presentate a New York
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

All'AMC Loews Theatre di New York Acer ha presentato la lineup per il 2017, davvero ricca di prodotti. Questa compre i settori del mercato tecnologico più disparati, si va dai notebook di fascia bassa fino a quelli più potenti, passando per un nuovo orologio smart, un visore per la mixed reality, monitor HDR e molto altro. Vedere questa massa di dispositivi tutti insieme, presentati da un'unica azienda, fa un certo effetto, ma in questo speciale vogliamo focalizzarci sul segmento gaming, che ha mostrato diverse novità, alcune molto particolari. La linea Predator infatti è destinata ad arricchirsi nei prossimi mesi, con l'arrivo di due laptop, molto diversi tra loro, e di due monitor, uno dei quali destinato alla fascia High End del mercato. Insomma, sembra chiaro che Acer vuole spingere forte in questo ambito, sempre più al centro delle strategie delle aziende tech e divenuto ormai fondamentale, soprattutto in ottica futura.

Fascia media e alta, i nuovi laptop in arrivo

Sull'enorme schermo iMAX dell'AMC Loews Theatre prima, e direttamente con i prodotti esposti poi, Acer ha mostrato i suoi progetti per questo 2017, un anno fondamentale per la sua linea gaming. I notebook della linea Predator si sono concentrati fino a questo momento solo sulla fascia alta, con prodotti molto completi e performanti ma allo stesso tempo anche piuttosto costosi. Si tratta di device che finora hanno raggiunto solo gli utenti più esigenti e disposti a spendere, ma per generare volumi di vendita maggiori è giunto il momento di entrare anche nel segmento medio, con la nuova linea di notebook Predator Helios 300. Questi saranno disponibili in due tagli per quanto riguarda il display, uno da 15.6 e l'altro da 17.3 pollici, entrambi Full HD e con tecnologia IPS. La scelta del Full HD è saggia, soprattutto osservando la sezione video di cui sono dotati, che parte da una GTX 1050 Ti per finire a una più potente GTX 1060. All'interno troviamo poi fino a 32 GB di RAM DDR4 e diverse configurazioni per i dischi, di tipo SSD fino a 512 GB, in coppia con una più tradizionale unità meccanica da 1 TB. La CPU è disponibile in due varianti, un i5 7300HQ e un più potente i7 7700HQ, con un peso che parte da 2.7 Kg per il modello di dimensioni inferiori, mentre quello più grande arriva invece a 3 Kg. Il prezzo parte da 1499€, decisamente meno rispetto ai Predator visti fino ad ora, ma comunque una cifra che pone questa variante in diretta competizione con altri produttori del settore. Diverso il caso del Predator Triton 700. Con un peso di soli 2.6 KG e dimensioni di 393x263 mm, con uno spessore di 18.9 mm, questo laptop è destinato a dare un piccola scossa al settore, visto che al suo interno Acer è riuscita ad inserire una potente GTX 1080 (ma sono disponibili anche altri modelli). Se si esclude il costosissimo Razer Blade Pro, per cui servono però anche più di 4000€, non esistono altri modelli dotati della GPU top di gamma NVIDIA che riescano a mantenere dimensioni così contenute. Altra particolarità di questo modello è l'inserimento del touch pad sopra la tastiera (meccanica), al di sotto di un vetro Gorilla Glass che mostra anche parte del sistema di dissipazione interno: una scelta certamente coraggiosa, che potrebbe non essere condivisa da tutti, ma alla fine durante il gioco il touch pad non serve e utilizzando un vero mouse tutto torna alla normalità.

L'inserimento di una 1080 all'interno di una scocca tanto piccola è stato permesso da un sistema di dissipazione interno molto particolare, che sfrutta ventole con palette in metallo e dotate di una forma unica, che consentono una migliore dissipazione termica nonostante lo spazio ristretto. Il resto della configurazione comprende CPU Intel i7-7700HQ (o 7300HQ a seconda della configurazione), fino a 32 GB di RAM DDR4 e 512 GB di SSD M.2, disco meccanico d'appoggio da 1 TB e display da 15.6" Full HD. Il prezzo per questo modello High End parte da 3299€, cifra alta ma commisurata all'hardware e alle caratteristiche piuttosto uniche di questa gaming machine.

Monitor: nel segno dell'HDR

Al CES di Las Vegas di quest'anno Acer è stata, insieme ad Asus, l'unica azienda a presentare un monitor HDR per PC dedicato al gioco. I motivi sono diversi, tra cui le esigenti richieste di NVIDIA per ottenere la certificazione G-Sync HDR, che richiede un hardware avanzato per essere ottenuta. Basti pensare che i modelli mostrati finora hanno tutti 384 zone di retroilluminazione nascoste dietro al pannello, pannello che deve raggiungere una luminosità di almeno 1000 nit per essere compatibile con gli standard imposti da NVIDIA, il tutto con un input lag prossimo allo zero. Insomma, appare chiaro che almeno all'inizio il gaming HDR su PC sarà per pochi, puntando tutto sulla qualità. Qualità che non sembrano davvero mancare al Predator X27. Si tratta di un monitor da 27" con risoluzione 4K da 144Hz, dotato di pannello IPS, tempo di risposta di 4 ms e, ovviamente, luminosità di picco di 1000 nit. Basato sulla tecnologia Quantum Dot, l'X27 sfrutta un pannello a 10 bit, in grado di coprire il 99% dello spazio di colore Adobe RGB e il 96% di quello DCI-P3, per una resa del colore che promette molto bene. Lo abbiamo visto all'opera, e come nel caso di modelli simili, contrasto e luminosità di picco spiccano molto rispetto alle soluzioni tradizionali, con le fonti luminose che vengono enfatizzate molto durante il gioco, per un effetto molto particolare.

Solo vedendolo dal vivo si può capire il cambiamento rispetto ai monitor tradizionali, anche se il prezzo, ancora sconosciuto, sarà certamente alto rispetto alla media.
Più tradizionale è invece il Predator Z271UV, dotato di pannello TN curvo ma senza HDR. Si tratta di un modello con diagonale da 27" e risoluzione QHD, con un refresh rate di 165 Hz e tempo di risposta di 1 ms. In questo caso il pannello è a 8 bit e in grado di riprodurre una luminosità di 400 nit, coprendo per il 130% lo spazio di colore RGB e per il 95% quello DCI-P3. Sia il Predator Z271UV che l'X27 offrono la tecnologia Tobii per il rilevamento dei movimenti oculari.

Acer A New York Acer ha presentato una lineup davvero sterminata. Tra notebook tradizionali, 2 in 1, monitor, indossabili e laptop da gaming le alternative non mancavano. Grandi assenti, e questo potrebbe essere un segnale, gli smartphone, senza nemmeno un esponente di questa categoria. Tornando al gaming però, qui le novità sono corpose e a spiccare sono soprattutto il notebook Predator Triton 700 e il monitor X27 con HDR. Si tratta di prodotti innovativi e dotati di specifiche, soprattutto il laptop, davvero uniche nel loro genere, a testimonianza dell’impegno dell’azienda in questo campo. In verità, manca anche un nuovo modello della gamma Nitro all’appello, che probabilmente non arriverà in Italia, un laptop con GTX 1050 meno costoso dei modelli mostrati e che avrebbe potuto aprire le porte ad Acer anche al segmento basso del mercato, un vero peccato. Nonostante questo, l’impegno di Acer in questo settore testimonia anche il raggiungimento della piena maturità nell’ambito gaming, e le collaborazioni sempre più strette con Intel per lo sviluppo degli eSport non potranno che accrescere ancor di più il background di Acer in questo settore, sempre più fondamentale per il futuro.