AMD Ryzen: le nuove CPU arrivano a marzo, parola di AMD

AMD ha diffuso i dati finanziari dell'ultimo trimestre fiscale, confermando il periodo di uscita dei più importanti prodotti che vedremo nel 2017.

speciale AMD Ryzen: le nuove CPU arrivano a marzo, parola di AMD
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Il 2016 è stato un anno di transizione per AMD. Nel settore dei microprocessori non ci sono state novità, mentre nelle GPU hanno fatto il loro esordio le schede video Polaris, che si sono però concentrate solo nella fascia media e bassa. La RX 480 ha fatto segnare ottimi numeri, anche se questo non basta per riportare i conti a posto, ma ormai manca sempre meno per raggiungere il pareggio di bilancio, segno che il periodo più buio è passato. Se pensiamo che quest'anno arriveranno anche le GPU Vega e le CPU Ryzen, il futuro sembra più roseo di quanto si possa pensare, a patto che i nuovi prodotti si dimostrino realmente all'altezza. Ad ogni modo, Lisa Su, CEO di AMD, ha approfittato della diffusione dei dati finanziari dell'ultimo trimestre dell'anno per fare un importante annuncio sui nuovi processori Ryzen: finalmente si ha un periodo di uscita certo, fissato per marzo, mese in cui le CPU di AMD saranno già disponibili in grande quantità. Una bella notizia, soprattutto per gli appassionati, in attesa di scoprire la proposta di AMD prima di aggiornare il proprio PC.

Ancora in rosso, ma va meglio

I conti di AMD stanno migliorando di trimestre in trimestre. Questa notizia è probabilmente la più importante data da Lisa Su, perché alla fine è il profitto l'obbiettivo principale di un'azienda. Profitto che ancora non c'è, ma che arriverà se il trend continuerà su questa strada. AMD ha chiuso l'ultimo trimestre fiscale con un fatturato di 1.11 miliardi di dollari, per una perdita operativa stimata in 3 milioni di dollari. Anche se può sembrare un dato negativo, il confronto con lo scorso anno è invece estremamente positivo: basti pensare che nel quarto trimestre del 2015 le perdite operative ammontavano a 49 milioni di dollari. Anche il fatturato è cresciuto del 15% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A trainare le vendite nel segmento consumer troviamo proprio l'unico settore in cui AMD ha realmente innovato nel corso del 2015, le GPU, che hanno fatto segnare un aumento del 28% rispetto al 2015. Nonostante i dati positivi, anche questo settore risulta ancora in rosso, con una perdita di 21 milioni di dollari. Interessanti i dati sulla divisione enterprise, embedded e semi-custom, che a dispetto del nome un po' criptico nasconde uno dei fiori all'occhiello dell'azienda. In questo ramo societario troviamo infatti, tra le altre cose, i chip prodotti per PS4, PS4 Pro, Xbox One e Xbox One S; commesse importanti, che hanno avuto il loro peso nel sostenere l'azienda in questi anni non certo entusiasmanti finanziariamente. Le vendite ammontano a 506 milioni di dollari, con un utile di 47 milioni solo nell'ultimo trimestre. Ampliando lo sguardo a tutto il 2016, AMD ha annunciato un fatturato di 4.27 miliardi di dollari, con una perdita operativa di 372 milioni di dollari, contro i 481 del 2015. Anche se i dati sono negativi, il fatturato è cresciuto del 7% rispetto al 2015, un elemento che lascia ben sperare per il 2017.
Proprio il 2017 sarà fondamentale per capire se AMD continuerà sulla retta via. Come dimostrato dalle GPU, in netta crescita nelle vendite rispetto al passato, l'innovazione paga, ecco perché Lisa Su ha voluto fare un po' di chiarezza sull'arrivo dei prodotti più importanti dell'anno, le CPU Ryzen e le GPU Vega. I processori Ryzen saranno i primi ad arrivare sul mercato, nel mese di marzo, con disponibilità ampia fin dal primo giorno, almeno secondo quanto affermato dal CEO di AMD, che ha confermato inoltre di essere già al lavoro sulle nuove CPU Zen 2 e Zen 3. L'obbiettivo è quello di realizzare questi processori con il processo produttivo a 7 nm, il che sposta il loro arrivo piuttosto in la nel tempo, visto che si tratta di un processo produttivo ancora problematico sui grandi volumi. Tra aprile e giugno arriveranno invece le CPU Naples per server e le attese GPU Vega. A partire invece da luglio ogni mese sarà buono per vedere le APU Raven Ridge, con architettura Zen e GPU Polaris/Vega, prodotti che potrebbero rendere davvero interessanti la soluzioni CPU+GPU, aumentando di molto le prestazioni rispetto ai modelli attuali.

AMD Anche se i dati rilasciati da AMD parlano ancora di saldo negativo, il trend indica un buon miglioramento rispetto allo scorso anno. Se pensiamo che nel 2017 arriveranno pezzi grossi del calibro di Ryzen e Vega, allora non si può che essere ottimisti sul futuro dell’azienda. Se marzo ci sembra un buon periodo per lanciare le CPU Ryzen (Kaby Lake non ha impressionato rispetto a Skylake), diverso è il discorso per Vega. Tutto dipenderà dalle prestazioni delle schede finali, ma AMD ha già lasciato ad NVIDIA un vantaggio enorme nella fascia alta. Il lancio di Vega nel secondo trimestre dell’anno darà ad NVIDIA la possibilità di ribattere fin da subito alle nuove GPU, se non con Volta almeno con le attese GTX 1080 Ti, che potrebbero rendere Vega meno attraenti agli occhi degli appassionati.