AMD svela RYZEN, il primo processore Zen con 8 core e 16 thread

AMD ha finalmente svelato ufficialmente il primo processore con architettura Zen, che farà parte della serie RYZEN.

speciale AMD svela RYZEN, il primo processore Zen con 8 core e 16 thread
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

L'evento New Horizon tenuto da AMD in Texas ha mostrato tante novità interessanti sull'architettura Zen. La società di Sunnyvale non poteva sfruttare periodo migliore per presentare una nuova famiglia di CPU, che andranno a coprire l'intero mercato, dalla fascia bassa a quella alta. AMD non ha solo lavorato sul fronte processori, ed in futuro l'architettura Zen sarà accompagnata dalle schede grafiche Vega, in sostituzione della serie Fury.
AMD crede che la fascia alta del mercato dei processori sia il settore chiave per innovare in ambito gaming, e tale affermazione dovrebbe finalmente portare la società americana laddove era mancata gli scorsi anni. Essa si aspetta infatti un aumento dei ricavi di circa il 25% nel settore gaming, prendendo come riferimento il periodo temporale che va dal 2015 a 2018. Se isoliamo i possibili guadagni derivanti dall'hardware gaming, le stime dell'azienda di Sunnyvale prevedono incassi globali che superano i 30 miliardi di dollari, senza dimenticare le tecnologie VR ed AR che stanno emergendo solo ultimamente, e che sicuramente daranno una spinta in più a tutto il settore.

Il primo esemplare della famiglia RYZEN

Il brand che abbraccerà tutte le CPU di AMD con architettura Zen si chiamerà ufficialmente RYZEN, e prenderà con sé la stragrande maggioranza dei processori dedicati al gaming. All'evento New Horizon è stato mostrato il top di gamma della famiglia RYZEN, ovvero un modello con 8 core e 16 thread, grazie al Simultaneous Multithreading. Questo modello ha un base clock di 3,4 GHz ed una cache L2 ed L3 da 8 MB, più un ulteriore livello di memoria veloce condivisa di 4 MB - il totale arriva quindi a ben 20 MB di cache. Secondo AMD, questo chip ha soddisfatto gli obiettivi fissati da AMD, con un numero di istruzioni processate per clock aumentato del 40% rispetto alla precedente architettura Bulldozer.

Per quanto riguarda il TDP abbiamo un valore almeno allineato alla concorrenza, con 95 W di massimo calore generato, che è abbastanza interessante se lo rapportiamo alle specifiche di questo componente. Il bello è che la variante con base clock da 3,4 GHz è solo il modello standard di questo processore ad otto core, ed in futuro arriveranno modelli con frequenze più spinte.

I test di RYZEN

La presentazione della nuova gamma di processori è stata tenuta dal giornalista videoludico e personalità televisiva Geoff Keighley, che ha mostrato un hands-on mai visto prima, proprio sul primo esemplare presentato al pubblico della gamma RYZEN.
Per la seconda volta, AMD ha fatto live un test che prevedeva un esemplare con architettura Zen confrontato all'Intel Core i7-6900K, che è anch'esso un modello da 8 core e 16 thread (ma con frequenza di 3,7 GHz). La differenza sostanziale è che però l'i7-6900K ha un TDP da ben 140 W, che sono 45 W in più rispetto ai 95 W di RYZEN.
Il benchmark effettuato ha previsto nuovamente Blender come protagonista, il software per la creazione di oggetti tridimensionali. Il carico di lavoro era personalizzato, come nella precedente versione del test. Il risultato è stato a vantaggio di AMD, il cui processore ha impiegato 54 secondi per completare il task, in controtendenza rispetto ai 59 secondi impiegati dall'i7-6900K. Tutto ciò è stato possibile con un TDP minore per la CPU con architettura Zen.

Si è trattato quindi una suite di test molto simile a quella utilizzata in passato, meglio dunque prendere questi dati con le pinze, in attesa di test indipendenti per avere un riscontro migliore. Oltre ai benchmark sul processore RYZEN, AMD ha condotto anche un altro test riguardante una scheda grafica con architettura Vega. Nello specifico, l'azienda ha fatto girare tale GPU con Star Wars Battlefront a risoluzione Ultra HD: il risultato è stato un frame rate fluido ed elevato, senza rallentamenti. Anche in questo caso, comunque, non riteniamo troppo affidabile test: Star Wars Battlefront offre un motore grafico piuttosto snello, meglio dunque attendere ulteriori riscontri.

AMD Ryzen I processori con architettura Zen, e quindi facenti parte della famiglia RYZEN, arriveranno nel primo quarto del prossimo anno. Dapprima AMD li lancerà in quantità limitata , per poi andare a pieno volume nel Q2 2017, periodo in cui tali CPU saranno disponibili su un’ampia fascia di settori di mercato per assecondare le necessità di ogni tipologia di giocatore. Ricordiamo inoltre che coloro che vorranno dotarsi di un processore con architettura Zen dovranno rifarsi alla nuova piattaforma di AMD, che porterà tra l’altro tanti miglioramenti all’ecosistema della società, compreso il supporto alle memorie DDR4 e al socket AM4.