Android 7 Nougat: tutte le novità dell'OS di Google

Scopriamo le novità inserite da Google nell'ultima versione del suo OS, disponibile nei device Nexus e in arrivo negli altri smartphone Android.

speciale Android 7 Nougat: tutte le novità dell'OS di Google
Articolo a cura di

Android 7 Nougat è l'ultima incarnazione del celebre robottino verde, rilasciata in via ufficiale il 22 agosto per i dispositivi Nexus compatibili. Questa rappresenta la naturale evoluzione del sistema operativo sviluppato da Google, notevolmente migliorato nel corso degli anni. Il colosso di Mountain View ha dato infatti dato ascolto ai numerosi feedback ricevuti da utenti e sviluppatori, ponendo l'accento su performance e stabilità del sistema. Ma le innovazioni, ovviamente, non si fermano qui: andiamo perciò ad analizzare le principali novità introdotte con Android 7.

Daydream e supporto alle API Vulkan

Annunciata durante il Google I/O 2016, Daydream è la nuova piattaforma di Big G dedicata alla realtà virtuale. Per garantire le migliori prestazioni possibili, Google ha stipulato importanti partnership con le più influenti compagnie del settore, pronte a realizzare smartphone VR-Ready; tra queste, spiccano Samsung, HTC, LG, Xiaomi, Huawei e ASUS. Il colosso di Mountain View ha poi progettato un design di riferimento per i visori, realizzando inoltre un controller dotato di appositi sensori per la percezione del movimento, da utilizzare all'interno della piattaforma Daydream, ma non è tutto. Per garantire agli utenti la migliore esperienza possibile, Google ha collaborato con diverse società al fine di realizzare applicazioni pensate appositamente per Daydream. Tra le numerose aziende coinvolte nel progetto, menzione d'onore spetta a Netflix, HBO, Ubisoft e ad Electronic Arts. Infine, la compagnia fondata da Sergey Brin e Larry Page ha riprogettato alcune delle sue app (come Play Movie, Google Foto e YouTube) in modo da essere utilizzate al meglio su Daydream. Queste saranno scaricate da un'apposita sezione del Play Store realizzata per la realtà virtuale e accessibile da Daydream Home, l'interfaccia della piattaforma.
Android 7 ha inoltre introdotto il supporto alle API Vulkan, migliorando notevolmente le prestazioni grafiche dei videogiochi sviluppati per il sistema operativo di Google. Tali API forniscono agli sviluppatori un accesso diretto alla GPU, in modo da gestire al meglio le risorse hardware a loro disposizione. Ciò si traduce inoltre in un carico ridotto sul processore, ottimizzando così l'intera esperienza di gioco.

Autonomia migliorata

Con l'avvento di Android Marshmallow, Google ha introdotto un nuovo sistema di gestione dei consumi, Doze, che limita le attività in background durante i lunghi periodi di inattività, contribuendo così a migliorare l'autonomia del dispositivo. Doze entra in funzione ogni qualvolta lo smartphone non viene utilizzato per un certo periodo di tempo, in modo da non limitare in alcun modo le attività dell'utente. Una volta attiva, tale funzione pone il terminale in uno stato di sleep, riattivandolo periodicamente per sincronizzare i dati delle applicazioni o nel caso in cui si riceva una notifica ad alta priorità. Questa funzionalità è stata ulteriormente migliorata su Android 7 Nougat, in modo da consentire un maggior risparmio energetico persino quando il dispositivo si trova nella borsa o in tasca. Google ha inoltre sviluppato una nuova modalità di risparmio dati che, se abilitata, permette di limitare l'accesso alla rete cellulare a tutte le applicazioni eseguite in background.

Multiwindow e Quick Switch

Dopo vari esperimenti condotti da alcuni produttori, tra cui Samsung e LG, Google ha finalmente deciso di rendere il multiwindow uno standard su tutti i dispositivi Android. Tale funzionalità permette di utilizzare due applicazioni contemporaneamente, dividendo lo schermo a metà e decidendo quanto spazio concedere all'una e all'altra. Inoltre, a seconda delle app utilizzate, è possibile beneficiare della funzione drag-and-drop, copiando porzioni di testo e spostando i file da una finestra all'altra. In tal modo, Google punta a favorire la produttività su Android, spesso messa in secondo piano dagli sviluppatori. Infine, la modalità Quick Switch consente di spostarsi velocemente tra le ultime due app utilizzate, il tutto tramite un doppio tap sul pulsante dedicato alle applicazioni recenti.

Sicurezza

La novità più importante in termini di sicurezza su Android 7 riguarda sicuramente il Direct Boot, che permette ad alcune app selezionate di essere perfettamente funzionanti all'avvio del dispositivo, il tutto senza aver inserito le proprie credenziali d'accesso quali PIN, impronta digitale, password o quant'altro. Ciò si rivela piuttosto utile nei casi di riavvio spontaneo dello smartphone, poiché permette di continuare a ricevere notifiche e avvisi dalle applicazioni più utilizzate. I file sono, ovviamente, criptati automaticamente da Android Nougat, in modo da preservare le proprie informazioni personali. La nuova versione del sistema operativo sviluppato da Google permette inoltre di scaricare e installare aggiornamenti in background, evitando di disturbare così l'utente, che si limiterà a riavviare il dispositivo per rendere effettivi gli update. Tuttavia, tale funzionalità sarà disponibile unicamente sui nuovi smartphone e tablet lanciati con Android 7, poiché verrà ad essa dedicata una specifica partizione della memoria interna.

Emoji

Android 7.0 Nougat introduce il supporto al nuovo standard Unicode 9.0, che porta con sé ben 72 nuove e colorate emoji. Le emoji assumono ora sembianze umane, abbandonando quel particolare stile che ha da sempre contraddistinto le cosiddette "faccine" di Android. Tale aggiornamento offre inoltre la possibilità di cambiare il colore della pelle delle emoji, in modo simile a quanto accade su WhatsApp da alcuni mesi a questa parte. Tra le nuove emoji, menzione d'onore spetta a quelle dedicate agli sport olimpici e alle pietanze caratteristiche, come la paella e i Pancakes.

Piccola curiosità: in origine, le nuove emoji sarebbero dovute essere 74, e non 72. Le due emoji escluse rappresentavano, rispettivamente, un fucile e la disciplina del Pentathlon. Quest'ultima è stata eliminata perché non raffigurava al meglio suddetto sport, mentre la prima sembra sia stata rimossa dallo standard Unicode 9.0 per volontà di Apple ed altre compagnie del settore, tutt'altro che entusiaste all'idea di introdurre una nuova arma tra le numerose emoji presenti sui loro sistemi.

Notifiche

Su Anroid 7 Nougat le notifiche sono state riorganizzate e raggruppate per applicazione ma, tramite un semplice tap, queste possono essere ampliate e consultate singolarmente. Inoltre, come già accade per alcune applicazioni quali WhatsApp o Hangouts, sarà possibile rispondere ad un messaggio direttamente dalla tendina delle notifiche (ovviamente, l'ultima parola spetta agli sviluppatori di ogni singola app, che dovranno ora implementare questa funzione all'interno delle loro creazioni). Infine, quando arriverà una nuova notifica, sarà possibile regolarne le impostazioni tramite una semplice pressione prolungata. In tal modo, Google consentirà ai suoi utenti di controllare l'afflusso di notifiche, silenziando le meno importanti.

Lingue

Android Nougat permette di selezionare più di una lingua nelle impostazioni, migliorando così il supporto alle varie applicazioni. Ad esempio, installando un'app compatibile solo con la seconda o con la terza lingua, Android avrà modo di eseguirla nell'idioma supportato, evitando agli utenti di dover modificare il tutto tramite l'apposito menu di sistema. E, per lo stesso motivo, Google Chrome potrà effettuare ricerche multi-lingua senza il bisogno di dover impartire ulteriori comandi.