Apple dirà addio al Touch ID, iPhone 8 sarà l'ultima alternativa al Face ID?

Secondo KGI Apple potrebbe abbandonare definitivamente il Touch ID nel 2018 in favore del nuovo Face ID introdotto con iPhone X.

speciale Apple dirà addio al Touch ID, iPhone 8 sarà l'ultima alternativa al Face ID?
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Dopo il jack da 3.5 mm, un'altra vittima illustre potrebbe cadere per mano di Apple. Questa volta non parliamo di uno standard internazionale con molti anni sulle spalle, ma del Touch ID, l'iconico pulsante frontale che ha caratterizzato i design di iPhone negli ultimi anni. Non solo design però, perché il Touch ID è anche il sistema di sblocco principale di iPhone e un elemento fondamentale per Apple Pay, lasciando ben intendere l'importanza di questo piccolo elemento nell'ecosistema della mela. Ora però sembra proprio che il suo ciclo di vita sia giunto al termine, come affermato da Ming-Chi Kuo, analista di KGI, che per la seconda volta ha ribadito che il prossimo anno, il Touch ID, potrebbe scomparire per sempre.

Il Touch ID è morto, viva il Face ID

Secondo gli analisti di KGI il Face ID, per ora esclusiva di iPhone X in uscita a novembre, dovrebbe essere invece integrato in tutta la lineup 2018. Nonostante i problemi produttivi iniziali e un po' di scetticismo sull'effettiva validità di questo metodo di sblocco, Apple è convinta che il Face ID sia il futuro e sembra decisa a puntarci con fermezza. Non solo iPhone infatti, perché nei giorni scorsi diversi rumor hanno indicato la presenza del nuovo sensore anche sulla gamma iPad. Non sappiamo se quanto affermato da Kuo e da altre fonti nelle ultime settimane corrisponda alla verità, ma di certo Apple ha dimostrato più volta di non andarci tenera con gli standard che intende abbandonare, e il jack da 3.5 mm è la prova più lampante. Di certo però, puntando tutto sul Face ID, Apple sembra chiudere le porte verso i futuri lettori di impronte digitali a ultrasuoni, che dovrebbero portare la scansione al di sotto del vetro frontale. Tecnologia però ancora molto acerba e che necessita di ulteriori affinamenti, almeno per quanto visto finora. Voci di corridoio vogliono la presenza di questa tecnologia già il prossimo anno sul nuovo Note di Samsung, ma a più riprese KGI ha affermato che i tempi di sviluppo dovrebbero essere più lunghi per un'implementazione perfetta del lettore di impronte sotto il vetro. Vedremo, nel frattempo però è possibile fare un'ulteriore considerazione. Se tutti i dispositivi Apple del 2018 adotteranno davvero il Face ID, allora significa che il prossimo anno tutta la lineup sarà interamente composta da device borderless?

Per quanto riguarda gli smartphone, l'introduzione del Face ID su tutta la gamma implica per forza di cose la scomparsa dei bordi, visto che lo spazio a disposizione è ristretto e introdurre il sistema di fotocamere frontali senza eliminare le cornici sarebbe una mossa assurda. Su iPad, complici anche le dimensioni, il Face ID potrebbe essere invece integrato nel bordo superiore, appena sopra al display, ma l'eliminazione del Touch ID lascerebbe molto spazio inutilizzato sotto allo schermo. L'arrivo del Face ID su tutta la gamma Apple quindi potrebbe avere conseguenze più importanti di quanto si possa pensare, ma solo il prossimo anno scopriremo se Kuo e KGI hanno fatto le giuste previsioni.