Speciale Asus Lineup: Padfone, Transformers, Taichi

Asus mostra i suoi nuovi prodotti: Padfone, Transformers, Taichi

speciale Asus Lineup: Padfone, Transformers, Taichi
Articolo a cura di
Andrea Schwendimann Andrea Schwendimann nasce smontando un 486DX e divorando qualsiasi videogame da allora in avanti. Non ha resistito a nessuna piattaforma, appassionandosi a qualsiasi genere, pur prediligendo gli FPS, gli action-adventure, gli RPG e l'hardware da gaming in ogni declinazione. Lo trovate su Facebook, su Steam e su Google Plus.

Durante la Design Week di Milano della scorsa settimana abbiamo avuto modo di dare un occhio all'intera lineup ASUS di questi mesi, in un ampio padiglione tutto dedicato alla casa di Taiwan. Tra Padfone, Fonepad e Transformer vari stanno arrivando una caterva di prodotti, tanto che ci siamo ritrovati quasi spiazzati dalla lunga lista di nomi piuttosto simili. Tra le varie versioni di smartphone, tablet, notebook, notepad e PC sono sicuramente tre le versioni che più ci hanno colpito, perchè ancora una volta innovazione è la parola d'ordine.

Transformer Book TX300

Questo notebook in uscita a Maggio, vuole portare le prestazioni delle serie Vivo e Zenbook verso gli orizzonti polivalenti della linea transformer: con un singolo gesto il suo schermo può staccarsi e diventare un tablet indipendente. Windows 8 in questo caso non potrebbe essere sistema operativo più appropriato e pare pensato apposta per un prodotto di questo tipo, capace di mutare completamente l'interfaccia da tastiera e touch a touch-only. Il processore i7 montato è in versione Ultra Low Power che, dobbiamo ammettere, è un bell'inglesismo per dichiarare il downclock senza mezzi termini della CPU, che andrà nettamente meno del corrispettivo. L'uso business del prodotto, giustifica da tempo questa scelta per prezzo e durata delle batterie, ma è sempre bene ricordare queste differenze ai lettori. Come per il Transformer Pad, la tastiera sganciabile funziona come vera e propria dock-station, con batterie aggiuntive e hard disk (non flash) da 500 Gb per lo storage. Le prestazioni, nonostante quanto detto, sono per ovvi motivi su un altro pianeta rispetto a prodotti simili visti fin'ora, ma dovrebbero andarsi ad affiancare con l'ondata di Smart PC (gli ibridi PC/tablet) che si è già scatenata dopo l'uscita dell'ultimo sistema operativo Microsoft. Questo Transformer Book ci ha fatto in ogni caso una buona impressione per solidità dell'offerta, comprendente uno schermo FullHD che fa sempre piacere.

Prezzo consigliato: 1599€
Uscita: Maggio

Specifiche Tecniche:

Windows 8 Professional
Processore Intel® Core™ i7-3537 ULV
Display multi-touch 13,3” Full HD con tecnologia IPS
500GB HDD (dock notebook) e 128GB SSD (tablet)
RAM: 4GB DDR3 dual-channel (1600MHz)
Videocamera frontale HD e fotocamera posteriore da 5MP
Tablet: 213 x 340 x 4~11mm / 950 grammi
Dock: 219 x 340 x 3~12.9mm / 900 grammi

Transformer AiO

Se da una parte l'arrivo del Transformer Book potevamo ampiamente prevederlo già l'anno scorso, quello del Transformer All-in-One è stato una sorpresa. In pratica si tratta di un desktop compatto identico all'apparenza alla serie AiO da cui deriva, ma che permette allo schermo di staccarsi e diventare un gigantesco tablet FullHD da 18". Proprio come per la linea Transformer, la base diventa quindi una dock-station che in questo caso funziona diversamente rispetto al Book e al Pad. Il Transformer All-In-One infatti monta ben due hardware totalmente differenti a seconda se viene usato come tablet oppure attaccato alla base: nel primo caso saremo su piattaforma Nvidia Tegra 3, mentre nel secondo ci affideremo a un i7 con scheda grafica dedicata Geforce 730M. Come recepire un simile innovativo prodotto in uscita in questi giorni? Sicuramente con entusiasmo a nostro giudizio dato che facilmente ci immaginiamo un uso di tipo entertainment casalingo unito alla produttività di una piattaforma desktop. Molto interessante anche l'offerta di due sistemi operativi in contemporanea. Con un tasto, in qualsiasi momento (che sia agganciato o meno), potremo passare dall'ambiente Windows 8 ad un ambiente Android, sicuramente ad oggi più ricco di applicazioni dedicate al mercato tablet. Dunque l'uso comune in famiglia o in ufficio del Transformer AiO potrebbe davvero risultare molto conveniente, anche considerando il prezzo molto contenuto rispetto alla doppia offerta proposta che permette in un colpo solo di utilizzare due piattaforme.

Prezzo consigliato: da 1299€
In uscita: Aprile

Specifiche Tecniche:

Processore
PC Station: Intel® Core™ i7-3770 / i5-3350P / i3-3220 di terza generazione
Tablet: NVIDIA® Tegra® 3 quad-core
Sistema operativo
PC Station: Windows 8 (64-bit)
Tablet: Android 4.1 Jelly Bean
Display
18,4”(1920 x 1080) LED retroilluminato con tecnologia IPS
10 punti capacitivo multi-touch
Grafica
PC Station: NVIDIA® GeForce® GT 730M (2GB)
Fotocamera
1- megapixel, frontale
Memoria e storage
PC Station: RAM DDR3 fino a 8GB (1600Mhz)
Hard disk SATA fino a 2TB
Tablet: RAM DDR3 2GB (1600Mhz) con 32 GB di storage
Batteria
Tablet: 38Wioni di litio per un utilizzo fino a 5 ore
Dimensioni
Tablet: 294 x 466 x 18mm
PC Station: 267 x 466 x 162mm
Combinato: 376 x 466 x 162mm
Peso
PC Station: 4,1kg
Tablet: 2,4kg

Taichi

Lasciando da parte la linea Transformer, ASUS ha presentato per il mercato italiano il Taichi, il primo portatile dotato di due schermi integrati messi uno da una parte e uno dall'altra della cover di chiusura. I due schermi possono essere usati in contemporanea o singolarmente come meglio si crede, quindi da chiuso il Taichi è un tablet Windows 8, mentre quando lo si apre è un notebook con una modalità denominata Mirror per riprodurre contenuti selezionati a chi ci sta seduti di fronte. Nonostante l'incredibile risultato tecnologico del Taichi, dobbiamo ammettere che ci risulta difficile immaginarci un uso intenso del doppio schermo in ambiente consumer (vedersi un film mentre un altro lavora?). Più facile che in ambiente business possa venire utilizzato per gestire presentazioni senza l'uso di proiettori o sale apposite. In ogni caso lo schermo doppio è multi-touch solo all'esterno e il peso si avvicina molto a quello di un notebook di dimensioni decisamente maggiori dei 12" del Taichi, mentre la batteria per un uso intenso a due schermi è molto ridotta. Attendiamo di provarlo con mano per più dei pochi minuti concessi per poter esprimere un giudizio più approfondito.

Prezzo consigliato: 1599€
Uscita: Già disponibile

Specifiche Tecniche:

Doppio Display 11.6” Full HD
Processore Intel® Core™ i7-3517U
4GB di RAM
256GB di memoria SSD
1,25 Kg

Padfone Infinity

A pochi mesi dalla presentazione del Padfone 2, nessuno si aspettava un'altra versione del device combo di ASUS. Sia smartphone che tablet, con un meccanismo di inserimento nello schermo più grande, il Padfone ha riscosso un discreto successo grazie alla versatilità. Questa nuova versione monta un processore Snapdragon 600 leggermente più potente dell'S4 Pro e uno schermo più grande 5" Full HD. Provandolo con mano la fluidità di navigazione ci è sembrata analoga, ma è la definizione ovviamente che è migliorata nettamente, arrivando da un'ormai bassa 1280x720, aumentata anche sulla dock-station per una corrispondenza diretta con la parte smartphone. Il prezzo previsto è piuttosto elevato rispetto ai seicento euro circa del Padfone 2, per un prodotto che al primo impatto ci è sembrato ottimo e destinato alla fascia molto alta. Non possiamo risparmiarci dal confermare il mancato supporto Google Experience che per un prodotto di questa fascia è decisamente importante.

Prezzo: 999€
Uscita: Maggio

Specifiche Tecniche:

Sistema operativo
Android 4.2 Jelly Bean
Processore
Qualcomm® Snapdragon™ 600 quad-core (1.7GHz) con GPU Adreno 320
Display
5” (1920 x 1080 / 441PPI) Super IPS (400 nit)
Vetro antigraffio Corning® Glass con rivestimento anti-impronta
Multi-touch a 10 punti di contatto
Fotocamere
Posteriore: 13MP Sony BSI Sensor, apertura f/2.0, lenti a 5 elementi, autofocus, flash LED, 8FPSmodalità burst (100 scatti sequenziali)
Frontale: 2MP
Memoria
Storage
Memoria RAM: 2GB LPDDR2-1066
Storage: 32GB/64GB
50GB di spazio ASUS WebStorage, gratuiti per 2 anni.
Batteria
2400 mAh ai polimeri di litio (non-rimovibile)
Fino a 19 ore di conversazione 3G, fino a 410 ore di standby
Dimensioni
143,5 x 72,8 x 6,3~8,9mm
Peso
141 grammi

Fonepad

Non poteva mancare l'offerta di ASUS per la nuova categoria dei tablet 3G. La dimensione atipica dello schermo offre un'ampia visione, superiore in risoluzione a quello che sembrerebbe il diretto concorrente, ovvero il Galaxy Tab 2 7.0. Quello che colpisce è la presenza di un processore intel Atom quad-core, nettamente più performante della concorrenza anche per questioni di fruibilità con l'OS Google. Alla breve prova la fluidità era perfetta e non stentiamo a immaginarci che presto device di questo tipo potrebbero sostituire in toto gli smartphone, grazie alle caratteristiche migliori della maggior parte della fascia media, uno schermo maggiore e un prezzo decisamente abbordabile. Peccato in questo caso per la mancanza della Google Experiencec che avrebbe permesso una migliore compatibilità nel tempo con il sistema operativo della casa di Larry Page.

Prezzo: 229€
Uscita: Aprile

Specifiche Tecniche:

Sistema operativo
Android 4.1
Processore
1.2 GHz quad core Intel Atom Z2420 con GPU Power VRSGX540
Display
7” (1280 x 800 / 261 Pixel density)
Multi-touch a 10 punti di contatto
Fotocamere
Posteriore: 3.2MP
Frontale: 1.2MP
Memoria
Storage
Memoria RAM: 1GB
Storage: 8GB/16GB
5GB di spazio ASUS WebStorage.
Batteria
Fino a 9 ore di utilizzo
Dimensioni
10,4mm spessore dichiarato
Peso
340 grammi

Asus L'avvento di Windows 8 sembra aver aperto una nuova stagione nel mercato tablet e PC e ASUS continua sulla linea dell'anno scorso, presentando una vastissima gamma per ogni esigenza. Fonepad, Transformer Book e AiO sono sicuramente i tre prodotti che ci hanno lasciati maggiormente favorevoli date le particolari funzionalità che potrebbero ritagliarsi una folta nicchia di utenza anche di fronte a concorrenti più blasonati. Dobbiamo citare per concludere i nuovi modelli della linea Zenbook, dotati di schermo Touch che, pur non apportando alcun altro cambiamento se non un leggero refresh di specifiche, rimangono forse il prodotto di punta della casa taiwanese che ad oggi si rivela senza mezzi termini il più innovativo e coraggioso produttore di hardware di consumo.