CES 2016

Chevrolet Bolt: l'elettrico costa sempre meno

Al CES 2016, il costruttore americano ha presentato un nuovo modello alimentato a batteria, spazioso ed elegante, che arriverà anche in Italia nel 2017, con un prezzo molto competitivo per la categoria.

speciale Chevrolet Bolt: l'elettrico costa sempre meno
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

I costruttori di auto sono stati, quest'anno, tra i maggiori protagonisti del CES di Las Vegas, attirando l'attenzione di tutti i media internazionali. La nuova Chevrolet Bolt è stata sicuramente una delle novità più interessanti. Mostrata sotto forma di concept agli inizi del 2015 al Salone di Detroit, è arrivata ora al Consumer Elettronic Show 2016 nella sua veste definitiva.
Quest'auto ha fatto molto parlare di sé, non solo per il design moderno ed elegante, ma soprattutto per le sue specifiche tecniche, con il suo prezzo (30000 dollari) adatto ad un ampia fetta del mercato, e l'ottima autonomia, di circa 200 miglia.
Scopriamo nel dettaglio le principali caratteristiche di questa nuova monovolume compatta.

Design e caratteristiche tecniche

La nuova Chevrolet Bolt adotta, nel settore delle piccole monovolume, il design tipico della casa americana con linee molto moderne e raffinate. Il frontale è elegante ma è sulle fiancate che troviamo le soluzioni stilistiche più interessanti con gli elaborati profili sotto le portiere e le grandi superfici vetrate. Al posteriore spiccano gli ampi fari con un elemento che arriva anche sul lato della vettura ed il piccolo spoiler presente sopra il lunotto. All‘interno, l'abitacolo è molto spazioso grazie alle batterie alloggiate al di sotto del pianale, offrendo spazio per cinque passeggeri con un bagagliaio dalla capacità di 478 litri.
Per quanto riguarda gli interni, già dal primo sguardo colpisce l'ampio display da 10,2 pollici che domina la plancia, con un secondo schermo da 8 pollici riservato al guidatore. Anche qui le linee sono molto pulite e moderne, con numerosi vani portaoggetti a disposizione degli occupanti. I progettisti della Chevrolet hanno sviluppato un cruscotto con particolari in plastica lucida e piccoli profili cromati, con tutti i comandi facilmente accessibili.
Al CES, Chevrolet non ha rilasciato moltissime informazioni sulle specifiche tecniche di questa vettura, ma maggiori informazioni verranno annunciate durante il Salone di Detroit (dal 16 al 24 gennaio).

Fino ad ora sappiamo che l'auto avrà un'autonomia dichiarata di 200 miglia, secondo lo standard EPA, circa 320 km. Le batterie, realizzate in collaborazione con LG Chem, potranno essere ricaricate fino all'80% in meno di un'ora con colonnine fast, mentre sfruttando i 240 Volt, con la "power station" fornita da Chevrolet, si dovrebbe arrivare ad un pieno in 9 ore. La casa americana promette che ogni ora di ricarica consentirà all'auto di estendere la sua autonomia fino a 40 chilometri.
Per quanto riguarda le prestazioni, la Bolt sarà in grado di accelerare da 0 a 60 miglia orarie (96,5 km/h) in 7 secondi.

Infotainment e dotazioni di sicurezza

La Chevrolet Bolt è all'avanguardia anche per le dotazioni di bordo. Come già detto in precedenza, su questa vettura elettrica troveremo un sofisticato sistema d'infotainment ospitato su uno schermo da 10,2 pollici. Questa piattaforma, denominata Chevrolet MyLink, è facilmente personalizzabile dall'utente ed ospita un avanzato navigatore in grado di visualizzare tutte le stazioni di ricarica nei pressi del veicolo. E' anche in grado di elaborare i percorsi migliori, ottimizzando i consumi energetici in base allo stile di guida del pilota, l'ora, il meteo e le condizioni della strada.
La Bolt sarà, inoltre, fornita di connettività 4G LTE, Hot-spot WiFi e, tramite l'app MyChevrolet installata sul nostro smartphone, saremo sempre in grado di verificare lo stato della ricarica, accendere l'auto e attivare il condizionatore.
Questo sistema d'infotainment è anche compatibile ed espandibile con i vari servizi e app offerti dalle piattaforme Android Auto e Apple CarPlay. La Bolt ospita una telecamera posteriore ad alta risoluzione in grado di mostrare le immagini sullo specchietto retrovisore ed il Surround Vision, un sofisticato sistema di videocamere a 360 gradi, capace di fornire una visione ottimale dell'auto, molto utile nelle manovre in fase di parcheggio.
Di ottimo livello anche le dotazioni di sicurezza della vettura con 10 airbag ed un telaio in acciaio ad alta resistenza. La Bolt monta, inoltre, vari sistemi, anche radar, che aiutano a prevenire eventuali incidenti, come la frenata anti-collisione e anti-pedone e sensori di mantenimento corsia.
Ricordiamo il sistema di assistenza vocale OnStar, per richiedere ogni genere di informazione durante il viaggio, utile anche in caso di emergenza. Infine, la Bolt registrerà il nostro stile di guida consentendo di confrontarlo con gli altri possessori dell'auto, per stabilire il guidatore più efficiente.

Prime impressioni, prezzo e disponibilità

Dalle prime prove su strada, condotte dalla stampa specializzata a Las Vegas durante il CES, sono emersi già giudizi molto positivi. I guidatori della Bolt si sono dichiarati subito molto soddisfatti delle prestazioni complessive, con un comportamento dell'auto rapido e reattivo grazie alle performance del motore elettrico e al baricentro basso. Di buon livello anche le valutazioni della vettura nel traffico, con l'efficiente sistema di frenata rigenerativa. Grazie alle batterie posizionate sotto al pianale è stato possibile anche ottenere una buona abitabilità interna, con un ottimo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori. Inoltre il design da monovolume consente di avere a disposizione un ampio vano di carico in grado di ospitare anche oggetti molto ingombranti.
In conclusione parliamo del prezzo e della disponibilità di quest'auto. La produzione della Bolt inizierà nei prossimi mesi negli stabilimenti in Michigan, con le prime consegne previste tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017. Il prezzo di listino è di 37.500 dollari (34.300 Euro circa), che però scende a 30000 grazie agli incentivi statali stanziati dal governo USA. In Italia, la Chevrolet Bolt dovrebbe arrivare nel corso del 2017, nella versione realizzata da Opel, come avviene già oggi con la Volt, venduta nel nostro paese con piccole modifiche e il nome Ampera.

Chevrolet Bolt Il settore delle auto elettriche è sempre più affollato con l’arrivo di nuovi modelli, adatti anche al grande pubblico e non solo a chi non ha problemi di budget. Sul mercato, già oggi, sono presenti auto alimentate a batteria molto interessanti e che non richiedono un enorme esborso di denaro, come ad esempio la Nissan Leaf o la Renault Zoe a cui si affiancheranno prossimamente altri prodotti. Ricordiamo, infatti, che nel 2017 è previsto l’arrivo anche anche della Tesla Model 3 con un prezzo compreso tra i 35 e i 40.000 dollari e con un’autonomia di 320 km circa, praticamente identica a quella della monovolume della casa americana. Secondo Mary Barra, amministratrice delegata di General Motors, la Bolt rappresenta la "prima elettrica per le masse". Un’auto destinata a soddisfare le esigenze di un’ampia fetta di mercato, grazie al suo prezzo, alla sua versatilità e alle sue caratteristiche tecniche. Non ci resta, quindi, che attendere ulteriori informazioni dal Salone di Detroit per scoprire anche i più piccoli dettagli (potenza, velocità massima, ecc) di questa interessante vettura elettrica.