Cinque alternative cinesi agli smartphone top di gamma

Gli smartphone dei brand cinesi sono sempre più apprezzati e diffusi, scopriamo quindi cinque alternative ai flagship tradizionali, provenienti dalla Cina.

speciale Cinque alternative cinesi agli smartphone top di gamma
Articolo a cura di

Negli ultimi anni, il mercato orientale dedicato alla telefonia mobile è andato incontro ad una crescita senza precedenti. L'iniziale diffidenza nei confronti dei produttori cinesi ha presto lasciato spazio ad una fiducia pressoché incondizionata, giustificata da prezzi aggressivi e, soprattutto, dalla qualità dei suddetti dispositivi, che non hanno nulla da invidiare a quanto proposto da colossi del calibro di Samsung e Apple. Ma quali sono le migliori alternative cinesi agli smartphone top di gamma? Da OnePlus 3 a Xiaomi Mi5, ecco i device più interessanti attualmente sul mercato.

OnePlus 3

Nel 2014, OnePlus destabilizzò il mercato degli smartphone presentando un dispositivo dalle ottime specifiche tecniche ad un prezzo più che accessibile. Nonostante un controverso sistema ad inviti che ne limitò l'acquisto, OnePlus One superò ogni più rosea aspettativa di vendita, conquistando i cuori di milioni di appassionati. Ora, forte dei consensi raccolti negli ultimi anni, la compagnia cinese fondata da Pete Lau ha lanciato sul mercato un nuovo smartphone, OnePlus 3, dotato di un design ispirato e di caratteristiche da top di gamma, il tutto ad un prezzo decisamente contenuto. OnePlus 3 vanta infatti un corpo monoscocca completamente in metallo, accompagnato da un display Full HD da 5,5 pollici e da un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 820. Il dispositivo ospita inoltre 6 GB di RAM LPDDR4, una memoria interna UFS 2.0 da 64 GB ed una batteria da 3,000 mAh. Il lettore di impronte digitali presente su OnePlus 3 è tra i più veloci sul mercato e consente di sbloccare il dispositivo in meno di 0,2 secondi. OnePlus 3 è poi dotato di fotocamera posteriore da 16 Megapixel con apertura f/2.0 e due tecnologie di stabilizzazione ottica (OIS e EIS), che contribuiscono a ridurre la sfocatura. Lo smartphone dispone infine di un bootloader sbloccato, per fornire agli utenti il massimo della flessibilità in ambito modding.

Xiaomi Mi5

In soli sei anni, Xiaomi è riuscita a conquistare la fiducia del pubblico occidentale grazie a prodotti di ottima qualità a prezzi decisamente allettanti, costringendo diversi colossi del settore a rivedere le proprie strategie di mercato. Xiaomi Mi5 rappresenta forse il miglior dispositivo ad oggi realizzato dalla compagnia cinese, combinando un design elegante e ricercato a specifiche tecniche da top di gamma. Lo smartphone monta un display Full HD da 5,15 pollici, racchiuso in una scocca di metallo che curva dolcemente sul retro, adattandosi perfettamente al palmo della mano. Al suo interno, Mi5 è dotato di un processore Qualcomm Snapdragon 820 e, a seconda delle versioni, di 3 o 4 GB di RAM. La fotocamera principale è invece caratterizzata da un sensore da 16 megapixel con apertura f/2.0, doppio flash LED e stabilizzazione a 4 assi. Il sistema operativo è, come al solito, personalizzato da Xiaomi con l'interfaccia MIUI, che introduce una pesante personalizzazione del dispositivo, distaccandosi dalla versione stock di Android.

Huawei Honor 8

Honor 8 è l'ultimo dispositivo progettato da Honor, derivazione della ben più nota compagnia cinese Huawei. Grazie a dei prezzi piuttosto aggressivi e ad una campagna di marketing mirata, Honor è subito riuscita a conquistare una buona fetta di mercato in Europa.
Il nuovo Honor 8 abbandona l'alluminio per abbracciare un corpo in vetro, donando allo smartphone un design ricercato e curato in ogni minimo dettaglio. La parte frontale del dispositivo ospita un ampio display Full HD da 5,2 pollici con tasti a schermo. Al suo interno, è presente un processore octa-core HiSilicon Kirin 950, accompagnato da 4 GB di RAM e da una memoria pari a 32 o a 64 GB, a seconda delle varianti.

La fotocamera di Honor 8 rispecchia in tutto e per tutto la volontà di Huawei di proseguire con una configurazione ibrida, contraddistinta da ben due obiettivi da 12 megapixel, pronti a fornire il miglior scatto in ogni condizione. La batteria integrata ha una capacità di 3000 mAh e, grazie alla ricarica rapida, Honor 8 può beneficiare del 40% di autonomia aggiuntiva in soli 30 minuti.

Meizu Pro 6

Meizu non rientra certo tra i produttori più conosciuti in quest'ambito ma, negli ultimi anni, la compagnia fondata da Jack Wong è andata incontro ad una crescita senza precedenti. Tale successo ha permesso all'azienda di investire in settori chiave quali ricerca e sviluppo, dando alla luce smartphone in grado di competere ad armi pari con colossi del calibro di Samsung e Huawei.
Meizu Pro 6, presentato dalla compagnia cinese lo scorso aprile, vanta un design elegante e curato, nonché un display Full HD da 5,2 pollici. Al suo interno, Pro 6 ospita un processore Mediatek Helio X25, 4 GB di RAM ed una memoria pari a 32 o a 64 GB, a seconda delle varianti. La batteria da 2.560 mAh garantisce il supporto alla ricarica rapida, mentre la fotocamera principale è dotata di un sensore da 21 megapixel con apertura f/2.2 ed autofocus laser. Anche qui, il sistema operativo (basato su Android 6.0) è stato personalizzato da Meizu con l'interfaccia proprietaria Flyme.

Zuk Z2 Pro

Nonostante sia stata fondata solo lo scorso anno da Lenovo, Zuk Mobile gode già di un'ottima reputazione tra gli appassionati di tecnologia. Complici dispositivi dalle ottime caratteristiche tecniche e prezzi piuttosto aggressivi, Zuk è subito riuscita a conquistare la fiducia di migliaia di consumatori sparsi per tutto il mondo.
Zuk Z2 Pro è l'attuale top di gamma della compagnia cinese, contraddistinto da un display Full HD da 5,2 pollici, da un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 820 e da ben 6 GB di RAM LPDDR4, accompagnati da una memoria interna UFS 2.0 da 128 GB. L'ampia batteria da 3.100 mAh supporta inoltre la tecnologia di ricarica rapida Quick Charge 3.0, che premette di arrivare all'80% in poco più di 30 minuti. La fotocamera principale è dotata di un sensore da 13 megapixel con apertura f/1.8, dual flash LED e due tecnologie di stabilizzazione ottica (OIS e EIS). Il sistema operativo è stato personalizzato dal produttore con interfaccia ZUI, priva di app-drawer.