Cos'è e come funziona WhatsApp Business, la nuova app pensata per le aziende

Scopriamo la nuova applicazione WhatsApp Business e tutte le funzionalità pensate per le aziende e le attività commerciali.

speciale Cos'è e come funziona WhatsApp Business, la nuova app pensata per le aziende
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Dopo aver spopolato tra gli utenti comuni, WhatsApp è ora pronta a fare il salto puntando alle aziende. La popolare applicazione di messaggistica istantanea possiede ora una variante denominata Business, attualmente in beta (per chi fosse interessato, è possibile provare ad accedervi rispondendo a questo sondaggio). Oggi andremo ad analizzare questa nuova app dettagliamente, vedendo assieme le nuove funzionalità proposte. Iniziamo la nostra disamina!


Che cos'è WhatsApp Business

Innanzitutto stiamo parlando di un client totalmente separato dal normale WhatsApp. Per farvi capire meglio, l'app in questione verrà pubblicata a parte, con una relativa pagina sui vari store (ad esempio, questa è quella relativa al Play Store, attualmente inaccessibile per chi non è beta tester). L'intento di WhatsApp Business sembra chiaro: separare il lavoro dalla vita privata. Può sembrare banale, ma questo è un problema sempre più diffuso nella nostra società e può comportare anche gravi conseguenze nelle vite delle persone. Le aziende potranno, dunque, comunicare con i propri clienti tramite questa nuova app, presentandosi come società e non come singolo individuo. Ovviamente gli "utenti normali" continueranno ad utilizzare la solita app di WhatsApp per messaggiare con le aziende.

Come funziona

Avviando per la prima volta WhatsApp Business, ci si trova dinanzi ad un'app del tutto simile a quella "originale", con solamente alcune piccole differenze. Questo è sicuramente un punto a favore, dato che oramai un numero spropositato di persone utilizza quotidianamente l'app di messaggistica istantanea in questione. Insomma, se sapete utilizzare WhatsApp, sapete utilizzare anche la variante Business. Non mancano, però, le novità, come la voce dedicata alle statistiche, che consente di vedere il numero di messaggi inviati, ricevuti, consegnati e letti. Interessanti anche le "impostazioni per aziende", che consentono di modificarre il proprio profilo business inserendo tutte le modalità di contatto (sito web, indirizzo fisico, e-mail e descrizione). Per distinguere un profilo Business da uno "normale", ci sarà una sorta di verifica dell'account che indicherà agli utenti che stanno conversando con un'azienda e non con un singolo soggetto.

Inoltre, non manca la possibilità di configurare un messaggio di risposta automatico, che può contenere anche delle emoji e che verrà inoltrato ai clienti quando l'azienda non sarà reperibile. Esso può essere impostato in modo che si attivi automaticamente ad una certa ora oppure basterà attivarlo/disattivarlo manualmente dalle impostazioni. Oltre a questo, per le aziende ci sarà anche la possibilità di registrare un numero di rete fissa da utilizzare con WhatsApp Business, scelta fatta per convincere anche chi non vuole saperne di utilizzare il proprio numero di cellulare. Da notare che la variante Business può essere installata in contemporanea con quella "normale" in uno stesso smartphone. Infine, il logo dell'app è stato modificato ad hoc, con una "B" che indica "Business" in bella vista.

Disponibilità

Come abbiamo già detto in precedenza, WhatsApp Business è per ora disponibile solamente in beta e gli screenshot diffusi online sono relativi esclusivamente alla versione Android. Nonostante questo, l'app in questione arriverà con ogni probabilità anche su iOS. L'applicazione sarà rilasciata in forma gratuita per le piccole e medie imprese, mentre le grandi aziende potrebbero dover sborsare un po' di denaro per ottenere funzionalità avanzate. Potrebbero, dunque, esserci alcune funzionalità dell'app "bloccate" fino a quando non si pagherà la cifra richiesta, anche se crediamo che perlomeno al lancio tutto sarà disponibile gratuitamente. La data di lancio, però, è ancora un mistero, anche se non dovrebbe mancare molto. Attendiamo fiduciosi.