Ecco i primi prezzi delle schede madri AMD AM4 per Ryzen

Un rivenditore australiano ha messo in lista alcune schede madri corredate di giorno di uscita e prezzo di vendita al pubblico.

speciale Ecco i primi prezzi delle schede madri AMD AM4 per Ryzen
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

Con l'arrivo dei processori Ryzen, AMD si è impegnata per supportare il loro massimo potenziale con l'idea di mettere sul mercato un ecosistema del tutto nuovo, basato sul socket AM4. Questo prenderà il posto del socket AM3+ e lavorerà assieme a chipset totalmente costruiti da zero, come l'X370 e il B350. Uno degli aspetti che dovrebbe essere dalla parte di AMD è il prezzo, sia dei processori Ryzen sia delle schede madri da acquistare assieme a questi; i piani dovrebbero quindi seguire un listino prezzi consumer-oriented, anche per recuperare il terreno nei confronti della rivale Intel. Tramite un negozio australiano sono trapelati i prezzi di preordine, le specifiche e la data di lancio di alcune motherboard AM4. Due di queste sono relegate alla fascia media del mercato con il chipset B350, mentre le altre due sono indirizzate al settore più spinto con il chipset X370, per chi vuole le massime prestazioni soprattutto l'overclocking.

Nei dettagli delle schede madri trapelate

I modelli trapelati sono tutti progettati da ASUS, che nel campo è uno dei produttori più affidabili e rinomati. Come abbiamo detto poco fa, sul negozio australiano Eyo (che nel paese è uno dei maggiori retailer di hardware per PC) hanno fatto capolino due motherboard con chipset B350, chiamate rispettivamente ASUS AM4 Prime B350-Plus e Prime B350M-A. Ricordiamo fin da subito che il B350, pur essendo un chipset di fascia media, supporta completamente l'overclocking. Entrambe le board hanno una sezione audio isolata, quattro slot DDR4 e sei porte SATA 3. La differenza principale fra le due è che la prima è una scheda madre ATX, e quindi si fregia di due slot PCIe 3.0 x16, a differenza della Prime B350M-A che ha un formato micro ATX; in questo caso, come da prassi, gli slot PCIe 3.0 x16 si fermano a uno. Altro elemento di diversità presente nella Prime B350 è un sistema di dissipazione passivo che va ad incidere sulle temperature dei VRM, e che durante l'overclocking potrebbe dare una spinta in più.
L'ASUS AM4 Prime X370-Pro è invece la terza board che Eyo ha messo in lista, questa volta con chipset X370. Questa scheda madre dovrebbe essere lo sweet spot sia per gli overclocker sia per i giocatori, offrendo prestazioni di fascia alta senza però costare un occhio della testa.

Il compromesso è stato raggiunto eliminando le funzionalità poco utili e sfruttate solo da una minima parete degli utenti, senza ovviamente rinunciare alle feature cardine, come uno slot M.2, tante fasi di alimentazione e un header per il supporto a porte USB 3.1 frontali.
La soluzione di fascia più alta trapelata è la ASUS AM4 X370 Crosshair VI Hero, probabilmente il modello di punta offerto dalla società taiwanese. Lo schema di colori è monocromatico e imperniato su tonalità prese esclusivamente dalla scala di grigi, come scelto per la serie ASUS ROG Maximus, dedicata però alla piattaforma Intel. Le fasi di alimentazione sono 8 + 4 e sono digitali, per un totale quindi di 12 fasi che ASUS chiama DIGI+.

I prezzi di vendita

Secondo lo shop australiano, le schede madri dovrebbero essere disponibili per il 24 febbraio, cioè a brevissimo. Per i processori Ryzen invece si parla di una presentazione ufficiale prevista il 2 marzo, cioè solo qualche giorno dopo.
I prezzi di vendita indicati, invece, sono chiaramente per il mercato australiano, e potrebbero differire per l'Europa e per il paese nostrano. Questo perché in Italia abbiamo un'IVA differente e delle tasse di importazione di diversa caratura, e di conseguenza i costi in esame potrebbero variare. Ad ogni modo, non pensiamo negativamente: l'Australia è un paese piuttosto caro, e generalmente l'hardware ha un costo più elevato rispetto per esempio agli Stati Uniti.
I prezzi di vendita inseriti dal rivenditore sono i seguenti:

Asus Crosshair VI Hero AM4 AMD X370: $380.63
Asus Prime X370-PRO AM4 AMD X370: $245.85
Asus Prime B350-PLUS AM4 AMD B350: $152.50
Asus Prime B350M-A AM4 AMD B350: $128.70

Di seguito i corrispettivi convertiti in euro:

Asus Crosshair VI Hero AM4 AMD X370: 275 €
Asus Prime X370-PRO AM4 AMD X370: 175 €
Asus Prime B350-PLUS AM4 AMD B350: 110 €
Asus Prime B350M-A AM4 AMD B350: 93 €

AMD Se prendessimo i costi delle schede madri in Euro e ipotizzassimo che in Italia fossero proprio quelli, allora avremmo un costo praticamente identico a quello delle controparti Intel. Ad esempio, la ROG Maximus IX Hero è venduta attualmente proprio ad un prezzo che si aggira attorno ai € 270. Se così fosse, però, la piattaforma AMD non costerebbe meno di quelle Intel, facendo venire meno le aspettative che gli utenti nutrivano nei confronti delle nuove proposte dell’azienda di Sunnyvale. Ribadiamo, però, che l’Australia non è un paese in cui l'elettronica costa poco e che i prezzi - anche rispetto all’Italia - potrebbero essere più alti: tutto ciò ci fa ben sperare per quelli che saranno quindi i costi ufficiali.