Faraday Future FF 91, la regina delle auto elettriche al CES 2017

Al CES 2017 debutta una vettura elettrica dalle caratteristiche davvero interessanti con un'autonomia fino a 700 Km e guida autonoma di ultima generazione.

speciale Faraday Future FF 91, la regina delle auto elettriche al CES 2017
Articolo a cura di

Al CES di Las Vegas sono sempre più protagoniste le auto e anche in questa edizione la kermesse americana ha ospitato interessanti anteprime mondiali. Soluzioni avveniristiche che troveremo tra qualche anno sulle nostre strade e che anticipano direttamente il futuro del mondo dell'auto.
Tra le proposte più importanti troviamo la FF 91 prodotta dalla quasi sconosciuta Faraday Future, una crossover-coupé elettrica dal design ultra moderno con una potenza di 1065 CV e 700 km di autonomia, dotata anche di avanzate soluzioni hi-tech. Scopriamo, quindi, tutti i dettagli di questa vettura partendo dalle sue caratteristiche tecniche.

Faraday Future FF 91, l'anti Tesla dalle prestazioni record

Faraday Future è un brand poco conosciuto, un'azienda statunitense fondata nel 2014, sostenuta da capitali cinesi (provenienti da LeEco), focalizzata nello sviluppo di veicoli elettrici, che negli ultimi tempi ha fatto molto parlare di sé in particolare per i problemi finanziari che sta attraversando. Al CES 2016, Faraday Future aveva presentato un prototipo con un design estremamente moderno ed aggressivo denominato FFZERO1. Ora all'edizione di quest'anno del Consumer Electronics Show questa azienda ritorna con la FF 91, primo prodotto concreto della compagnia, che anticipa il modello di serie a propulsione elettrica previsto nel 2018. L'azienda californiana, che ha al suo interno molti ex dipendenti Tesla come ad esempio il capo ingegnere Nick Sampson, ha sviluppato un crossover con 5,25 metri di lunghezza, un passo di 3,2 metri, larghezza di 2,2 m e altezza di 1,5 m. Questa vettura è basata su una piattaforma modulare denominata VPA (Variable Platform Architecture), progettata per essere impiegata su varie tipologie di veicoli elettrici, dalle vetture compatte alle sportive, fino alla crossover FF 91.
Dal punto di vista tecnico la trazione su questa piattaforma può essere anteriore, posteriore o integrale, con diverse possibili configurazioni di motore e batteria. Scendendo nel dettaglio su questa vettura troviamo le quattro ruote motrici, mentre l'assetto è regolabile sfruttando le sospensioni attive. Presente anche la sterzata sull'asse posteriore. Per quanto riguarda le prestazioni, la FF 91 può vantare numeri da record. La sua potenza raggiunge i 783 kW (1065 CV) con un'accelerazione da 0 a 60 miglia (96 km/h) in appena 2,39 secondi. Da record anche l'autonomia, grazie alle batterie da 130 kWh realizzate in partnership con LG Chem che promettono una percorrenza nel ciclo EPA di 378 miglia (608 km), oltre 700 chilometri nel ciclo di omologazione europeo NEDC.
Infine il pacco batterie è dotato di un sistema ricarica ultra rapida che in futuro consentirà tempi di percorrenza di 500 miglia con una sola ora di carica. Con una presa 240V si ottiene, invece, il 50% della batteria in 4,5 ore.

Design ultra moderno attento all'aerodinamica

La Variable Platform Architecture (VPA) con batterie sul pavimento e motori elettrici sui due assi ha consentito di realizzare un'affascinante coupé-crossover dal design innovativo e con un Cx pari a 0,25. Decisamente interessante il design del frontale con un unico elemento Led che domina il muso della vettura e fari al posteriore con funzione aerodinamica. Si notano anche la forte inclinazione di parabrezza e lunotto con la particolare forma dei montanti posteriori con tetto nero a contrasto. La fiancata si caratterizza, invece, per le quattro portiere ad armadio con apertura automatica e dotate di sensori di prossimità. Degni di nota anche i cerchi da 22" provvisti di un elemento mobile, con le razze che modificano la loro posizione in base alla velocità.

Guida autonoma e dotazioni hi-tech all'avanguardia

La FF91 è una vettura ultra moderna con un numero record di sensori, tra cui dieci telecamere, 13 radar, 12 sensori a ultrasuoni e scanner Lidar 3D che fuoriesce dal cofano anteriore quando si attiva il pilota automatico. Inoltre sarà anche possibile comandare questa vettura in remoto. Grazie al Driverless Valet, la FF 91 è capace di parcheggiare da sola, senza il conducente a bordo, come dimostrato nella presentazioni tenutasi al CES. La vettura potrà essere richiamata tramite un'app dedicata raggiungendo autonomamente il suo proprietario.

La FF91 è capace di riconoscere l'utente attraverso lo smartphone e l'FFID Account, integrando anche un display sul montante centrale con una telecamera dotata di riconoscimento facciale, assenti le chiavi tradizionali. Infine l'abitacolo che sarà dotato di particolari superfici vetrate per il tetto e i vetri laterali posteriori in grado di oscurarsi al semplice tocco.

Faraday Future FF 91 Molti addetti ai lavori si chiedono se Faraday Future riuscirà a portare la FF91 sul mercato. Al momento le incognite sul progetto e sulla compagnia sono molte; l’azienda sta, infatti, attraversando una difficile crisi finanziaria. Lo sviluppo di questa vettura sembra comunque procedere; FF ha già aperto i preordini sul proprio sito, con un deposito di 5.000 dollari. L'auto sarà assemblata in una fabbrica in Nevada, ancora da costruire. La FF91 è, comunque, una vettura straordinaria dal punto di vista tecnico con un'autonomia fino a 700 chilometri e un'accelerazione da record, dotata inoltre di una piattaforma per la guida autonoma all’avanguardia.