Ferrari 488 Spider, la cabrio che ti fa perdere la testa

Ben 670 CV di potenza, 325 km/h di velocità massima, 0-100 km/h in soli 3 secondi e performance incredibili per l’innovativa cabrio turbo prodotta dalla casa del Cavallino Rampante.

speciale Ferrari 488 Spider, la cabrio che ti fa perdere la testa
Articolo a cura di

Nel segmento delle auto sportive cabrio, la competizione tra i vari marchi è sempre più agguerrita. I brand più famosi come Lamborghini e McLaren hanno lanciato negli ultimi mesi modelli dalle prestazioni decisamente elevate. Vetture come la Huracan spider con 610 CV, trazione integrale e copertura in tela e la 675 LT di McLaren, supercar a tiratura limitata con un tetto rigido retrattile, capace di raggiungere i 200 Km/h in soli 8,1 secondi. In questo segmento di mercato non poteva certo mancare Ferrari, che con la 488 Spider propone una super sportiva con raffinate soluzioni tecniche ed un motore che non teme rivali. Una vettura con un leggero tetto rigido retrattile che adotta ora un propulsore turbo da 670 CV. Analizziamo le novità di questo modello partendo dalle caratteristiche tecniche della versione chiusa, la Ferrari 488 GTB.

Ferrari 488 GTB

La 488 GTB è stata presentata agli inizi del 2015 a quarant'anni esatti dal debutto della 308 GTB, prima Ferrari stradale della storia dotata di V8 posteriore-centrale. La 488 deriva il suo nome dal valore di ogni singolo cilindro e con la sigla GTB riprende una denominazione storica del marchio italiano, Gran Turismo Berlinetta. Questo modello, con un potente propulsore turbo, è disponibile sul mercato ad un prezzo di circa 210.000 euro. La Ferrari 488 GTB è una sportiva a due posti, con motore da 3.902cc a 8 cilindri turbo compresso. Il propulsore è montato in posizione centrale con la trazione posteriore ed è in grado di erogare una potenza massima di 670 CV a 8000 giri/minuto e con una coppia massima di 760 Nm ad appena 3.000 giri/min. Motore che consente un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3 secondi netti e permette di raggiungere i 200 km/h in appena 8,7 secondi con una velocità massima superiore ai 325 km/h.
Dal punto di vista estetico questa vettura ricorda molto da vicino la precedente Ferrari 458. Gli ingegneri della Casa del Cavallino Rampante hanno, però, introdotto varie modifiche in tutte le sezioni dell'auto, che hanno portato ad un incremento del carico aerodinamico del 50% e ad ottenere un notevole Cx pari a 1,67. Il muso è ora dotato di un nuovo frontale caratterizzato dalla doppia "bocca", funzionale all'alimentazione dei radiatori. Lo spoiler anteriore richiama nella forma quelli delle vetture della Formula 1 con al centro due piloni abbinati ad un deflettore che incanala l'aria verso il fondo piatto. La fiancata si distingue nettamente dal modello precedente con una grande presa d'aria del motore denominata "Base Bleed", divisa da un flap centrale. Il flusso che scorre sulla parte superiore, utilizzato anche per l'aspirazione del motore, viene fatto uscire sul retro della vettura con lo scopo di ridurre la resistenza aerodinamica, mentre la parte inferiore della presa d'aria convoglia, invece, il flusso verso l'intercooler. Nuove anche le forme delle portiere che incanalano l'aria verso il posteriore.

Anche in coda troviamo avanzate soluzioni aerodinamiche con l'innovativo spoiler "soffiato" che genera carico verticale senza aumentare la resistenza, associato ad un innovativo diffusore, dotato di superfici aerodinamiche attive. Infine non dimentichiamo i due grossi scarichi posizionati sopra l'estrattore per non interferire con l'aria in uscita dal fondo della vettura. Gli ingegneri della Ferrari hanno lavorato molto anche sul fondo della 488, questo è infatti dotato di generatori di vortici, superfici curve che hanno l'effetto di schiacciare la vettura verso il suolo. Questo elemento, insieme a tutte le altre novità aerodinamiche, contribuisce alla generazione di un carico totale di ben 325 kg a 250 km/h.

Ferrari 488 Spider

La Ferrari 488 Spider, presentata al Salone di Francoforte 2015, è una vettura con avanzate soluzioni sia meccaniche che aerodinamiche con una linea molto armoniosa nonostante la presenza del tetto rigido retrattile. Capote molto leggera, realizzata in alluminio, che si integra perfettamente nella vettura e che la rende molto simile alla versione chiusa. La Ferrari 488 Spider è disponibile ad un prezzo a partire da circa 236.000 euro. Iniziamo ad analizzare le caratteristiche di questo modello partendo proprio dall'avanzato hard top. La Ferrari 488 Spider si distingue per un tetto rigido tra i migliori della sua categoria. L'RHT (Retractable Hard Top) si ripiega in due parti che vengono alloggiate sopra il motore con un notevole risparmio di spazio. Il volume occupato dal tetto quando viene ospitato all'interno della vettura è limitato a soli 100 litri, valore decisamente inferiore rispetto ai tradizionali 150-200 l necessari normalmente per questo tipo di coperture. Si tratta anche di una soluzione molto leggera, 40 Kg in meno rispetto ad altri modelli analoghi con un risparmio di 25 Kg rispetto alle coperture in tela adottate da altre vetture concorrenti.
Occorrono solo 14 secondi per abbassarlo o alzarlo completamente con la possibilità di comandare anche il lunotto posteriore in vetro, regolabile elettricamente in tre diverse posizioni. Dal punto di vista telaistico, la Ferrari 488 Spider ha uno space frame composto da undici diverse leghe di alluminio combinate con materiali nobili, come ad esempio il magnesio. I valori di rigidità torsionale sono uguali a quelli della versione coupé, mentre migliorano del 23% le prestazioni del telaio rispetto al modello precedente.

Caratteristiche tecniche e aerodinamica

Questa vettura ha una lunghezza di 4568 mm, una larghezza di 1952 mm ed un'altezza di soli 1211 mm, per un peso a secco di 1420 kg. La 488 Spider è solamente 50 kg più pesante della 488 GTB e 10 kg più leggera della 458 Spider.
Dal punto di vista estetico si nota la notevole somiglianza con la variante a tetto chiuso. Le differenze principali le troviamo dietro l'abitacolo, con il nuovo cofano che non lascia più vedere il motore. Copertura del propulsore con una forma inedita che è ora dotata di aggressive nervature con nuove griglie per le prese d'aria. Piccole differenze si notano anche a tetto chiuso con il piccolo lunotto verticale e l'assenza della vetratura dietro i finestrini. Dal punto di vista aerodinamico anche in questo modello troviamo tutte le avanzate soluzioni tecniche della GTB come i flap attivi nel diffusore posteriore. Si tratta di tre superfici aerodinamiche controllate da una centralina elettronica integrata con gli altri controlli di dinamica del veicolo. Questa è in grado di modificare il bilanciamento della vettura scegliendo, a seconda delle condizioni, tra un aumento del carico verticale (flap chiusi) o una riduzione della resistenza aerodinamica (flap aperti). Tra le altre caratteristiche innovative troviamo lo spoiler "soffiato", una particolare soluzione aerodinamica brevettata di Ferrari. L'aria entra in una presa alla base del lunotto ed esce dal paraurti posteriore incrementando il livello di downforce senza aumentare la resistenza all'avanzamento.
Sotto il cofano della 488 spider è alloggiato il V8 Turbo da 3902 cm3 della 488 GTB con 100 CV in più rispetto al modello precedente. Questo consente uno 0 a 100 km/h in 3 secondi e di passare da 0 a 200 km/h in 8,7 secondi, con una potenza specifica di assoluto livello, 172 CV/L. La velocità massima di questa cabrio è la stessa del modello chiuso, pari a 325 km/h. Motore, che per fortuna, non cambia tonalità con l'arrivo del turbo. Gli ingegneri della Ferrari hanno lavorato a lungo sull'impianto di scarico, realizzando collettori lunghi e di uguali dimensioni che hanno consentito di mantenere il sound tipico delle supercar del Cavallino Rampante. Una vettura al vertice della sua categoria anche per le varie soluzioni tecnologiche adottate con il controllo elettronico evoluto dell'angolo di assetto (Side Slip Control 2 - SSC2), che consente una maggiore accelerazione longitudinale in uscita dalle curve. L'SSC2 sfrutta il controllo di trazione F1-trac, il differenziale elettronico E-diff e lo smorzamento degli ammortizzatori attivi a controllo magnetoreologico SCM3. Non dimentichiamo, infine, il cambio F1 a doppia frizione a 7 marce. Grazie al nuovo impianto frenante Brembo Extreme Design, la 488 vanta spazi d'arresto inferiori del 9% rispetto al modello precedente. Si tratta di un sistema derivato da LaFerrari, ospitato all'interno di leggerissimi cerchi da 20 pollici.

Infinite possibilità di personalizzazione

La Ferrari 488 Spider è, come da tradizione del marchio, personalizzabile in ogni suo aspetto, a partire dal colore. Il fortunato acquirente può, infatti, scegliere qualsiasi tinta con la possibilità di verniciare in nero la parte superiore della vettura. Si passa poi ai cerchi, disponibili in 6 differenti versioni, con un design decisamente aggressivo. All'esterno si può personalizzare la vettura scegliendo vari elementi realizzati in carbonio, dall'ala anteriore all'estrattore in coda.
Passando agli interni, nell'abitacolo troviamo la classica impostazione Ferrari con tutti i comandi concentrati sul volante e rapidamente accessibili dal pilota. Qui le opzioni sono praticamente infinite, basti pensare alle numerose tinte per gli interni, disponibili anche in pelle bicolore con la possibilità di scegliere anche il tipo di cucitura (tinta, passo e spessore), i tappetini con il logo Ferrari e cinque diverse forme dei sedili. Infine non dimentichiamo accessori come il Kit telemetria, il display dedicato al passeggero ed il pacchetto HELE (High Emotion Low Emission) che include vari accorgimenti tecnici che permettono di ridurre consumi ed emissioni, come il sistema Start&Stop disattivabile.

Ferrari 488 Spider “Dotata di tetto rigido ripiegabile, con il più alto livello di innovazione tecnologica e dal design più estremo” sono le parole utilizzate da Ferrari per definire questa supercar. La Ferrari 488 Spider è una vettura con una linea molto armoniosa, nonostante la presenza della capote, decisamente leggera, che si ripiega in soli 14 secondi. Si tratta sicuramente di una delle migliori vetture scoperte presenti oggi sul mercato, dotata di raffinate soluzioni aerodinamiche riprese dal modello chiuso GTB, come i flap attivi o l’evoluto fondo dell’auto. Una supercar con prestazioni impressionati grazie al nuovo motore turbo da 670 Cv con 760 Nm di coppia ad appena 3000 giri/min, in grado di spingere questa vettura ad oltre 320 km/h.