Speciale Galaxy S4: Gli accessori

Diamo un'occhiata agli accessori che andranno ad espandere l'esperienza utente del Galaxy S4

speciale Galaxy S4: Gli accessori
Articolo a cura di

L’esperienza Galaxy SII e poi III hanno insegnato a Samsung a ragionare nell’ottica dell’utente, per garantirgli un migliore supporto post acquisto e offrirgli diversi oggetti promozionali in abbinamento agli ultimi top di gamma con delle agevolazioni. La strategia dei numeri tuttavia non stimola il cliente nel credere che tali pacchetti in convenienza abbiano un degno valore commerciale se paragonati al catalogo di riferimento e, al contrario, portano a supporre che essi servano ad assestare un programmato colpo di coda delle vendite, per corroborare le tanto sbandierate statistiche di fine stagione. E’ importante per una leader mondiale raggiungere i traguardi prefissati nel minor tempo per smarcare la concorrenza e oltretutto i benefici di tali strategie fanno anche la gioia dei consumatori più restii. Ma adesso i cambiamenti hanno preso il via e per Galaxy S4 si è costruito qualcosa in più che una semplice riedizione. E’ nata tutta una nuova gamma di accessori ad ampio spettro che finalmente accredita ogni tecnologia di contorno impiegata dal device, per rendere più appetibile e manifesto l’assortimento di funzionalità elargite.

Un arcobaleno di novità

Si parte dal nuovo Headset, gli auricolari che ci aspettiamo vengano inclusi nella confezione di S4. Samsung questa volta munisce l’accessorio della dicitura “Premium HiFi sound experience” e il che speriamo corrispondi a un incremento effettivo della qualità e non solo un’elegante affronto alla parternship Beats-HTC. Il formato delle capsule non sembra essere stato ridisegnato come accaduto in casa Cupertino, però sia le alte che le basse frequenze sonore dovrebbero aver guadagnato maggiore definizione e un maggiore spettro d’espressione e bilanciamento. I cavi sono stati assottigliati per limitare al massimo gli inconvenienti d’intreccio.

Ricarica e docking station

Proseguiamo con gli accessori di ricarica, una Wireless Charging Pad / Cover e un più tradizionale Extra Battery Kit. La ricarica senza fili è stata associata in Italia agli ultimi Nokia Lumia, in particolare al modello 920 venduto insieme al wireless charger, sfortunatamente da noi ricevuto in prova con qualche antipatia nei confronti del FatBoy, che doveva ricaricarlo oltre che lasciarlo surriscaldare. Per Samsung si specifica la sigla “Qi” che altro non è che uno standard tecnologico voluto dal World Power Consortium (WPC) a riguardo dell’elettro-induzione magnetica. Questo tipo di ricarica è stato già applicato anche a Galaxy SIII e all’ LG Optimus LTE2 e può essere sfruttato solo a distanza di pochi millimetri attraverso due spirali elettriche, sorgente e finale. Nel caso di S4 la novità sarebbe data dal suffisso Cover, probabilmente un accessorio che abbia la doppia valenza di proteggere il telefono con una cover alternativa e anche d’incorporare la spirale elettrica finale, la quale nei pochi millimetri di spessore del telefono forse non ci stava. Dell’Extra Battery Kit possiamo asserire si tratterà di una conveniente occasione per acquistare un utile caricatore esterno, alimentato dal cavo fornito in dotazione, insieme a un’altra batteria di ricambio sempre da 2600 mAh. Un accessorio similare sarà anche la nuova docking station, che oltre a includere l’alloggiamento di ricarica batteria, possiederà il connettore micro USB sul piedistallo per il Galaxy S4, l’uscita HDMI per il video mirroring a 1080p e altre due porte USB laterali per il collegamento di memorie o accessori aggiuntivi.

Proteggere il Galaxy S4

La prima necessità per dispositivi di questo calibro è sempre e comunque la protezione. Samsung offre un’ampia varietà di cover, introducendo nuove soluzioni e migliorando quelle già esistenti. Ritornano le coloratissime Flip Cover, c’è il classico astuccio in pelle Pouch con spiraglio dei microfoni per non rimuovere la copertura quando si conversa, arrivano le Protective Cover+ a guscio per garantire una protezione consistente dei bordi e del retro, e infine le nuovissime S View Cover che mantengono l’idea delle Flip Cover, aggiungendovi una comoda finestra trasparente sul fronte, per guardare le informazioni utili dal display senza doverle costantemente ripiegare, e lo stand by intelligente alla chiusura come le Smart Cover per iPad.

C'è anche il Gamepad!

La vera sorpresa della nuova gamma di accessori è sicuramente il Game Pad, una periferia di gioco portatile che potrebbe anticipare ulteriori mosse della casa coreana. Il controller si mostra nell’aspetto spudoratamente vicino ai pad Microsoft sviluppati per Xbox 360, dai quali mutua la distribuzione degli stick analogici, perlomeno appiattiti, della croce direzionale e dei 4 tasti A, B, X e Y, che invece risultano perfettamente identici. Al centro presenziano i tasti funzione Android abbinati ai puntuali Start e Select, mentre poco al di sotto spuntano un tasto MODE e un piccolo led di stato; sul bordo inferiore è forse disposto il tasto accensione e sono anche presenti due tasti dorsali. La comodità di una periferica del genere risiede però nella porzione allungabile del bordo superiore, che può facilmente agganciare a se con una stretta sicura un qualsiasi smart device delle dimensioni che spaziano dai 4” fino ai 6.3” - l’ultima una taglia inesistente che supponiamo apparterrà al successore di Note II - per così trasformarsi in una vera e propria console da gioco portatile, rilanciando con le dovute distanze il concetto di Project Shield Nvidia. Non che questa sia un’assoluta novità, dato che molte altre aziende avevano già lanciato accessori di questo tipo compatibili con l’OS Android, come la Gemetel e la PowerA con il suo MOGA; ma l’aver mostrato in prima linea interesse per una declinazione gaming del proprio top smartphone siamo certi rassicuri ancor più gli acquirenti attenti a tale profilo, o più sinceramente, alla componente grafica di Galaxy S4, che ricordiamo essere affidata a Imagination Technologies. L’alimentazione del Game Pad Samsung è invece assegnata a due batterie di tipo AAA le quali speriamo coprano una degna autonomia, e inoltre l’accoppiamento del Bluetooth con Galaxy S4 si avvale dello sfioramento dei chip NFC. Ovviamente è possibile usare il controller anche quando è staccato dallo smartphone, che a sua volta potrebbe essere collegato alla TV sfruttando il cavo MHL/HDMI.

Samsung pensa anche alla salute

Per ultima, anche se dovrebbe essere sempre mantenuta in primo piano, la salute personale, che Samsung ha deciso di salvaguardare tramite il lancio di specifici sensori per il cardio-fitness e controllo biometrico. S-Band è un braccialetto sviluppato per l’app S-Health 2.0, in pelle colorata e fibbia metallizzata, capace di verificare l’efficienza corporea durante il sonno e di registrare distanze, passi e calorie bruciate, anche sott’acqua a 10 m di profondità. HRM è un misuratore del battito cardiaco, funzionante con l’applicazione Running Mate e infine c’è Body Scale, una moderna bilancia Bluetooth sviluppata per funzionare sempre con l’applicazione S-Health, con supporto fino a 7 utenti distinti.

Samsung Galaxy S4 Una lista di accessori dall’indubbio valore e dall’ampio spettro d’impiego. Il nuovo Galaxy S4 crediamo farà davvero il botto se gli analisti prevedono una crescita delle vendite nel primo mese anche decuplicata rispetto al precedente SIII. Ora si può contare sul marchio Samsung anche per munirsi di un cardiometro o di un Game Pad compatibile con S4 e questo fa tanta differenza. Confidiamo, anche se con forti dubbi, in nuove campagne promozionali che agevolino la diffusione dei suddetti accessori. Una di queste è forse già all’orizzonte: all’acquisto del Game Pad ufficiale Samsung saranno disponibili gratuitamente al download 8 giochi degli 80 immediatamente compatibili al lancio.