Google Pixel 2, nuovi leak: il ritorno della gamma Nexus?

I nuovi leak relativi alla prossima "iterazione" della gamma Pixel svelano informazioni inaspettate come il possibile ritorno della famiglia Nexus.

speciale Google Pixel 2, nuovi leak: il ritorno della gamma Nexus?
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Google ha sempre attuato una politica molto inusuale per quanto riguarda i suoi smartphone, la società californiana infatti si è sempre mantenuta molto "cauta" nel pubblicizzare i suoi dispositivi. Tuttavia la gamma "Nexus" è rimasta nel cuore di tutti gli appassionati del settore e ancora oggi c'è chi utilizza un dispositivo appartenente a quella "famiglia" (noi, ad esempio, utilizziamo quotidianamente il nostro fidato 5X ma ci sono molte persone che non riescono ancora a "staccarsi" dal mitico 5, annunciato nel lontano 2013). Dopo la gamma "Nexus", Google ci ha riprovato con quella "Pixel", commercializzando due smartphone dalle ottime caratteristiche tecniche ma mai arrivati sul suolo nostrano se non tramite improbabili importazioni. La società californiana non ha mai rivelato ufficialmente il motivo di questa scelta ma potrebbe essersi trattato di un "test" per sondare il terreno e capire il reale interesse del pubblico. Stando agli ultimi dati, secondo i quali la società californiana avrebbe venduto più di un milione di Pixel, sembra proprio che l'operazione abbia avuto successo. Questo potrebbe, dunque, portare finalmente ad una "commercializzazione globale" della prossima "iterazione" di Google Pixel. Prossima "iterazione" che potrebbe essere più vicina di quel che si pensa, visto che stanno iniziando a circolare online i primi rumor relativi a Pixel 2 (Walleye) e Pixel XL 2 (nome in codice Taimen). Almeno uno degli smartphone (probabilmente Taimen) dovrebbe essere prodotto da LG mentre il restante potrebbe essere affidato a HTC. Tuttavia, entrambi i relativi schermi dovrebbero essere realizzati da LG.

Pixel XL 2 Taimen, 128GB di memoria interna?

Parlando di Taimen, in particolare, questo dovrebbe montare un display QHD (2560x1440 pixel) da 5.9 pollici, un SoC Snapdragon 835 operante fino alla frequenza di 2.45 GHz, 4GB di RAM, una fotocamera posteriore con flash dual LED e 128 GB di ROM (dovrebbero essere commercializzate anche altri varianti con differenti tagli di memoria). Per quanto riguarda il design, Taimen dovrebbe presentare delle cornici "più sottili" rispetto al primo Pixel XL ma mantenere comunque un aspetto molto simile al suo predecessore. Relativamente a Walleye, invece, si parla di un display Full HD (1920x1080 pixel) da 4.9 pollici, un SoC Snapdragon 835, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. In termini di design si rumoreggia che Walleye sia praticamente "identico" all'originale Pixel, con le stesse dimensioni ma con l'introduzione di altoparlanti stereo e la "rimozione" del jack per le cuffie. Tuttavia dovrebbe esserci una sorpresa.

Pixel 2 Walleye, il ritorno della gamma Nexus?

Stando ad un report diffuso su XDA, il software preliminare montato da Walleye, al contrario di quello relativo a Taimen, farebbe riferimento al sensore di impronte digitali denominandolo "Nexus Imprint" anziché "Pixel Imprint". Che il ritorno della tanto amata gamma Nexus sia in arrivo e quello che, per comodità, chiamiamo "Pixel 2" in realtà faccia parte di essa? Per ora sono solo speculazioni e non abbiamo ulteriori informazioni riguardanti il prezzo o la data di uscita ma alcune indiscrezioni parlano di un annuncio previsto per il prossimo ottobre. Staremo a vedere.

Google Pixel Gli ultimi leak relativi alla nuova “iterazione” di Google Pixel svelano delle informazioni molto interessanti. In primis, il possibile ritorno della gamma Nexus, visto l’esplicito riferimento relativo al sensore di impronte digitali di Walleye. Oltre a questo, le caratteristiche tecniche sembrano ottime anche se abbiamo qualche dubbio sul fatto che il SoC Snapdragon 835 venga montato da entrambi i dispositivi. Insomma, ancora una volta bisogna aspettare la conferma ufficiale di Google, il prezzo e i Paesi in cui Taimen e Walleye verranno commercializzati per poter dare delle impressioni più dettagliate. Nonostante questo, l’odierno leak ci ha perlomeno incuriositi. Attendiamo fiduciosi.