Google Pixel 2, PixelBook, Home e Daydream View 2: prezzi e uscita in Italia

Andiamo a vedere assieme tutti gli annunci fatti dalla società californiana nella giornata di ieri: tra smartphone, portatili e molto altro.

speciale Google Pixel 2, PixelBook, Home e Daydream View 2: prezzi e uscita in Italia
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Ieri Google ha tenuto uno speciale evento dedicato alla presentazione dei nuovi dispositivi della gamma Pixel: Pixel 2, Pixel 2 XL e PixelBook. Nonostante questo, la società californiana ha stupito tutti tenendo un ritmo serrato e mostrando ben altri cinque prodotti: Google Clips, Google Daydream 2, Google Home Max, Google Home Mini e Google Pixel Buds. Si va da una nuova fotocamera a degli auricolari, passando per un visore per la realtà virtuale. Vista la quantità di novità presentate all'evento, molti utenti fanno ancora confusione relativamente ai vari prodotti ed alla loro disponibilità in Italia. Abbiamo pensato, dunque, di scrivere questo recap dell'evento, completandolo anche con le informazioni dettagliate emerse nel corso della notte.

AI + software + hardware

La conferenza si è aperta con Sundar Pichai, che ha subito voluto dedicare un pensiero alle vittime legate agli ultimi eventi avvenuti a Las Vegas. Dopo questo toccante momento, si è passati al nuovo "motto" di Google: "AI + software + hardware". Infatti, la società californiana ha più volte ribadito sul palco il suo voler creare un perfetto connubio tra queste tre componenti, con un ampio utilizzo del Machine learning e dell'intelligenza artificiale. In particolare, si è partiti subito con un esempio relativo a Google Maps, il quale fino a poco tempo fa non era in grado di rilevare il numero civico di una determinata abitazione se questa era fotografata da troppo lontano. Ora, invece, grazie al Machine learning, l'algoritmo riuscirà ad estrarre la piccola porzione di immagine contenente il numero in questione e a ricavarlo in poco tempo. Oltre a questo, ora Maps è in grado di determinare il posto dove sarà più semplice trovare parcheggio, grazie al nuovo Productive Parking Difficulty. Migliorato anche Google Traduttore, con l'aggiunta di nuove lingue e l'implementazione della Neural Machine Translation che consente una traduzione più accurata sotto diversi punti di vista.

Inoltre, Pichai ha parlato di AutoML, una nuova tecnologia dedicata all'intelligenza artificiale sviluppata dalla società californiana che necessita di meno capacità di calcolo e risulta molto più affidabile nell'utilizzo. Ad esempio, è stato mostrato come essa riconosca gli oggetti con il 43.2% della precisione, contro il 39.1% delle "vecchie iterazioni".

Google Home Mini

Terminata la fase introduttiva si è poi passati al primo annuncio vero e proprio: Google Home Mini. Come potete facilmente intuire dal nome, la società californiana ha deciso di produrre una versione con dimensioni ridotte del suo popolare speaker. Stando a quanto dichiarato da Google, il prodotto è più piccolo di un donut e si rivelerà un vero e proprio elemento di design per la casa. Si potrà interagire con Home Mini sia tramite touch (solamente per alcune funzioni come gestire il volume, ad esempio) che ovviamente tramite comandi vocali. Lo speaker in questione, inoltre, presenta 4 diversi LED che indicheranno il suo stato. Interessante la funzionalità che permette di "ordinare" a Mini di far squillare il proprio telefono nel caso non si riesca a trovarlo, realizzata in collaborazione con Nest. Non manca anche la possibilità di collegare lo speaker a Chromecast per ottenere una qualità audio superiore.

Colorazioni: Grigio, rosso e nero
Disponibilità: 19 ottobre - Niente Italia, solamente USA, Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone e UK
Prezzo: 49 dollari

Google Home Max

Google non si è persa in ulteriori chiacchere ed ha subito annunciato un altro nuovo prodotto della famiglia Home: Google Home Max. Si tratta di una cassa audio smart che può essere gestita attraverso stratificati comandi vocali (tramite Google Assistant), dal semplice "alza il volume" al "riproduci quella canzone che fa oppa Gangnam Style". La qualità audio è garantita da 2 tweeters e 2 woofers e la tecnologia SmartSound riesce a direzionare il suono in modo che quest'ultimo "sorpassi" gli ostacoli, modificando il volume in base al rumore esterno o al momento della giornata. Sono ovviamente compatibili i più famosi servizi di streaming, da Spotify a YouTube Music.

Disponibilità: Dicembre - Niente Italia
Prezzo: 399 dollari, con 12 mesi di YouTube Red inclusi

PixelBook

Il primo pezzo da novanta ad essere stato lanciato ieri è il PixelBook. Si tratta di un nuovo portatile con sistema operativo Chrome OS, dal peso solamente di 1kg per uno spessore di poco meno di 10mm. La caratteristica principale è sicuramente quella di poter ruotare la tastiera a proprio piacimento, cosa che consente un utilizzo 4 in 1 del dispositivo. A livello di caratteristiche tecniche, troviamo un display QHD LCD da 12.3 pollici (235 ppi), delle CPU che variano da Intel Core i5 a Intel Core i7, fino a 16GB di RAM e fino a 512GB di SSD. Non manca anche la porta USB Type-C. L'autonomia dichiarata è di ben 10 ore, con soli 15 minuti di ricarica che consentono di utilizzare il portatile per 2 ore. Interessante anche la PixelBook Pen, che però costa un po' troppo a nostro modo di vedere.

Disponibilità: 21 ottobre - Niente Italia, solamente USA, Canada e UK
Prezzo: 999 dollari per PixelBook - 99 dollari per PixelBook Pen

Pixel 2

Il piatto forte dell'evento è arrivato con l'annuncio dei nuovi smartphone della gamma Pixel. Si parte con il "dispositivo minore" Pixel 2, che purtroppo non arriverà in Italia. Lo smartphone monterà un display Full HD (1920x1080 pixel) AMOLED da 5 pollici. Da segnalare che il display sarà Always-On, con una funzionalità simile a Shazam che permetterà di rilevare le canzoni nei dintorni. Le restanti caratteristiche tecniche parlano, invece, di un SoC Qualcomm Snapdragon 835, una GPU Adreno 540, 4GB di RAM, una fotocamera frontale da 8 MP con rapporto f/2.4, una fotocamera posteriore da 12 MP, SO Android 8 Oreo e 64/128GB di memoria interna. La batteria sarà da 2700 mAh. Presente anche la certificazione IP67. In termini di design il dispositivo è molto simile all'originale Pixel, con le stesse dimensioni ma con l'introduzione di un doppio altoparlante stereo frontale e la rimozione del jack da 3.5mm per le cuffie, in favore di una porta USB Type-C. Con questi nuovi Pixel 2, Google punta molto anche sulla realtà aumentata e sul Machine Learning. Sono stati fatti passi da gigante nel riconoscimento degli oggetti e i nuovi smartphone di Google potranno vantare l'esclusiva di alcuni sticker da utilizzare in modalità AR, dedicati ai popolari franchise Star Wars, Stranger Things e NBA. Trovata carina, ma che troviamo comunque di secondaria importanza.

Molto più interessanti sono, invece, i dati relativi al comparto fotografico dei nuovi Pixel 2 provenienti da DXOMark: si passa dal punteggio di 89 della "vecchia iterazione" al 98 della nuova fotocamera, il valore più alto mai registrato da uno smartphone in tal senso. Non mancano anche le Portrait Photos e le Motion Photos, l'equivalente di Live Photos su iPhone. La società californiana ha inoltre dichiarato che ci vorranno al massimo 10 minuti per trasferire tutti i propri dati da un qualsiasi smartphone ai nuovi Pixel. Infine, il corpo dello smartphone presenta dei bordi laterali attivi, che permettono di avviare Assistant e di silenziare la suoneria delle chiamate anche a schermo spento con una semplice pressione. Per ulteriori informazioni in merito vi consigliamo di visitare la pagina ufficiale sul Google Store.

Colorazioni: Nero, bianco e "Kinda Blue"
Disponiblità: Preordini già iniziati - Niente Italia
Prezzo: 649 dollari 64GB / 749 dollari 128GB

Pixel 2 XL

Il nuovo top di gamma di casa Google si differenzia dal "fratello minore" principalmente per l'ampio display QHD P-OLED da 6 pollici e per la batteria da 3520 mAh. Identiche le altre funzionalità e caratteristiche tecniche. Nonostante questo, però, Pixel 2 XL sarà l'unico smartphone della nuova gamma di dispositivi di Google ad approdare anche in Italia. Non sappiamo ancora le date ma per ora dobbiamo accontentarci di un "più avanti quest'anno". Sarà un flop come Essential Phone oppure riuscirà a riportare in auge quella voglia di Nexus che si respirava anche nel nostro Paese fino a qualche anno fa? Staremo a vedere. Per ulteriori informazioni in merito e per l'eventuale aggiunta in lista d'attesa, vi consigliamo di consultare la pagina ufficiale sul Google Store italiano.

Colorazioni: Nero e bianco/nero
Disponibilità: 2017 - Arriverà anche in Italia
Prezzo: a partire da 989 euro

Google Daydream View 2

Tutti si aspettavano che la conferenza si concludesse con la presentazione dei nuovi Pixel, ma Google ha voluto puntare in alto. Infatti, è stato presentato anche il nuovo visore per la realtà virtuale Daydream View 2, sempre da utilizzare in coppia con uno smartphone. Le principali differenze con la vecchia iterazione sono le seguenti: nuovi colori e tessuto di rivestimento uguale a Google Home Mini, ergonomia migliorata e possibilità di trasmettere l'esperienza VR attraverso Google Cast. Ad esempio, mentre un utente sta giocando ad un videogioco, gli altri potranno seguire le sue azioni in-game sulla TV. Per ulteriori informazioni in merito vi consigliamo di consultare la pagina ufficiale sul Google Store italiano.

Disponibilità: 2017 - Arriverà anche in Italia
Prezzo: 109 euro

Google Pixel Buds

Ma la scatenata Google non si è fermata di certo qui ed ha presentato anche i nuovi auricolari Pixel Buds. Questi avranno Google Assistant integrato e sarà presente anche la traduzione Google in ben 40 lingue. L'autonomia dichiarata è di 5 ore.

Colorazioni: Just Black, Clearly White e Kinda Blue
Disponibilità: Novembre - Niente Italia
Prezzo: 159 dollari

Google Clips

Infine, è stata annunciata anche la nuova camera Google Clips. Secondo Google, questa fotocamera è in grado di "darci nuove prospettive" ed è stata definita come "il perfetto connubio tra AI, software e hardware". La camera sarà sincronizzata con Google Photo e sarà possibile "estrarre" un frame da qualsiasi video.

Disponibilità: A breve - Niente Italia
Prezzo: 249 dollari