Google Pixel 2, tutti i rumor: design borderless e Snapdragon 836?

I nuovi rumor relativi ai prossimi dispositivi di casa Google parlano di un potente Snapdragon 836 affiancato da "soli" 4GB di RAM.

speciale Google Pixel 2, tutti i rumor: design borderless e Snapdragon 836?
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

C'era una volta la tanto amata gamma Nexus, composta da dispositivi adatti sia agli "smanettoni" che a tutti gli amanti del mondo degli smartphone. Poi qualcosa è andato "storto", la tecnologia ha fatto passi da gigante, la concorrenza si è moltiplicata a dismisura e per i Nexus è arrivato il momento di andare "in pensione", anche se il nostro fidato 5X riceverà molto presto l'aggiornamento ad Android O. Nonostante questo, però, Google non è rimasta con le mani in mano negli ultimi anni e ha deciso di lanciare una nuova gamma di dispositivi denominata Pixel. Essa ha chiaramente preso il posto della linea Nexus ma, tuttavia, è approdata solamente in alcuni mercati selezionati, costringendo gli appassionati, tra cui quelli italiani, ad improbabili importazioni pur di avere in mano un Pixel. Tra non molto, però, la situazione potrebbe presto cambiare con la seconda "iterazione" di questi smartphone, che potrebbe arrivare anche nel Bel Paese ed è sempre più al centro delle attenzioni per via di diversi leak apparsi online. Oltre a questo, un rumor vuole che con essa ritorni anche proprio la gamma Nexus. In questo articolo andremo a vedere, dunque, tutte le informazioni emerse finora riguardanti i nuovi Pixel 2. Bando alle ciance, iniziamo la nostra disamina!

Pixel XL 2 Taimen, Snapdragon 836 e 128GB di ROM?

Innanzitutto, bisogna dire che, molto probabilmente, i nuovi Pixel saranno due: Pixel 2 Walleye e Pixel XL 2 Taimen. Parlando di Taimen, in particolare, questo dovrebbe essere realizzato da LG e montare un ampio display QHD (2560x1440 pixel) OLED da 5.9 pollici. Il SoC, invece, dovrebbe essere un Qualcomm Snapdragon 836, anche se i vecchi rumor parlavano di uno Snapdragon 835. Questo dovrebbe essere affiancato da 4GB di RAM, forse non proprio il massimo in questo momento storico.

I tagli di memoria interna, invece, dovrebbero arrivare fino a 128GB. A livello di comparto fotografico, dovremmo trovare una fotocamera posteriore con flash dual LED. Per quanto riguarda il design, Taimen dovrebbe presentare un display borderless ma mantenere comunque un aspetto molto simile al suo predecessore Pixel XL. Non dovrebbero mancare le solite connettività e il supporto a Google Daydream. Dovrebbero essere presenti anche il sensore di impronte digitali e le certificazioni relative alla resistenza ad acqua e polvere. Infine il corpo dello smartphone dovrebbe essere "strizzabile" e permettere di avviare Assistant e di silenziare la suoneria delle chiamate anche a schermo spento.

Pixel 2 Walleye, stesso design dell'originale e niente jack per le cuffie?

Relativamente a Walleye, invece, si parla di un display Full HD (1920x1080 pixel) AMOLED da 4.9 pollici, un SoC Qualcomm Snapdragon 836, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. In termini di design si rumoreggia che Walleye sia praticamente "identico" all'originale Pixel, con le stesse dimensioni ma con l'introduzione di un doppio altoparlante stereo frontale e la "rimozione" del jack da 3.5mm per le cuffie, anche se in alcune pagine Amazon relative alle cover si fa riferimento alla presenza di quest'ultimo. Per quanto riguarda le colorazioni, sembra che Google non sia interessata a riproporre le insolite Very Silver, Quite Black e Really Blue proposte con la scorsa "iterazione" della gamma Pixel. Anche Walleye dovrebbe essere prodotto da LG e molti utenti hanno già associato il design dei nuovi dispositivi di casa Google proprio ad un dispositivo della società con sede a Seul: LG G6. I prezzi dovrebbero partire da 899 euro. Oltre a questo, è interessante notare come il software preliminare montato da Walleye, al contrario di quello di Taimen, riporti la dicitura "Nexus Imprint" riferendosi al sensore di impronte digitali. Che Walleye appartenga alla gamma Nexus piuttosto che a quella Pixel? Forse stiamo fantasticando un po' troppo, ma sarebbe un bel colpo di marketing.

Google Pixel Gli ultimi rumor relativi ai nuovi smartphone di Google parlano di una nuovissima CPU Snapdragon 836 piuttosto che di Snapdragon 835. Notizia sicuramente positiva ma che mal si affianca a quei 4GB di RAM, oramai standard superato dalla maggior parte dei top di gamma, fascia a cui la società californiana sembra ambire visti i prezzi. Tuttavia, il design per il momento ci piace molto e non vediamo l'ora di saperne di più.