Google Pixel XL 2: display borderless e Snapdragon 835 per il nuovo top di gamma

Trapelano online le prime indiscrezioni sulla prossima generazione di smartphone Google Pixel, top di gamma di Big G.

speciale Google Pixel XL 2: display borderless e Snapdragon 835 per il nuovo top di gamma
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Quando sono stati annunciati, gli smartphone Google Pixel, eredi della storica gamma Nexus, hanno suscitato molto interesse nel pubblico, anche nostrano. Nonostante un prezzo definito da molti elevato, ma giustificato in parte dalle caratteristiche tecniche, i device di Google hanno avuto vendite positive, ma limitate da una distribuzione criticabile, che non li ha fatti arrivare in tutto il mondo. Anche gli utenti italiani sono rimasti delusi, speriamo quindi che con la prossima generazione di smartphone Pixel Google decida di espandere la disponibilità anche in Europa e in Italia. Prossima generazione che ha da poche ore fatto capolino online, attraverso il benchmark GFXBench, che ha mostrato le prime indicazioni su un nuovo flagship Made in Google, chiamato Pixel XL 2.

Addio bordi

Purtroppo non ci sono ancora immagini o render non ufficiali che possano dare conferma di quanto trapelato, ma sembra proprio che il nuovo Google Pixel XL 2 utilizzerà un display borderless. La risoluzione utilizzata e la diagonale del pannello infatti sembrano indicare proprio questa strada, con un display da 5.6" da 2560x1312 pixel. Se Google prenderà davvero questa via, cosa che crediamo molto probabile essendo gli schermi senza cornici uno dei trend del momento, allora questo potrebbe essere un bene anche per gli altri dispositivi dotati dello stesso design. Big G infatti ottimizzerà ancora meglio l'OS e le sue app per sfruttare al massimo la peculiarità del prossimo Pixel XL 2, un fatto che porterebbe miglioramenti nella user experience anche per gli altri smartphone con display "allungato". Tra questi citiamo il Samsung Galaxy S8, oppure LG G6, ma anche l'appena presentato Essential Phone di Andy Rubin, che guarda caso utilizza la stessa identica risoluzione del prossimo Pixel XL 2.
Oltre al display troveremo un processore aggiornato rispetto alla variante precedente, un potente Snapdragon 835, con GPU Adreno 540, 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. La RAM, anche se inferiore a quella di altri device in sviluppo al momento (le voci sul Note 8 parlano infatti di 6 GB di RAM, stessa quantità per OnePlus 5) non sarà certo un problema, la leggerezza di Android stock è una garanzia in questo senso. Poche le informazioni sul comparto fotografico invece, che adotterà una cam da 12 megapixel sul posteriore e una da 7 all'anteriore.

A differenza di molti dei nuovi top di gamma in sviluppo per il 2017, Google punterà quindi a una configurazione con singola fotocamera, ma le prestazioni da primato degli attuali Pixel lasciano ben sperare per la qualità finale. Oltre a queste indicazioni, il benchmark di GFXBench offre poche altre informazioni, se non la presenza del GPS, dell'NFC e del Bluetooth 5.0. Per ora questo è tutto sul nuovo Pixel XL 2, appuntamento ai prossimi rumor per scoprire l'evoluzione di questo progetto di Big G, che conferma ancora una volta il trend degli schermi borderless, sempre più diffusi nei top di gamma.