HDMI 2.1: dal gaming all'HDR, fino all'8K, una piccola rivoluzione

La nuova versione dello standard HDMI promette una piccola rivoluzione, con l'arrivo di nuove tecnologie video, anche dedicate al gaming.

speciale HDMI 2.1: dal gaming all'HDR, fino all'8K, una piccola rivoluzione
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Il CES di Las Vegas ha mostrato tutte le novità che vedremo quest'anno nel mercato TV. Da Samsung a LG, il trend di quest'anno vede un miglioramento netto dei pannelli, che possono contare ora su una luminosità più elevata e su uno spazio di colore ancora più esteso, tutto al servizio dell'HDR, una modalità di visualizzazione che speriamo si diffonda sempre di più nel corso del tempo. Dopo l'abbuffata fatta con 4K e HDR negli ultimi due anni, questa volta non abbiamo assistito alla presentazione di nuovi standard, bensì a un consolidamento di quelli attuali. Ma cosa ci riserva il futuro? Una risposta a questa domanda arriva dal consorzio HDMI, che ha rilasciato le specifiche della nuova interfaccia HDMI 2.1, che vedremo a partire dalla seconda metà dell'anno.

Progettata per il futuro

Anche se il nuovo standard arriverà già nel 2017, è palese che molte delle sue funzionalità saranno impiegate nella pratica solo sul lungo periodo. Non potrebbe essere altrimenti, visto che l'HDMI 2.1 accompagnerà l'arrivo di risoluzioni più elevate del 4K, profondità di colore aumentata e tanto altro. Ma andiamo con ordine e partiamo dai flussi video, con supporto a partire dal 4K a 50/60 Hz fino addirittura al 10K 120 Hz. Avete letto bene, 10K, una risoluzione che arriverà solo tra diversi anni, preceduta dall'8K, anche questa pienamente supportata. Risoluzioni di questo tipo sono possibili grazie a una banda passante di 48 Gbps, che straccia quella attualmente disponibile su HDMI 2.0b, di soli 18 Gbps. Lo spazio di colore supportato arriva fino a 16 bit (i migliori TV in commercio oggi hanno pannelli a 10 bit), anche se difficilmente li vedremo all'opera in prodotti consumer. A disposizione degli utenti ci sarà anche il nuovo HDR Dinamico, che promette una precisione molto più elevata rispetto a quella oggi disponibile. Con l'attuale HDR infatti i metadati utilizzati per rappresentare la scena sono gli stessi per tutta la durata del contenuto che si sta guardando, un compromesso che non permette di adattare la resa in base a quanto visualizzato. Con l'HDR dinamico questi metadati possono essere applicati addirittura ai singoli frame, per una qualità video ancora più elevata. Ultima, tra le novità più importanti, la presenza di una modalità chiamata Game Mode VRR, che abilità il passaggio di flussi video con refresh rate variabile. In pratica si tratta della stessa tecnologia utilizzata da NVIDIA con G-Sync e da AMD con FreeSync, in grado di ridurre tearing e stuttering durante il gioco. Sarà interessante vedere se la prossima Xbox Scorpio utilizzerà questa interfaccia, perché in tal caso anche su console si potrebbe beneficiare di questa feature per la prima volta. Anche se non interesserà a tutti, il nuovo standard migliora la tecnologia ARC, Audio Return Channel, con supporto allo standard Dolby Atmos, prima escluso per evidenti limiti di banda.

Le novità saranno molte quindi, ma cosa cambierà per gli utenti comuni, non dotati di dispositivi con porte HDMI 2.1? In questo caso la situazione si fa un po' nebulosa. Partiamo dal presupposto che il connettore rimarrà lo stesso, per cui è garantita la retro compabilità con gli attuali dispositivi con HDMI 2.0. Dispositivi che, in alcuni casi, potranno essere aggiornati per supportare, almeno in modo parziale, i nuovi standard introdotti con HDMI 2.1. La situazione è dunque variabile da caso a caso, ma resta il fatto che per il pieno supporto alle feature come HDR Dinamico e risoluzione oltre il 4K servirà per forza di cose la compatibilità totale con le specifiche HDMI 2.1. Specifiche che prevedono anche un nuovo cavo di connessione, per supportare al meglio la maggior banda passante.

HDMI 2.1 La presentazione del nuovo standard HDMI 2.1 permette di vedere quali saranno le tecnologie video che vedremo nei prossimi anni, dall’HDR Dinamico alla risoluzione 8K. Impossibile dire oggi quando saranno disponibili, ma resta il fatto che le novità non mancheranno. Dopo HD e Full HD il settore si è rinnovato molto e sempre più spesso, un bene per la qualità ma un po’ meno per gli utenti, che dovranno mettere mano al portafogli più spesso per star dietro alle ultime tecnologie video. Se poi consideriamo i lunghi tempi attesi per l’arrivo dei primi contenuti in 4K e HDR, soprattutto in Italia, allora l’HDMI 2.1 diventa uno standard sì dall’ottimo potenziale, ma anche fin troppo proiettato verso il futuro.