Speciale I 10 smartphone più potenti del 2015

Tanti nomi noti, ma anche qualche sorpresa, per la classifica dei più potenti smartphone della prima metà dell'anno, basata sul noto benchmark AnTuTu, molto diffuso in ambito mobile.

speciale I 10 smartphone più potenti del 2015
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Le prestazioni degli smartphone moderni hanno raggiunto vette incredibili, solo qualche anno fa assolutamente impensabili. La complessità tecnica di questi dispositivi è cresciuta a dismisura, tanto che, a breve, faranno il loro debutto i primi modelli Deca Core, in barba all'immobilismo software a cui stiamo assistendo. Se è vero infatti che le capacità computazionali sono cresciute, è vero anche che sfruttarle a dovere non è affatto semplice. Complice anche l'enorme frammentazione del mercato, che vede coesistere sulle stesse piattaforme smartphone molto diversi tra loro, l'ottimizzazione delle applicazioni è quasi sempre fatta verso il basso, in modo da allargare il più possibile il bacino d'utenza. Anche dove la frammentazione è meno presente però, vedi nel mondo Apple, sono pochi i software in grado davvero di sfruttare al massimo l'hardware a disposizione.
Ne risulta che le differenze tra i modelli top di gamma e quelli medi non sono più marcate come un tempo, almeno nell'utilizzo quotidiano. Un telefono di fascia media infatti è perfettamente in grado di far girare Android alla perfezione, senza praticamente lag o imperfezioni, tanto che gli smartphone di questa fascia di mercato appaiono oggi come un'alternativa credibile a quelli di fascia alta, molto più costosi. Escludendo quindi i sensori fotografici e biometrici, i materiali pregiati e le altre chicche software e hardware dei top di gamma, l'utilizzo di benchmark sintetici permette dare uno sguardo, parziale, sulle performance pure dei dispositivi. Nel settore mobile, è AnTuTu il re incontrastato di questa categoria, il più utilizzato per mettere alla prova i device in tutto il mondo. Nei Giorni scorsi, AnTuTu ha pubblicato la classifica che mette a confronto i 10 smartphone più potenti di questa prima metà dell'anno. Classifica che mostra molti nomi noti ma anche qualche sorpresa, che dimostra come gli attori del mercato tecnologico stiano gradualmente cambiando, con la presenza massiccia di produttori cinesi. Ecco dunque la classifica, corredata dalle specifiche tecniche di ogni terminale.

#10 Motorola Nexus 6

Il Nexus 6 è il primo phablet della linea Nexus, la cui produzione è stata affidata a Motorola. Complice anche il prezzo di vendita, molto più alto in partenza rispetto agli altri terminali di questa linea, le vendite non sono andate come sperato, nonostante le ottime specifiche tecniche di cui è dotato.
Il comparto hardware prevede un display da 6 pollici dotato di una risoluzione di 2560x1440 pixel, con una definizione di 493 PPI. Il processore installato è un Qualcomm Snapdragon 805 da 2.7 Ghz, coadiuvato da una GPU Adreno 420, 3 GB di RAM e da 32 o 64 GB di storage interno, in base al modello scelto dall'utente.
La fotocamera principale è da 13 megapixel, con sistema di stabilizzazione ottica delle immagini, apertura f2.0 e doppio flash a LED. Ad alimentare il tutto è una batteria da 3220 mAh.
Punteggio: 49.145

#9 Samsung Galaxy S5

Nonostante abbia qualche mese sulle spalle, il Galaxy S5 è ancora presente in classifica, anche se non ai gradini più alti del podio. A bordo troviamo un SoC Snapdragon 801, con GPU Adreno 330 e 2 GB di memoria RAM. Lo schermo è da 5.1" con risoluzione Full HD, cosa che gli permette di non spremere troppo la CPU, poco avvezza alle risoluzioni superiori. All'interno troviamo 16/32 GB di memoria, espandibile, un sensore da 16 Megapixel principale e uno da 2 Megapixel secondario, il tutto alimentato da una batteria da 2800 mAh removibile. Proprio questa caratteristica, unita alla memoria espandibile e alla certificazione IP67, rendono l'S5 un terminale ancora oggi molto valido, soprattutto se trovato a un buon prezzo.
Punteggio: 49.402

# 8 LeTV One

LeTV è uno dei broadcaster più importanti della Cina e ha fatto parlare molto di sé grazie ai suoi smartphone, venduti in patria ma anche negli Stati Uniti. Il modello LeTV One è stato tra i primi a raggiungere la fama, grazie alle ottime prestazioni e al prezzo di vendita competitivo. All'interno del telefono troviamo un SoC MediaTek Helio X10 a 2 GHz, insieme a 3 GB di RAM e a 16-32-64 GB di ROM. Lo schermo è un modello da 5.5" con risoluzione Full HD, mentre la fotocamera principale è da 13 Megapixel, prodotta da Sony (IMX 214). In Italia non è mai arrivato in via ufficiale, ma alcuni siti specializzati nell'import di smartphone cinesi lo hanno proposto intorno ai 319€, niente male per uno degli smartphone più performanti di questa prima metà dell'anno.
Punteggio: 51.542

#7 ZTE Nubia Z9

In settima posizione troviamo lo ZTE Nubia Z9, basato sul SoC Qualcomm Snapdragon 810, molto presente in questa classifica, visti anche i numerosi modelli usciti nel corso dell'anno. Il display è da 5.2" con risoluzione Full HD, leggermente curvo ai lati, cosa che ha permesso a ZTE di eliminare praticamente le cornici e di inserire funzioni speciali legate ai bordi smussati, che vanno a influenzare l'interazione con la fotocamera e altre parti del sistema operativo: ad esempio, con una doppia pressione su entrambi i lati esterni è possibile catturare uno screenshot, ma le opzioni sono diverse. Le specifiche hardware continuano con 3-4 GB di RAM e 32-64 GB di memoria interna, a seconda del modello scelto. Curato anche il comparto fotografico, con una camera da 16 Megapixel posteriore, di produzione Sony con apertura f/2.0 e stabilizzatore ottico dell'immagine, e una anteriore da 8 Megapixel. Come molti smartphone cinesi di fascia alta è dotato di un processore dedicato al suono (AKM4961), mentre la batteria è da 2900 mAh.
Punteggio: 52.321

#6 HTC One M9

Il flagship di casa HTC non ha bisogno di presentazioni, anche se il modello attuale ha avuto meno fortuna del previsto, complici anche le poche differenze estetiche rispetto al precedente modello. All'interno, le specifiche rivelano uno smartphone di pregevole fattura, anche se lo Snapdragon 810 non è riuscito a imporsi realmente come CPU top di gamma. Come per tutti i migliori telefoni di questo 2015, anche la proposta HTC utilizza 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, espandibile tramite Micro SD fino a 128 GB. Lo schermo non è cambiato rispetto alla precedente generazione, mantenendo una diagonale da 5" e la risoluzione Full HD, caratteristica forse penalizzante a livello di immagine, visti i pannelli QHD adottati dalla concorrenza, ma perfettamente funzionale. Abbandonata la Duo Camera, HTC ha puntato tutto su un sensore da 20.7 Megapixel, che ha dato qualche grattacapo con le prime release del software, migliorando poi nel corso del tempo. Con ogni probabilità, questa sarà l'ultima volta che vedremo un design di questo tipo, visto che i riscontri nel pubblico lasciano suggerire un netto cambio di rotta per il prossimo anno in casa HTC.
Punteggio: 52.709

#5 ZTE Nubia Z9 MAX

È stato un anno importante questo per ZTE, che è riuscita a proporre terminali dalle specifiche tecniche spinte senza per questo raggiungere i prezzi dei top di gamma più blasonati. Osservando le specifiche dello Z9 MAX, si rimane colpiti dalla potenza inserita in questo sottile smartphone cinese. Come nel modello base, la CPU rimane uno Snapdragon 810 Octa Core a 64 bit. Anche la RAM è la medesima, ma in questo modello sono state utilizzate delle memoria di tipo DDR4, che hanno permesso un leggero boost prestazionale. La memoria interna invece è di 16 GB, ovviamente espandibile tramite Micro SD. Il display è da 5.5" con risoluzione Full HD e una definizione di 401 PPI, prodotto da Sharp, azienda che in Giappone è molto apprezzata, tra le altre cose, proprio per gli schermi dei suoi smartphone senza cornici. Sulla scocca posteriore è collocato un sensore da 16 MP con ottica a 6 lenti, mentre nella parte frontale ne è presente uno da 8 MP con ottica grandangolare, mentre la batteria è da 2900 mAh.
Punteggio: 53.652

#4 LeTV One Pro

LeTV One è stato lanciato sul mercato in diverse versioni, compresa anche una con display da 6.33". La seconda presente in classifica però è più ordinaria, con un display da 5.5" con risoluzione 2560×1440 pixel. A differenza della versione standard, basata su SoC Mediatek, quella Pro si affida allo Snapdragon 810, il meglio che possa offrire Qualcomm al momento, nonostante i numerosi problemi che lo hanno afflitto. Upgrade anche per la RAM, che tocca quota 4 GB (DDR4), mentre la memoria interna rimane a scelta tra i 32 e i 64 GB. All'avanguardia il comparto fotografico, con un sensore posteriore Sony IMX214 da 13 megapixel con doppio Flash LED e stabilizzatore OIS e uno anteriore da 4 megapixel con tecnologia Ultrapixel.
Punteggio: 56.656

#3 Xiaomi Mi Note Pro

Vediamo ora il terzo classificato in questa prima parte del 2015. Si tratta dello Xiaomi Mi Note Pro, la risposta di Xiaomi ai top di gamma occidentali. Anche in questo caso, è stato utilizzato lo Snapdragon 810, con 4 GB di RAM LPDDR4, accorgimento che, come abbiamo visto in questa classifica, ha permesso a molti smartphone di distanziare i diretti concorrenti, anche se per pochi punti. Il display è prodotto da Sharp ed ha una diagonale di 5,7" e una risoluzione di 2560x1440 pixel, con una densità di 515 PPI. Come per molti altri modelli, anche qui troviamo un sensore fotografico Sony, da 13 Megapixel, mentre nella parte frontale è presente una camera da 4 Megapixel. La memoria interna invece è di 64 GB, più che sufficienti per ogni genere di utilizzo.
Punteggio: 57.163

Samsung Galaxy S6 Edge

Buone notizie in casa Samsung. Al secondo gradino del podio infatti prende posto il Galaxy S6 Edge, un terminale dal look davvero unico, anche se costoso. Il merito va tutto al SoC utilizzato, l'Exynos 7420, che in questa prima parte dell'anno ha annichilito la concorrenza. Si tratta del primo processore mobile realizzato con un processo produttivo a 14 nm, con tecnologia big.LITTLE per il risparmio energetico, realizzato con quattro core Cortex A57 e quattro core Cortex A53.
Samsung non ha badato a spese per il suo top di gamma, dotandolo di un display da 5.1" Super AMOLED (577 PPI) QHD, con una doppia curvatura ai lati. La memoria RAM è di 3 GB, di tipo DDR4, mentre quella interna si può scegliere nei tagli da 32, 64 o 128 GB. Il comparto fotografico vede la presenza di un sensore da 16 MP posteriore con stabilizzatore ottico d'immagine e apertura F1.9, e uno da 5 MP anteriore. L'hardware è alimentato da una batteria da 2600 mAh, che fornisce energia anche ai numerosi sensori integrati, da quello per le impronte digitali a quello per i raggi UV.
Punteggio: 63.910

# 1 Samsung Galaxy S6

Se il secondo posto lasciava ben sperare, il primo non poteva essere che del Galaxy S6 Flat, che può contare sulle minori richieste computazioni derivanti dall'assenza del display curvo. Le restanti specifiche restano le medesime rispetto al modello top, mentre il prezzo scende leggermente, cosa che, per molti, farà preferire questa variante a quella più esclusiva. Il podio di Samsung in questa prima parte dell'anno è, in primo luogo, una vittoria tecnologica, visto che Qualcomm aveva monopolizzato il mercato negli anni precedenti con i suoi prodotti. Già ora iniziano a circolare voci su un possibile ritorno di Samsung all'utilizzo di prodotti Qualcomm, ma visti i risultati raggiunti, forse bisogna chiedersi se ne valga davvero la pena.
Punteggio: 67.520