Speciale iPad Air e iPad Mini Retina

Apple rinnova la linea iPad: ecco il nuovo iPad Air. Ma c'è spazio anche per il nuovo iPad Mini!

speciale iPad Air e iPad Mini Retina
Articolo a cura di

Nel corso del keynote del 22 Ottobre 2013, dopo aver dato ampio spazio ad i nuovi MacBook Pro Retina, Mac Pro e ad nuovo OS X Mavericks, Apple ha finalmente presentato la nuova generazione di iPad : iPad Air e iPad Mini Retina. Le danze sono state aperte come sempre dall'amministratore delegato della società, Tim Cook, che come prima cosa ha voluto sottolineare il successo del tablet: lo scorso mese di settembre Apple ha venduto il 170 milionesimo iPad della sua storia, un traguardo importantissimo se si considera che quando fu presentato il primo modello, in molti erano dubbiosi sul possibile successo del tablet, considerato alla stregua di un "ipod touch più grande" e che attualmente può contare su un App Store ricco di oltre 475.000 applicazioni progettate espressamente per esso.

iPad Air: la novità sta nel nome

Dopo i numeri, si passa subito ai fatti. Phil Schiller, senior vice president of worlwide marketing dell'azienda, presenta la quinta generazione di iPad ed iniziano subito le novità: non si chiamerà iPad 5, bensì iPad Air. La scelta di tale nome è da imputare ai grandi cambiamenti apportati al design, che riprende quello dell'iPad Mini lanciato l'anno scorso. Ipad Air è il 20% più sottile e 28% più leggero del predecessore, pesa solo 453 grammi, è spesso 7,5 millimetri ed include un display Retina da 9,7 pollici con risoluzione 2048x1536 pixel e densità di 264 ppi.
Il comparto hardware è stato quasi completamente rivoluzionato: Apple porta nel nuovo iPad il processore A7 a 64 bit montato nell'iPhone 5s, che lavorerà insieme al co-processore M7, anch'esso introdotto nel nuovo smartphone lo scorso mese. Questo mix, insieme al sistema operativo iOS 7 ottimizzato per girare su CPU a 64 bit ed al chip grafico sette volte più veloce rispetto al primo iPad, garantirà prestazioni massime con un dispendio di energia minimo.Non meno importante il lavoro di ottimizzazione realizzato sulla batteria, che come rivelato da Schiller, è in grado di durare fino a dieci ore. Per diminuire il peso e le dimensioni del tablet, Apple è stata costretta a tagliare la capacità di quasi 10 Wh: si è passati infatti dai 42,5 Wh dell'iPad 4 ai 32,4 Wh di iPad Air. La differenza sta nel fatto che il nuovo processore A7 lavora in modo più efficiente rispetto all'A6X in quanto costruito con processo produttivo a 28 nm. Non cambia invece il comparto fotografico: la fotocamera frontale sarà sempre da 1,2 megapixel e la posteriore da 5 megapixel iSight.
Apple ha lavorato duramente per migliorare anche il comparto della connettività: iPad Air è in grado di gestire tutte le bande LTE del mondo, una novità assoluta per il settore. Rinnovato anche il modulo di connessione WiFi, che garantirà navigazioni internet più veloci.La domanda che tutti si fanno, alla fine di ogni presentazione del nuovo modello è "iPad Air è una ennesima rivoluzione?". Mai come in questo caso ci sentiamo di rispondere: no. Alla luce delle specifiche tecniche, ed in attesa dei vari hands on e recensioni, si può definire questo iPad Air un "aggiornamento sostanziale" che punta tutto su rinnovata leggerezza ed usabilità ed una maggiore potenza del processore e scheda grafica.
Lodevole la scelta di diminuire (seppur minimamente) il prezzo: si parte da 479 Euro per la versione da 16 gigabyte solo WiFi per raggiungere gli 869 Euro di quella WiFi + Cellular da 128 gigabyte, mentre non capiamo la decisione di vendere un tablet come l'iPad 2, con un hardware talmente obsoleto, in versione 3G + WiFi da 16 Gbyte a 379 Euro.Questi i prezzi ufficiali dell'Apple Store Online per l' iPad Air

  1. 16 gigabyte WiFi: 479 Euro
  2. 32 gigabyte WiFi: 569 Euro
  3. 64 gigabyte WiFi: 659 Euro
  4. 128 gigabyte WiFi: 749 Euro
  5. 16 gigabyte WiFI + Cellular: 599 Euro
  6. 32 gigabyte WiFi + Cellular: 689 Euro
  7. 64 gigabyte WiFi + Cellular: 779 Euro
  8. 128 gigabyte WiFi + Cellular: 869 Euro 
iPad Air sarà disponibile in Italia dal 1 Novembre nella colorazione Grigio Siderale ed Argento. Nella confezione gli utenti troveranno, oltre al tablet, il cavo lightning ed un alimentatore USB da 12 Watt. Coloro che lo acquisteranno potranno inoltre beneficiare gratuitamente delle suite iWork ed iLife.Non è presente il Touch ID, probabilmente per ridurre al minimo i costi di produzione in quanto un'eventuale introduzione del sistema di lettura delle impronte digitali avrebbe fatto lievitare il prezzo del tablet.


iPad Mini: arriva il display Retina!

Nonostante i numerosi rumor che avevano rivelato già qualche giorno prima della conferenza la lista dei prodotti che sarebbero stati mostrati nel corso dell'evento, intorno all'iPad Mini c'è stato un alone di incertezza riguardante principalmente il display fino all'ultimo.
Apple ha subito fugato ogni dubbio: il nuovo iPad Mini avrà un display Retina da 7,9 pollici. La risoluzione è la medesima dell'iPad Air: 2048x1536 pixel con densità di 326 ppi che garantirà una lettura ancora più comoda grazie ad una maggiore nitidezza dei caratteri.A differenza di quanto fatto con il "fratello maggiore", il colosso di Cupertino non cambia il design dell'iPad Mini, ma aumenta il peso, che passa da 308 a 331 grammi per la versione WiFi e da 312 a 341 grammi per quella cellular. Aumenta anche lo spessore, l'iPad Mini Retina è infatti leggermente più doppio rispetto all'originale: le dimensioni sono di 200 x 134.7 x 7.5 mm.
Il tutto è da imputare all'aumento della potenza della batteria: quella montata nella seconda generazione di iPad Mini è infatti da 23,8 watt contro i 16,3 watt del modello lanciato lo scorso anno. La nuova batteria garantisce fino a 10 ore di navigazione in WiFi e 9 ore di durata se si utilizza la rete dati.Oltre allo schermo la novità più importante però è quella relativa al processore: il vetusto chip A5 fa spazio al nuovo Apple A7 da 64-bit, lo stesso di iPhone 5s ed iPad Air, e che sarà accompagnato come sempre dal co-processore M7. Una differenza di potenza tra la prima e la seconda di generazione di iPad Mini che sarà subito evidente agli utenti.Il nuovo iPad Mini introduce inoltre la tecnologia multiple-input e multiple-output (MIMO), che offre una connessione ad internet fino a due volte più veloce, sia in WiFi (grazie all'antenna 802.11a/b/g/n), che in LTE.
Nella parte frontale del dispositivo è ora presente la nuova fotocamera FaceTime HD da 1,2 megapixel, che, accompagnata anche da due microfoni, è in grado di registrare video a 720p. La fotocamera posteriore invece è da 5 megapixel con apertura del diaframma f/2.4.A causa dell'introduzione del display Retina, Apple è ha aumentato il prezzo di iPad Mini: la versione WiFi da 16 gigabyte costerà 389 Euro (509 per quella WiFi + Cellular), ma gli utenti nei negozi troveranno anche il primo iPad Mini, che sarà disponibile a prezzo inferiore rispetto a quello originale: la variante WiFi da 16 gigabyte avrà un costo di ben 289 Euro mentre quella Wi-Fi + Cellular, costerà 409 Euro.
Il nuovo iPad Mini con Display Retina raggiungerà gli Apple Store il prossimo mese, ma Tim Cook e soci non hanno annunciato la data di rilascio ufficiale.Questi i prezzi ufficiali:

  1. 16 gigabyte WiFi: 389 Euro
  2. 32 gigabyte WiFi: 479 Euro
  3. 64 gigabyte WiFi: 569 Euro
  4. 128 gigabyte WiFi: 659 Euro
  5. 16 gigabyte WiFI + Cellular: 509 Euro
  6. 32 gigabyte WiFi + Cellular: 599 Euro
  7. 64 gigabyte WiFi + Cellular: 689 Euro
  8. 128 gigabyte WiFi + Cellular: 779 Euro 
Un aggiornamento necessario, quello apportato da Apple al suo tablet più piccolo, in quanto gli utenti avevano chiesto sin da principio un display di classe Retina. L'iPad mini, che è stato uno dei prodotti Apple più venduti dello scorso periodo natalizio, si candida a bissare il successo anche quest'anno nonostante il prezzo di ingresso più alto di 70 euro.Doveroso menzionare anche le nuove Smart Cover e Smart Case, che però non sono state mostrate fisicamente da Apple nel corso del keynote (ma solo in video): le prime copriranno solo la parte anteriore dei tablet ed avranno un costo di 39 Euro, mentre le seconde proteggeranno in toto gli iPad e costeranno 69 Euro.

iPad Air I nuovi iPad sulla carta sono un compito ben eseguito, ma manca quel fattore "wow" che ha caratterizzato le prime iterazioni di questi prodotti, all'epoca, unici nel loro genere ed innovativi come pochi. Oggi invece la concorrenza è numerosa ed agguerrita sia nelle caratteristiche che nei prezzi.Se, come abbiamo detto in precedenza, l'iPad Mini con display Retina rappresenta l'aggiornamento che aspettavamo e che migliora in modo esponenziale il prodotto, forse non si può dire lo stessoper l'iPad Air, che porta con se un design nuovo (ma già visto) ma poche novità a livello di funzionalità. A meno che il bevel laterale ridotto, e sopratutto, la riduzione sensibile del peso (meno di 500 grammi) non forniscano, alla mano, un esperienza davvero rinnovata. Il potenziamento del comparto hardware, il nuovo chip A7 e il co-processore M7 dimostrano che Apple guarda con interesse al settore del gaming mobile (e delle prestazioni sempre al top), che rappresenta un mercato in crescita ed in cui la Mela vuole recitare un ruolo da assoluta protagonista. Non capiamo, infine, la scelta di lasciare ancora sul mercato un dispositivo obsoleto come l'iPad 2 ad un prezzo (379 Euro!) che se confrontato al nuovo iPad Air appare esageratamente alto. Anche il prezzo del primo iPad Mini resta troppo elevato a 289 euro (contro i 329 euro richiesti al lancio lo scorso anno) considerate le caratteristiche tecniche che già al lancio l'anno scorso non erano il massimo. Considerazioni sulla "carta" a parte, Vi rimandiamo alla nostra recensione definitiva dei due prodotti non appena potremo provarli con mano.