Speciale iPhone 6

A poco più di un mese dalla presentazione ufficiale, ecco le ultime novità sul nuovo smartphone della mela.

speciale iPhone 6
Articolo a cura di

L’attesa per il lancio di iPhone 6 aumenta di giorno in giorno, senza sosta. Aspettando la presentazione ufficiale, le ipotesi sulle specifiche tecniche del nuovo smartphone della mela continuano a circolare nella rete; molte delle tesi sembrano supportate dalle indiscrezioni trapelate dalle case che producono le componenti del dispositivo, altre invece sono il frutto di pura speculazione.
Non è facile distinguere i rumor fondati su informazioni veritiere e quelli invece inventati di sana pianta, l’unica certezza è che la verità sarà svelata quest’autunno, quando iPhone 6 sarà finalmente presentato ufficialmente. Allo stato attuale, quello che possiamo fare è raccogliere tutte le indiscrezioni e analizzarle, in modo da filtrare quelle più improbabili, cercando di delineare un quadro generale della situazione. Situazione che vede Apple intenta a inseguire dei competitor sempre più aggressivi, capaci di leggere i bisogni dell’utenza come mai prima d’ora. Del resto, il trend che ha visto aumentare la dimensione del display dei dispositivi ha colto Apple impreparata, dando qualche grattacapo all’azienda della mela, ferma ai 4” del suo iPhone 5s. Non è un caso che la rivoluzione dei dispositivi Apple parta proprio dallo schermo, un elemento che dovrà accontentare sia i fan di vecchia data, che non apprezzano soluzioni troppo ingombranti, sia quelli nuovi, desiderosi di avere per le mani un dispositivo più grande e votato alla multimedialità.

Il display

Durante gli anni che ci separano dalla nascita del primo Melafonino, siamo stati testimoni di un progressivo aumento nelle dimensioni dei vari iPhone: il display infatti è passato da 3.5 a 4 pollici con iPhone5, e con la nuova generazione aumenterà ancora. Sembra ormai certa la presenza di due varianti, una da 4.7 pollici e una da 5.5 pollici; se davvero sarà così, ciò metterà iPhone 6 in linea con altri smartphone Android e Windows che hanno adottato schermi dalle dimensioni simili già da qualche tempo.Apple è sempre stata cauta nell'introdurre nuove risoluzioni e nuovi form factor, per non mettere in difficoltà gli sviluppatori. Proprio a proposito della risoluzione vi sono due teorie: la prima prevede che sul dispositivo da 4.7" sarà adottata una risoluzione di 1334x750 (326 ppi), mentre quello da 5.5" ne utilizzerà una di 1920x1080 (401 ppi); la seconda invece suggerisce che su iPhone 6 verrà installato un display con pixel triplicati, assicurando lo stesso rapporto di 16:9 presente sui modelli 5, 5s e 5c. Con una risoluzione di 1704x960, la versione da 4.7" avrebbe così una densità pari a 416 ppi mentre nella variante da 5.5" essa ammonterebbe a 356 ppi.
Con iPad Air e iPad Retina, Apple ha adottato la tecnologia IGZO, che permette di creare schermi più sottili e che consumano meno energia rispetto ai display in silicio amorfo (a-Si) utilizzati nei modelli precedenti; probabilmente la nuova generazione di smartphone Apple sarà costruita con la stessa tecnologia, con tutti i vantaggi del caso.
L'azienda di Cupertino ha utilizzato il durevole e resistente Corning Gorilla Glass per iPhone 5, ma alcuni rapporti suggerirebbero un cambio di rotta, grazie all’utilizzo del cristallo di zaffiro per il nuovo display.

Questo materiale viene attualmente utilizzato per alcune piccole componenti (TouchID, fotocamera) di iPhone 5s ed è noto quanto siano proibitivi i costi per la sua produzione; nonostante questo, Apple ha investito nella costruzione, in Arizona, di uno stabilimento per la produzione di questo materiale in collaborazione con GT Advanced, la società da cui Apple acquista il prezioso cristallo: in questo modo, l'azienda sarà in grado di produrre quantità molto più elevate di materiale, ad un costo di gran lunga inferiore. Nonostante l'investimento negli impianti di produzione, le voci sono ancora discordanti circa il materiale di cui sarà costituto il vetro del display: secondo alcune fonti vicine alla catena di montaggio che avrà il compito di assembrare il nuovo smartphone, lo schermo in zaffiro potrebbe essere presente solo sulle varianti più costose dei nuovi terminali. Sembra infatti che Apple abbia in produzione esclusivamente 10.000.000 di pannelli, un quantitativo decisamente inferiore rispetto al totale dei prodotti che verranno venduti.
Il dispositivo potrebbe essere dotato di un nuovo sistema per il feedback tattile, basato su un motore lineare, che permetterebbe ad iPhone 6 di vibrare nel momento in cui si tocca lo schermo, restituendo una sensazione sul dito diversa da quella a cui siamo abituati; ciò fornirebbe all'utente un'esperienza d'uso migliore poiché la vibrazione sembra essere più precisa rispetto a quella presente in altri terminali.

UN NUOVO PROCESSORE E FOTOCAMERA POTENZIATA

iPhone 6 segnerà certamente nuove vette prestazionali per l’ecosistema Apple, merito anche della probabile implementazione del nuovo SoC A8 da 20 nanometri e a 64bit, molto più piccolo ed efficiente rispetto al processore A7 montato su 5s e prodotto da Samsung. TSMC, la più grande fonderia indipendente di semiconduttori al mondo, dovrebbe essere coinvolta nella produzione del nuovo chip, tagliando così fuori Samsung dai giochi.
Il salto dal processore A6 a quello A7 ha portato un miglioramento del 31% in termini di prestazioni ed è probabile che la nuova CPU offrirà aumenti molto simili a quelli apportati dal modello A7. Le prime indiscrezioni parlavano di un quad-core A8 ma nei giorni scorsi si è sparsa la voce che i core potrebbero essere solo due, ma con una frequenza di 2,0 GHz o superiore.
Da tempo si discute anche sulla presenza di un co-processore M7 con accelerometro integrato, mentre alcuni programmatori hanno trovato nel codice di iOS 8 delle funzionalità che fanno presumere la presenza di un sensore atmosferico, anche se le sue funzioni non sono ancora note.
Nei mesi scorsi sembrava che la mela morsicata avrebbe adottato una fotocamera da 8 megapixel per la nuova generazione di smartphone, la stessa installata sugli ultimi modelli di iPhone, ma a quanto pare forse Apple terrà testa ai dispositivi della concorrenza, che possiedono un comparto fotografico maggiormente all'avanguardia, almeno per quanto riguarda la dimensione del sensore; infatti, secondo recentissimi rumor, il nuovo iPhone monterà una fotocamera da 13 megapixel, basata sul sensore Sony Exmor IMX220. Questa tecnologia potrebbe essere adottata per il modello da 4.7", mentre per quello da 5.5" da mesi si parla di un'ottica stabilizzata dedicata, della quale attualmente non si possiede alcuna informazione. Non è comunque da escludere che entrambe le versioni di iPhone 6 facciano uso della stessa componente fotografica.

iOS 8 E ALTRE CARATTERISTICHE

Apple è solita lanciare gli aggiornamenti di iOS in concomitanza con la presentazione dei nuovi smartphone, perciò è molto probabile che con iPhone 6 arriverà ufficialmente anche iOS 8.
L'aggiornamento del sistema operativo è stato mostrato in anteprima a giugno, in una conferenza in cui sono stati invitati gli sviluppatori Apple di tutto il mondo. iOS 8 introduce nuove funzionalità che aumentano l'integrazione tra dispositivi mobili Apple e terminali desktop, apporta miglioramenti degli strumenti per la gestione della messaggistica e introduce le notifiche interattive, senza dimenticare il nuovo insieme di applicazioni dedicate al fitness e alla salute.
Recentemente Apple ha rinnovato il suo accordo con Imagination Technologies, la società che fornisce la grafica PowerVR e i componenti per il comparto video dei dispositivi iOS; la nuova generazione di iPhone potrà contare ancora una volta sulla qualità delle GPU PowerVR, che hanno saputo difendersi molto bene nei precedenti modelli.
Riguardo alla memoria RAM, alcuni affermano che sarà di 2GB, altri invece scommettono che sia limitata ad 1GB. Resta il fatto che l’ottimizzazione di cui gode il sistema operativo Apple, soprattutto nel caso dei nuovi modelli, rende inutile la presenza di enormi quantitativi di RAM, per cui non ci saranno problemi da questo punto di vista.
Come su iPhone 5s, anche sul nuovo terminale sarà installato il Touch ID, che dalle foto presenti in rete sembra essere molto simile a quello montato sul modello precedente.

Una fonte abbastanza sicura e vicina ad Apple sostiene che su iPhone 6 sarà presente anche la connettività NFC, utile per effettuare pagamenti, voce confermata anche dalle immagini della scheda logica del nuovo arrivato, in cui è presente questa tecnologia. Quasi certi anche i miglioramenti nell'antenna 4G LTE, che dovrebbe consentire ad iPhone 6 di raggiungere una velocità di trasmissione massima di 300 Mbps, contro i 150 Mbps di iPhone 5.
Molti utenti avevano espresso il desiderio di vedere una maggiore autonomia del dispositivo ma i rapporti provenienti dalla Cina riferiscono che ci saranno solo lievi miglioramenti nella durata della batteria, a causa dell'aumentata dimensione dei display. Relativamente ad iPhone 6 da 4.7", il sito francese Nowhereelse riporta che il terminale sarà dotato di una batteria da 1810 mAh e questo confermerebbe ciò che si è evinto dai documenti emersi qualche mese fa, dove si parlava di un range compreso tra i 1800 e i 1900 mAh. Non ancora confermata è la presenza della ricarica in modalità wireless, che dovrebbe funzionare grazie ad una particolare superficie collocata sotto la scocca posteriore: questa, una volta messa a contatto con la base dedicata alla ricarica, sfrutterà l'induzione per trasmettere l'energia, ricaricando la batteria.

iPhone 6 Il nuovo iPhone sembra configurarsi come un dispositivo al passo con i tempi, anche se le maggiori dimensioni potrebbero scontentare i clienti di vecchia data, fedeli a soluzioni dotate di maggiore portabilità. Una novità importante potrebbe essere rappresentata dal materiale posto a protezione dello schermo, che però, secondo alcuni, appare più una scelta di marketing che una scelta dettata dall'effettiva utilità. Non va dimenticato che un display in zaffiro può arrivare a costare 45 dollari, molto di più rispetto ai 10 dollari del Gorilla Glass. A breve dovrebbe iniziare la produzione dei terminali da 4.7", il cui lancio avverrà con tutta probabilità durante il mese di settembre (c'è chi azzarda a dire il 19), mentre la versione da 5.5" sarà assemblata non prima della seconda metà di agosto, perciò bisognerà attendere l'inizio del 2015 per la sua presentazione. A questo punto, non resta altro che aspettare qualche mese per scoprire quali di questi rumor si riveleranno veritieri, ma soprattutto se Apple riserverà qualche sorpresa dell’ultimo minuto, stupendo tutti come spesso ha fatto nel corso della sua storia.