iPhone 8: tutto quello che dovete sapere a pochi giorni dalla presentazione

Abbiamo riassunto in questo speciale tutte le informazioni emerse online nelle ultime settimane in merito al nuovo top di gamma di Apple

speciale iPhone 8: tutto quello che dovete sapere a pochi giorni dalla presentazione
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Manca meno di una settimana all'evento più atteso del mese, e forse dell'anno, per moltissimi appassionati di smartphone e di tecnologia in generale. Stiamo chiaramente parlando di Apple, che con il suo iPhone 8 ha intenzione di cambiare il modo in cui usiamo il nostro smartphone. Vi abbiamo già descritto come vuole farlo, ma oggi andremo a vedere assieme tutti i rumor in merito emersi negli ultimi giorni sul web. Come al solito, infatti, le indiscrezioni stanno iniziando ad aumentare in modo esponenziale visto che l'evento si terrà tra pochi giorni (lo Steve Jobs Theater è già pronto): il 12 settembre, più precisamente alle ore 19:00 italiane. L'hype dunque è alle stelle, anche se l'analista Piper Jaffray dice che si tratta solo di "un'invenzione della stampa", basandosi su un'indagine di mercato che ha coinvolto un campione di appena 400 fan Apple. Dichiarazioni che si commentano da sole. Ma bando alle ciance, andiamo a vedere quanto emerso online!

Caratteristiche tecniche

Come al solito, il top di gamma di casa Apple vedrà probabilmente l'introduzione anche di un nuovo processore. Questa volta si parla dell'A11, SoC con processo produttivo a 10nm (contro i 16nm del predecessore) prodotto da TSMC. Importanti novità anche per il display: si vocifera di un pannello OLED True Tone da 5.8 pollici (aspect ratio 18.5:9) che "coprirà" la maggior parte della maschera frontale, tranne il "ritaglio" in alto nel quale dovrebbero trovare posto i vari sensori e la fotocamera anteriore. Il cambiamento più importante dovrebbe essere quello che vede la rimozione del tasto Home in favore di alcune gesture che ne sostituiranno le funzionalità. Per quanto riguarda la RAM, si passerà con ogni probabilità dai 2GB di iPhone 7 ai 3GB di iPhone 8. Questo dovrebbe garantire migliori prestazioni soprattutto nel passaggio da un'app all'altra. Dovrebbe essere aumentata anche la memoria interna, con un "taglio base" da 64GB e un altro da 256GB. Si vocifera addirittura di una variante da 512GB. Passando al comparto fotografico, la società di Cupertino si è rivolta ad LG Innotek per realizzare dei sensori 3D compatti. Sembra addirittura che sia stato dedicato un intero nuovo stabilimento per la produzione dei suddetti sensori. Inoltre, sembra che sia la fotocamera posteriore che quella anteriore del nuovo top di gamma targato Apple consentiranno di registrare video in 4K a 60FPS.

Passando alle nuove "funzionalità", si è parlato molto nelle ultime settimane del riconoscimento facciale di iPhone 8, che, secondo le indiscrezioni, dovrebbe effettuare la scansione del viso in 3D in un milionesimo di secondo. Inoltre, i sensori dovrebbero essere posti sia nella parte anteriore che in quella posteriore del dispositivo ed essere compatibili con alcune applicazioni basate sulla realtà aumentata. Oltre a questo, una nuova gradita funzionalità dovrebbe essere quella relativa alle notifiche "intelligenti", con un sistema operativo in grado di disattivare il loro suono quando state utilizzando lo smartphone. Inoltre, i vari leak hanno anche confermato la presenza della ricarica wireless, con una nuova tecnologia proprietaria della società di Cupertino che però sembra avere ancora qualche problema. Infine, alcune indiscrezioni vogliono la presenza di un tasto dedicato per accedere a Siri.

Design, mockup, immagini e video

Per quanto riguarda il design, sembra che Apple non sia intenzionata ad utilizzare la solita scocca posteriore metallica vista su iPhone 6, 6s e 7, ma bensì saranno probabilmente presenti dei materiali più "eleganti" (come il vetro) e le forme si rifaranno a quelle dell'iPhone originale. Il tutto è stato confermato anche dai diversi mockup che delle aziende produttrici di cover hanno già in mano e sembrano aver "prestato" ad alcuni colleghi della stampa specializzata. Sono molte, dunque, le immagini apparse online in merito al nuovo top di gamma di casa Apple negli ultimi giorni. Infine, sono emerse anche delle foto che mostrano il presunto carrellino della SIM di iPhone 8. Oltre a questo, però, sono ancora più interessanti i video trapelati, che mostrano l'assemblaggio dei presunti iPhone 8 in un impianto di produzione di Foxconn e addirittura il suo funzionamento. Non ci è dato sapere se si tratta di un falso, ma c'è da dire che il tutto è molto vicino ai rumor che vi abbiamo riportato qui sopra.

Nome, prezzi e disponibilità

C'è stato, in queste settimane, un "dibattito" relativo anche al nome del prossimo flagship della società di Cupertino, con alcuni rumor che volevano essere "iPhone X" e altri che parlavano semplicemente di "iPhone 8". In particolare, alcune "teorie" vogliono che la "X" stia per il numero romano 10, che vuole indicare il decimo anniversario di iPhone. Nonostante questo, però, il solito Evleaks ha fatto trapelare dei dettagli in suo possesso con un tweet che mostra la scritta "iPhone 8", cosa che non lascia spazio a molti dubbi. Per quanto riguarda i possibili prezzi, invece, ci ha pensato Benjamin Geskin che parla di 999 dollari per la versione con 64GB di memoria interna, 1099 dollari per quella da 256GB e 1199 dollari per la presunta variante da 512GB (non mancano però gli analisti pronti a scommettere che i tagli di memoria saranno solo due, con prezzi a partire da 900 dollari). I prezzi in euro potrebbero essere leggermente maggiori (anzi lo saranno sicuramente). Per quanto riguarda la disponibilità, i rumor vogliono l'apertura dei preordini il 15 settembre e l'inizio delle vendite una settimana dopo, il 22 settembre.