Lamborghini Huracan LP 610-4 Spyder

Presentata in anteprima al Salone di Francoforte, la nuova sportiva della Casa di Sant'Agata Bolognese si mostra ora sulle strade della Florida con tutto il suo fascino e la sua potenza.

speciale Lamborghini Huracan LP 610-4 Spyder
Articolo a cura di

Presentata qualche giorno fa alla stampa specializzata durante un test drive organizzato a Miami, la nuova Huracán suscita immediatamente forti emozioni. Una vettura appariscente ed estremamente potente, decisamente a suo agio sulle assolate strade della Florida. La nuova Lamborghini è una cabrio che si contraddistingue per la sua capote in tela, realizzata in tre strati, che garantisce un comfort acustico non troppo distante dalla versione chiusa con tetto in metallo. Scopriamo allora tutti i segreti della Lamborghini Huracán LP 610-4 Spyder partendo dalle caratteristiche del modello coupè da cui è derivata.

Lamborghini Huracán LP 610-4

L'erede della famosa Gallardo ha debuttato al Salone di Ginevra del 2014 e, come da tradizione Lamborghini, deriva il suo nome da un famoso toro da combattimento. Un'auto sportiva che sposa il tipico design della Casa di Sant'Agata Bolognese con linee tese e spigolose, ma in questo caso più eleganti e armoniose di quelle dell'Aventador, in particolare nella zona delle fiancate. Dal punto di vista tecnico, la Lamborghini Huracán LP 610-4 introduce già nel nome le sue caratteristiche tecniche. Questa, infatti, adotta un propulsore V10 da 5,2 litri con 610 CV a 8.250 giri/min e trazione integrale. Un motore con 560 Nm di coppia massima a 6500 giri/min, montato in posizione longitudinale posteriore/centrale che consente a questa vettura prestazioni eccezionali, permettendo un'accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,2 secondi e addirittura da 0 a 200 km/h in 9,9 s, con una velocità massima di 325 km/h. Un modello migliorato rispetto alla Gallardo anche nella trasmissione con il nuovo cambio LDF a doppia frizione e sette marce.
Sulla Huracán possono essere richiamate differenti modalità di guida tramite un selettore sul volante, con tre diverse impostazioni (strada, sport e corsa) che esercitano un'azione su motore, cambio, trazione integrale, controlli elettronici dell'ESC, lo sterzo attivo e le sospensioni adattative.
Trenta centimetri più corta della Aventador (446 cm di lunghezza, larga 192 cm e alta soltanto 116), la Lamborghini Huracán LP 610-4 utilizza un telaio realizzato integrando una struttura in fibra di carbonio con elementi in alluminio, utilizzato anche per gli elementi esterni della carrozzeria insieme a materiali compositi. Grazie a queste soluzioni, la vettura ha un peso ridotto, di soli 1.422 kg, con un eccezionale rapporto peso/potenza di 2,33 chilogrammi per cavallo vapore. Ricordiamo, infine, la LP 580-2, versione meno potente della Huracán con 580 CV e con sole due ruote motrici.

Lamborghini Huracán LP 610-4 Spyder

La Lamborghini Huracán LP 610-4 Spyder può essere considerata un'auto del tutto nuova e non solamente una versione della Huracán privata del tetto. I tecnici della Casa del toro hanno, infatti, riprogettato la vettura in modo da garantire le ottime prestazioni e lo stesso comfort del modello coupè. Caratteristica principale di questa versione è, ovviamente, il tetto retrattile realizzato in tela. Questo viene ripiegato all'interno di un apposito vano dietro i sedili sfruttando un sistema elettrico in grado di aprire e chiudere il tetto in soli 18 secondi, fino ad una velocità di 50 km/h. Anche se non è realizzata in metallo come su altri modelli concorrenti, questo tipo di copertura promette di ridurre al massimo la rumorosità a bordo. Questa soluzione permette, inoltre, di abbassare il baricentro e di non aumentare eccessivamente il peso complessivo della vettura, pari a 1542 kg contro i 1422 della coupé. Per migliore il comfort e l'aerodinamica, convogliando in modo ottimale i flussi d'aria verso il posteriore, i progettisti della Lamborghini hanno inserito due "pinne" che emergono a capote aperta, che migliorano anche il look sportivo dell'auto. Per quanto riguarda la sicurezza degli occupanti ricordiamo i roll-bar che escono automaticamente in caso di incidente. Dal punto di vista tecnico, come nella coupé, è presente il pulsante ANIMA (Advanced Network Intelligence Management) posizionato sul volante, che permette di selezionare varie modalità di guida. Tra le avanzate soluzioni elettroniche a bordo di questa vettura ricordiamo anche il sistema LPI (Lamborghini Piattaforma Inerziale) volto alla misurazione dei movimenti del veicolo. Costituito da diversi sensori di bordo con 3 accelerometri e 3 giroscopi posizionati esattamente nel centro di gravità dell'auto, la piattaforma fornisce informazioni in tempo reale agli ammortizzatori, allo sterzo e ai sistemi di controllo della stabilità.
La Huracán Spyder eredita dalla variante chiusa il potentissimo motore V10 aspirato che garantisce prestazioni di poco inferiori al modello coupè con uno 0 a 100 km/h in appena 3,4 secondi, uno 0 a 200 km/h in 10,2 secondi ed una velocità massima di 324 km/h.

Questa vettura, come la coupè, è equipaggiata con cerchi da 20" con pneumatici anteriori Pirelli Pzero 245/30 e posteriori da 305/30. I freni sono di tipo carboceramico, previsti sempre di serie. Per quanto riguarda gli interni, come nella variante chiusa, troviamo l'imponente console centrale con il pulsante di accensione del motore nascosto da una levetta, realizzata in un appariscente colorazione rossa, e la strumentazione del guidatore racchiusa all'interno di un sofisticato schermo LCD da 12,3 pollici in grado di mostrare vari tipi di informazioni, dal contagiri alle mappe del navigatore GPS.
Non dimentichiamo, infine, le numerose possibilità di personalizzazione della vettura, in grado di soddisfare ogni esigenza dei fortunati clienti, dallo scarico sportivo che esalta ancora di più il fantastico sound del motore V10 ed incrementa le sue prestazioni, agli interni con i tappetini in fibra di carbonio. Con un prezzo di partenza di 186.450 euro, tasse escluse, la Huracán Spyder arriverà nelle mani dei primi clienti nelle prossime settimane.

Lamborghini Huracan LP 610-4 Spyder Nel presentare la nuova Huracán Spyder al Salone di Francoforte del 2015, Stephan Winkelmann, da qualche giorno ex presidente e AD di Lamborghini, aveva dichiarato "La versione LP 610-4 Spyder rappresenta un nuovo capitolo della storia di successi della Huracán, un modello con motore aspirato V10, che combina le soluzioni innovative, le prestazioni ed il fascino della versione coupé con nuove tecnologie ed una nuova dimensione di guida emozionale. Il modello precedente, la Gallardo Spyder, è stata la cabrio più venduta nell'intera storia della nostra azienda: ci aspettiamo che la Huracán Spyder la superi sotto tutti i punti di vista". Parole che sintetizzano appieno le caratteristiche di quest’auto, che eredita le ottime prestazioni della versione coupè, ma capace di offrire emozioni ancora maggiori abbassando il tetto e ascoltando il fantastico sound del V10 aspirato Lamborghini. Una vettura decisamente migliore della vecchia Gallardo che si fa apprezzare anche a bassa velocità, grazie alle varie soluzioni elettroniche adottate e al nuovo cambio a doppia frizione.