CES 2014

Speciale Le 20 novità più attese del CES 2014

Diamo un rapido sguardo alle tecnologie e ai device più interessanti del Consumer Electronic Show 2014.

speciale Le 20 novità più attese del CES 2014
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

C'è chi aspetta la Befana, e chi invece attende il Consumer Electronics Show, fiera dell'elettronica di consumo allestita dalla Consumer Electronics Association, appuntamento imprescindibile e importantissimo per ogni amante delle nuove tecnologie e dell'informatica. Ogni anno le aziende di hi-tech di tutto il mondo si radunano a Las Vegas, la città che non dorme mai, per presentare alla stampa e al pubblico tutte le novità in arrivo, attese, vociferate, a volte segretissime. Ma in questo caso il detto "quel che succede a Las Vegas, resta a Las Vegas" non ha valore, perché quel che accade in questi quattro giorni di manifestazione è invece destinato a lasciare un segno più o meno importante, talvolta indelebile, nel modo di approcciare e fruire la tecnologia per l'intero anno a venire, non solo negli Stati Uniti ma in ogni angolo del globo. Con un mercato mobile sempre più prolifico, con le nuove console appena giunte sul mercato, Valve che sembra fermamente intenzionata ad accaparrarsi il settore videoludico, 3D senza occhialini, schermi curvi e flessibili, le novità sono così tante che non ci stupirebbe affatto vedere un 2014 con doppia edizione della fiera (è accaduto solo due volte nell'intera storia del CES, nel 1978 e 1994). A poche ore di distanza dall'apertura dei cancelli, vediamo assieme quali sono le più interessanti tecnologie e device che avremo occasione di vedere meglio nel corso di questa settimana, sul palco di CES 2014.

I 20 "MOST WANTED"

ULTRA HD

Le tecnologie 4K saranno, senza dubbio alcuno, le protagoniste di questa edizione 2014 del Consumer Electronic Show. Videogiochi, film, contenuti streaming: l'ultra high definition approdata nelle sale cinematografiche qualche anno fa, è pronta a entrare in ambito domestico per offrire al pubblico immagini più definite, vivide e reali che mai. L'industria sembra intenzionata a saltare gli step intermedi approdando direttamente allo standard 4K, soluzione che, tutto sommato non ci dispiace affatto. Il mercato offre già numerose soluzioni a chi volesse approcciare questo tipo di tecnologia: svariate sono le proposte di Sony, Samsung, Panasonic, Toshiba ed LG, anche se i prezzi risultano, ad ora, decisamente poco accessibili all'utente medio. Sul fronte gaming il PC ha già le potenzialità per garantire immagini in 4K fluide e nitide, mentre la risposta dell'industria home video è ancora timida, specialmente a causa della mancanza di una base d'utenza sulla quale lavorare.

QHD PER IL MOBILE

Ma l'industria dell'hardware non vuole rompere la barriera del FullHD solo su TV e monitor casalinghi: risoluzioni superiori al 1080p stanno per arrivare anche su tablet e smartphone. Tecnicamente il limite è già stato superato, sia da Apple con il suo retina display per iPad, ma anche da altri marchi e soluzioni, come Nexus 7 (2013) di Google e Kindle Fire HDX di Amazon. Ma dal 2014 molte altre soluzioni compatte e smartphone disporranno di monitor super-HD, in virtù di schermi composti da pixel praticamente invisibili ad occhio nudo. Tecnologia e potenzialità ci sono, accessibili e relativamente economiche: ora resta da capire se tanta definizione sia veramente necessaria o se si tratta di un semplice valore aggiunto a dei prodotti tecnologicamente già avanzatissimi.

STEAM MACHINE

Non si può negare: per la nuova edizione del CES, Valve si è accaparrata gran parte dell'interesse del pubblico, annunciando che porterà all'evento di Los Angeles il cosiddetto Project SteamBox, una macchina che unisce l'architettura e la potenza del PC alla comodità e semplicità d'approccio della console. Il pubblico che attende Steam Machine - un'utenza prevalentemente vicina all'esperienza videoludica - si divide in diverse categorie: il PC gamer che spera di vedere la rivalsa del "computer" sulle console grazie ad una soluzione ibrida, il console user ancora scettico nei confronti del progetto made in Valve, e infine l'utente più posato, che spera solo di vedere più competitività e un mercato più florido, con meno speculazioni e dove il gamer è, per la prima volta, al centro dell'attenzione. Sappiamo che ci saranno diverse offerte da svariate aziende licenziatarie, più un cosiddetto official hardware, già mostrato in versione "provvisoria" grazie al programma Steam Hardware Beta. Ma l'interesse si raccoglie non solo intorno alla macchina ma anche al sistema operativo, Steam OS, al controller e alle possibili partership che potrebbero essere annunciate.

SMARTWATCH

Ad alcuni potranno sembrare inutili, ma la risposta del pubblico ai primi modelli è stata tutto sommato positiva. Sarà anche perché l'orologio è, prima che uno strumento, un oggetto che fa moda, tendenza, in una società dove l'estetica va di pari passo con la funzionalità. Sono molte le aziende che, stando ai rumour, stanno preparando dei device da polso che comunicano con lo smartphone o il tablet in nostro possesso: Sony, LG, ZTE e HTC sono solo alcuni dei più importanti nomi dell'industria mobile. Ma ci sono anche soluzioni alternative, come i device ad inchiostro elettronico, caratterizzati da consumi bassissimi, e smartwatch votati all'aspetto estetico, prodotti in partnership con aziende del settore apparel quali Nike e Adidas.

64-BIT MOBILE PROCESSORS

Per quanto opinabile, la scelta di Apple di adottare la tecnologia a 64-bit per i suoi ultimi device è stata ben accolta sia dagli utenti meno esperti che dagli appassionati di hi-tech, tanto da "convincere" anche gli altri produttori di semiconduttori a rilasciare nuove architetture basate sullo standard a 64-bit. La casa verde di Santa Clara, NVIDIA, ha in previsione il rilascio di Tegra K1 per i primi mesi del 2014, potentissimi chip che promettono di rivoluzionare il mondo del mobile portando ad un grande balzo evolutivo sul piano tecnico (con un occhio di riguardo alle applicazioni gaming e multimediali grazie al supporto di OpenGL 4.4 e Unreal Engine 4). Ma gli altri non stanno certo a guardare: Samsung Electronics ha già parlato di chip a 64-bit e sappiamo che Qualcomm risponderà con un nuovo SoC della linea Snapdragon. Ma la britannica ARM Holdings sta gia considerando l'idea di approcciare lo sviluppo di una CPU mobile a 128-bit.
Forse è troppo presto, ma se le linee produttive si adattano rapidamente ai nuovi standard hardware, allora i prezzi resteranno più o meno gli stessi; l'industria software potrà invece lavorare su terminali più prestanti, ottimizzando per il 64-bit.

STAMPANTI 3D

Sebbene si parli di un device meno mainstream, la stampante 3D è indubbiamente un apparecchio curioso e affascinante, che molti appassionati di tecnologia vorrebbero avere tra le mura domestiche. Si tratta di un macchniario in grado di realizzare oggetti di piccole dimensioni, partendo da un progetto CAD, sfruttando varie tecniche di modellazione e utilizzando materiali polimerici di varia natura. Concepite per la prototipizzazione, queste macchine sono oggi utilizzate in numerosissimi ambiti industriali. Ovviamente parliamo di apparecchiature discretamente costose - e per certi versi ancora limitate - che richiedono praticità e manutenzione per poter essere approcciate. Ma il mercato sembra pronto a rilasciare soluzioni più economiche, versatili e semplici da utilizzare, come l'italianissima Fabtotum. Gli impieghi? Infiniti, basta solo un po' di fantasia e tanta buona volontà per progettare e realizzare oggetti e molto altro.

DISPLAY FLESSIBILI

Abbiamo già avuto un piccolo assaggio della nuova tecnologia a display curvo osservando da vicino gli smartphone in arrivo e alcuni nuovi modelli di TV, ma le cose più interessanti devono ancora arrivare. L'industria OLED è finalmente riuscita ad affinare la tecnologia che permette di creare pannelli a base organica che si flettono e si piegano, portandola ad uno stadio di discreta fruibilità sebbene non sia ancora chiaro come sfruttarla al meglio. Aziende come Samsung ed LG sono già in pole position, non solo per la produzione dei pannelli, ma anche per l'installazione degli stessi sui prodotti in arrivo i primi mesi del 2014: altre aziende come Sony, Toshiba e Philips seguiranno a ruota, anche se i pronostici ci dicono che la nuova tecnologia non sarà realmente sdoganata prima del 2015.

OCULUS RIFT

In ambito videoludico sembra ormai assodato che la vera rivoluzione arriverà non tanto dall'hardware o dalle console, ma piuttosto dal modo di approcciare il videogame. L'ultima frontiera in ambito multimediale è la realtà virtuale, sognata negli anni ‘80, sperimentata nei ‘90, abbandonata nel 2000 ma ora riconsiderata in virtù di strumenti e tecnologie che possono finalmente renderla possibile. Il visore progettato dall'azienda Oculus VR non è un semplice visore 3D, bensì un vero e proprio dispositivo di realtà virtuale che offre non solo una visione emisferica in grado di coprire l'intero cono ottico, ma anche dei sensori che catturano i movimenti della testa trasportandoci così all'interno dello spazio ludico. Il development kit già mostrato al pubblico in svariate occasioni, è ancora fortemente limitato dalla risoluzione a 720p, mentre la richiesta di un hardware discretamente potente è un ulteriore "limite" e barriera alla diffusione di tale oggetto. L'edizione 2014 di CES potrebbe essere portatrice di interessanti novità.

VISORE VR SONY

Con un pubblico tanto entusiasta alla soluzione proposta da Oculus VR, la risposta della concorrenza non poteva che essere rapida e fulminea. Recenti rumour affermano infatti che gli ingegneri di Sony starebbero lavorando ad una periferica di realtà virtuale simile a Oculus Rift, ovviamente compatibile con la neonata console Playstation 4. Nessuna informazione ufficiale in realtà, ma non sarebbe il primo tentato approccio di Sony ad un device indossabile per la visione di film e giochi. I più attenti di voi ricorderanno senza dubbio il personal 3D Viewer dell'azienda di Tokyo, progetto non fallimentare ma certamente di scarso successo, per via di alcuni limiti tecnici dello stesso (sempre la risoluzione) nonché di un prezzo non proprio popolare. Ma il brand giapponese sembra essere pronto a svelare qualcosa di interessante e dalle grandi potenzialità: che la guerra della realtà virtuale abbia inizio!

GOOGLE GLASS

Se ne parla da tantissimo, ma da ambiziosa realtà il progetto sembra essere piombato nel torpore di un development davvero lungo. Google ha mostrato il device in svariate occasioni, ma ha pure offerto la possibilità di acquistare uno dei prototipi - la cosiddetta Explorer Edition - ad un prezzo non proprio alla portata di tutte le tasche: 1500$. Ultime indiscrezioni vedrebbero la vendita fissata per il prossimo aprile ad un prezzo che oscillerebbe tra i 299 e i 599$, con lenti graduate opzionali a partire da 99$. Ma in realtà si parla anche di un'evoluzione del progetto (denominato Google Glass 2 in assenza nomi ufficiali) dal differente design e caratteristiche tecniche, con tutta probabilità più vicino a quanto sarà effettivamente commercializzato dall'azienda di Mountain View. Rimanete sintonizzati sulle nostre pagine per tutti gli aggiornamenti sulla periferica indossabile di Google.

3D SENZA OCCHIALINI

Sembrava pura utopia, fino a quando Nintendo non ha lanciato una piccola console che lo rendeva possibile: il 3D senza occhiali è, con pochi dubbi, uno dei traguardi dell'attuale industria dei pannelli LED/OLED, un settore alla costante ricerca di perfezionamento che in questo caso vuole rendere l'illusione delle tre dimensioni più accessibile e semplice da approcciare. Certo su uno schermo con diagonale da 50" è tutta un'altra cosa, ma la cinese Haier sembra ce l'abbia fatta ed è pronta a mostra a Las Vegas un TV LED 4K che, grazie all'innovativo sistema ottico Ultra D, rende possibile la visione dei contenuti senza occhiali e con un angolo di visione di ben 140°. Scettici? Non resta altro che aspettare...

NEW KINDLE PAPERWHITE

Gli amanti del libro e della lettura ormai lo hanno riconosciuto: l'ebook è il futuro dell'editoria, destinato a soppiantare progressivamente la stampa cartacea. Tra i numerosi apparecchi offerti in un mercato in espansione (nonostante i cosiddetti lettori forti siano sempre meno), Kindle è una delle soluzioni più interessanti e semplici da approcciare. Le potenzialità del device di Amazon non riguardano solo le sue specifiche tecniche, ma anche lo store, il più fornito di tutto il web con prezzi concorrenziali e offerte sottocosto a cadenza giornaliera. Il colosso dell'e-commerce intende presentare il nuovo Kindle Paperwhite 2014 nel corso della 4 giorni di Las Vegas, pianificando il lancio per il secondo trimestre dell'anno. Stando alle informazioni rilasciate dal blog statunitense TechCrunch, la nuova versione del dispositivo Amazon vanterà uno schermo con risoluzione a 300 ppi, sensore di luce ambientale, nuova scocca (simile a quella di Fire HD), e uno schermo in vetro anziché in plastica. Siete pronti a sostituire il vostro vecchio ebook reader?

XBOX SURFACE

Siamo franchi: Xbox Surface è un rumour bello e buono, un'utopica pretesa di un fan Microsoft oppure lo scherzo di un bontempone. Eppure da molto tempo si vocifera a proposito di una "console" portatile made in Microsoft, anche se l'azienda di Redmond ha spesso dichiarato di non essere interessata a sviluppare una soluzione portatile dedicata al solo gaming. Ma con il rilascio di Microsoft Surface, una proposta vicina al videogame sembra già plausibile e auspicabile, in virtù di ulteriori interazioni con Xbox One e con possibilità di installare software ludico dedicato. Non resta che aspettare qualche giorno, così da capire se Microsoft è realmente impegnata in un simile progetto, con l'idea di ampliare ulteriormente la cosiddetta Xbox Experience.

NUOVE GPU NVIDIA

In aggiunta alle nuove soluzioni Tegra sul fronte mobile, pare proprio che NVIDIA intenda mostrare al pubblico del CES anche le nuove GPU per l'ambito PC. Stiamo parlando della famiglia 800, che come da tradizione debutterà con la serie M - per il mercato laptop - per poi arrivare anche nell'ambito desktop con soluzioni pensate espressamente per il gaming e per prestazioni elevate. Come sempre vige una segretezza quasi assoluta, quindi non conosciamo moltissimo a riguardo: stando alle poche dichiarazioni avremo una GPU affiancata da un piccolo processore ARM in grado di rendere l'hardware meno dipendente dalla CPU del computer. A questo si aggiungeranno notevoli miglioramenti in ambito prestazionale, sviluppo semplificato per le softco grazie a NVIDIA GameWorks e infine un ulteriore miglioramente sul fronte dei consumi. Le nuove GPU Maxwell - la cui architettura prende il nome dal fisico teorico James Clerk Maxwell - saranno ancora basate sul processo produttivo a 28nm, dato che l'industria pare non essere ancora pronta per la produzione a 20nm su vasta scala.

CODEC VIDEO VP9

Novità anche in casa Youtube, che qualche giorno fa ha ufficialmente annunciato l'arrivo di un nuovo e rivoluzionario codec video, il VP9, che permetterà lo streaming di contenuti in 4K. Il colosso del video streaming ha già sperimentato con le nuove risoluzioni QHD e 4K, ma il codec H.265 pare non essere sufficientemente prestante a tale scopo, soprattutto se si pensa a chi dispone di una connessione che non supera i 7 Mb/s (ancora tanti utenti, specialmente in Italia): VP9 permetterà a tutti di fruire di contenuti con risoluzioni superiori al 1080p, con tempi di caricamento ridotti e senza pesare sulla banda. La piattaforma web di proprietà Google è pronta a mostrare la rivoluzione al CES, ma supponiamo di poter mettere le mani sul nuovo codec quanto prima, con le nostre mani.

MICROSOFT SURFACE 2

Microsoft continua la sua corsa per accaparrarsi una posizione dominante nel segmento mobile. Sebbene lentamente, Windows RT e Windows 8 hanno ottenuto un discreto successo in termini sia di vendite che di responso tra pubblico ed esperti. Gli aggiornamenti del software hanno già fatto tanto, sia su mobile che su desktop, ma ora anche l'hardware sembra pronto a cambiare: Intel ha preparato nuove e più prestanti CPU, e si aggiornano anche porte e connettori. Alle soluzioni ufficiali Microsoft si affiancano quelle di terzi, marchi celebri tra i quali spiccano LeNovo e Dell. Ma un'altra cosa che ci aspettiamo per il 2014 è un abbassamento dei prezzi, perché per quanto prestanti e versatili, i primi device Surface di Microsoft si sono rivelati davvero molto costosi e poco concorrenziali.

NEXUS 10

La sua presenza non è sicura al 100%, ma i fan di Google ne sarebbero certamente lieti. Gli esperti attendevano la nuova versione di Nexus 10 già per il 2013, ma Google ha preferito attendere, investendo risorse sul lancio dello smartphone Nexus 5. Ora il terreno sembra fertile e forse qualcosa è già pronto a germogliare sul campo di Las Vegas. Secondo quanto trapelato sul sito PhoneArena, il nuovo tablet Google sarà sviluppato da Samsung - e non da Asus come precedentemente supposto - e avrà un display AMOLED con risoluzione di 2560x1600 (proprio come il predecessore) montando naturalmente l'ultima versione di Android 4.4 KitKat. Attendiamo la manifestazione per conoscere il resto delle specifiche, prezzo e data di lancio.


SONY EXPERIA Z1S

Sebbene priva di una vera e propria novità, Sony si è preparata di tutto punto per mostrare a pubblico e stampa la versione small del suo modello di punta. ZS1 giungerà con un processore Snapdragon 800 con velocità di clock a 2.2 GHz, supportato da 2GB di memoria RAM e 16 GB di memoria interna. Il display è da 4,3 pollici con risoluzione di 1280x720, inferiore rispetto alla versione full size ma perfettamente adatto alla diagonale ridotta. Xperia Z1 mini dovrebbe avere la stessa fotocamera da 20 megapixel montata su Z1 ma con una frontale da 2 megapixel. Provvede all'alimentazione una batteria da 2300 mAh e funzionerà con Android 4.3 Jelly Bean.

LG G3

I fedelissimi del brand coreano lo attendono con impazienza: parliamo del nuovo smartphone G3, il modello di punta dell'azienda sud coreana, grande esempio di potenza hardware powered by Android. Un leak di ZDNet Korea riporta che il nuovo dispositivo di LG disporrà di uno schermo con risoluzione di 2560x1440 - formato che vuole imporsi come nuovo standard dell'alta definizione su smartphone - un non ben precisato processore octa-core con nome in codice LG Odin e una fotocamera con sensore da 16 MP. Il design non si prospetta essere particolarmente rivoluzionario, ma è lecito aspettarsi una revisione in termini di materiali e costruzione. Ancora qualche giorno e ne sapremo di più.

CLOUD COMPUTING

Il cloud computing è sempre più vicino. Non parliamo dello storage in remoto - o DaaS (Data as a Service) - quello è già concreta realtà da qualche anno grazie all'impegno di Google, Apple, DropBox e di molti altri; ci riferiamo alla possibilità di utilizzare a tutti gli effetti del software in remoto, che sia un videogame o un applicativo dedicato alla produzione, studio o lavoro. Le tecnologie già ci sono, come lo ha dimostrato NVIDIA con GRID; ora è solo questione di approntare le server farm e potenziare le infrastrutture di rete. Con l'edizione 2014 di CES ci auguriamo di vedere un concreto interesse anche relativamente al cloud computing, per un futuro non solo più semplice ma anche più economico e soprattutto più ecologico.

GLI ASSENTI

SAMSUNG GALAXY S5

Le ultime dichiarazioni di Samsung hanno confermato che non sarà sul palco di CES 2014 (la presentazione è infatti rinviata al MWC di Barcellona). Il vice presidente esecutivo dell'azienda ci ha confermato che S5 è un nome provvisorio e che l'azienda intende quindi ripartire "da capo", forse con l'intento di innovare laddove si era perso il focus del brand Galaxy. Notevoli gli improvement hardware: schermo da 2560x1440 con diagonale da 5.2", processore Exynos a 64-bit corredato con 4GB di RAM. E' lecito aspettarsi le solite due colorazioni con vari tagli di memoria. In risposta alla tecnologia fingerprint di Apple, il colosso coreano pare voglia includere un sistema di sblocco a scansione oculare, anche se ora non è ben chiaro come possa funzionare esattamente. Nonostante l'assenza del modello di punta di casa Samsung, gli aficionados del brand coreano potranno finalmente osservare da vicino il particolarissimo Galaxy Round a schermo curvo.

SONY EXPERIA Z2 "AVATAR"

Niente high-end nemmeno per Sony, che rinvia la presentazione del suo pezzo forte, lo Z2, per una dimostrazione in primavera nel corso di un evento tutto dedicato. Qualche foto è già trapelata per la rete (ma potrebbero essere fake), mentre le prime indiscrezioni parlano di un design e una scocca molto simili, schermo Bravia X-Reality con tecnologia Triluminos, fotocamera da 20 megapixel, sistema operativo Android 4.4 KitKat, il tutto Waterprof come da tradizione. Sebbene non presente sul palco del CES, sicuramente avremo modo di saperne di più nel corso dei prossimi mesi.

NEXUS 6

Come abbiamo già potuto vedere, Google sarà fortemente presente in questa edizione del CES, tanto per i servizi e le tecnologie - come il codec V9 di Youtube - quanto sul fronte dei dispositivi, con il nuovo Nexus 10 e con il famigerato progetto Google Glass. Ma la nuova incarnazione smartphone Nexus 6 pare ancora lontana dalla presentazione ufficiale, nonostante inizino già a circolare speculazioni su chi possa essere il partner del nuovo dispositivo nonché le caratteristiche tecniche del device.

CES 2014 L’edizione 2014 di CES si preannuncia più frizzante che mai, con novità non solo in ambito mobile ma anche relativamente a web, gaming ed elettronica di consumo. Ovviamente quello che abbiamo deciso di riportare in questo articolo non è che la punta dell’iceberg: l’evento di Los Angeles è infatti, come da consuetudine, la manifestazione che porta a galla le più succose novità in arrivo in ambito tecnologico, spesso inattese e geniali, magari presentate da aziende nuove e misconosciute desiderose di fama e successo, tutto ciò alla luce di una Cina che sembra inarrestabile e di un universo mobile dalle potenzialità sempre maggiori. Restate con noi i prossimi giorni, per un coverage completo con news e approfondimenti dedicati.