LG: la nuova gamma TV OLED 2017 e l'incredibile W7, spesso solo 2.57mm

LG presenta al CES la nuova gamma OLED TV 2017 insieme all'incredibile Signature W7, un TV che sembra un poster.

speciale LG: la nuova gamma TV OLED 2017 e l'incredibile W7, spesso solo 2.57mm
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Anche quest'anno LG sarà padrona assoluta del mercato dei TV OLED. Sony e Panasonic avranno a listino solo un paio di modelli, mentre Samsung ha puntato tutto sulla tecnologia LCD e QLED. LG ha quindi la strada spianta, ma dovrà vedersela comunque con la concorrenza di tanti nuovi modelli LCD, meno costosi rispetto agli OLED. Ancora le informazioni sono scarse sulla nuova gamma 2017 di LG, ma possiamo già dire che sarà molto vasta, e questo lascia presupporre un prezzo di ingresso inferiore rispetto al passato. Prezzi bassi che non avrà di certo l'incredibile W7 Signature, il top di gamma di quest'anno, che ridefinisce il concetto di spessore legato agli schermi televisivi.

Un miracolo della tecnologia

Osservando le foto che ritraggono il Signature W7 non si può che rimanere stupefatti. La scocca, se così possiamo chiamarla, è spessa solo 2.57 mm, lungo tutta la sua superficie. Si tratta di un passo avanti assoluto rispetto al passato, che porta LG a un livello superiore rispetto alla concorrenza. Sembra quasi di vedere un foglio di carta appeso a una parete, con una diretta conseguenza anche sul peso del TV. Non sono infatti necessari supporti particolari per appenderlo, bastano dei magneti per ancorare il pannello al muro. La sensazione che si prova osservandolo è quella di un'estrema leggerezza, trasmessa anche dalle forme minimali. Dal TV esce un cavo di collegamento che va ad installarsi in una soundbar, che provvede al suono ma ospita anche tutte le connessioni.
Nonostante lo spessore ridotto, il TV è in grado di generare una luminosità di picco di 900 Nits e di offrire la copertura del 98.5% dello spazio di colore DCI-P3, con pieno supporto per tutti gli standard HDR oggi disponibili, dall'HDR10 al Dolby Vision, passando per l'HLG. Particolare attenzione è stata posta nella calibrazione, grazie alla partnership con Tecnicolor. Questo particolare modello, di cui non si conosce il prezzo, arriverà sul mercato nelle varianti da 65 e 77 pollici.

Il Signature W7 fa da apripista per tutti gli altri modelli della gamma, a cominciare dal W7, offerto nelle varianti da 65 e 77 pollici, l'E7 da 65 e 55 pollici e le C7 e B7, che costituiranno la fascia bassa per questo 2017, con modelli da 55 a 65 pollici. Base comune per tutti è il sistema operativo WebOS 3.5, la cui precedente incarnazione ha ben figurato nel corso del 2016. Tutti i modelli saranno comunque compatibili con HDR10 e Dolby Vision, anche LG ha deciso di tagliare fuori alcune tecnologie rispetto allo scorso anno. Non ci saranno infatti TV curvi, confermando uno dei trend del momento, ma cosa più interessante nessun TV della gamma 2017 supporterà più il 3D.

LG Il Signature W7 è un prodotto che lascia a bocca aperta, un TV potenzialmente in grado di ridefinire l’intero settore. Peccato che il brand Signature identifichi solo i dispositivi di lusso del brand coreano, per cui saranno molto pochi quelli potranno permetterselo. Al contrario gli altri modelli, tutti con supporto per HDR e Dolby Vision, saranno certamente più alla portata dell’utenza tradizionale. Purtroppo le informazioni scarseggiano e non possiamo darvi altre indicazioni in merito, ma l’arrivo della nuova gamma OLED è previsto per la seconda metà dell’anno.