Mate 10: il top di gamma di Huawei sarà la sorpresa del 2017?

Schermo borderless, doppia fotocamera, batteria da 4000 mAh e tutta la potenza del Kirin 970: il Mate 10 potrebbe essere una vera sorpresa.

speciale Mate 10: il top di gamma di Huawei sarà la sorpresa del 2017?
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

La gamma Mate si è confermata nel tempo come la regina della lineup Huawei. Molte delle novità più importanti della casa cinese sono state introdotte proprio con questi terminali, come il SoC Kirin 960 lo scorso anno, senza contare che il prezzo superiore a quello della gamma P fa del Mate il vero top di gamma di Huawei. Uno smartphone, anzi un phablet, nato per mettere in mostra il meglio della tecnologia a disposizione dell'azienda di Shenzen, che quest'anno arriverà sul mercato con una configurazione hardware e un look potenzialmente in grado di innalzare l'asticella delle prestazioni e della qualità. Ancora non si può certo dire con certezza però, visto che alcuni elementi carpiti dai rumor sono contraddittori. Mancano ormai pochi giorni alla presentazione ufficiale del 16 ottobre, nel frattempo però facciamo il punto della situazione su uno degli smartphone Android più interessanti in uscita in questa parte finale dell'anno.

Arriva lo schermo borderless

Le novità del Mate in salsa 2017 saranno molte, ma le due principali sono certamente lo schermo borderless e il nuovo SoC Kirin 970. Due new entry assolute nel panorama Huawei, anche se a spiccare di più sarà certamente lo schermo borderless, che secondo le ultime informazioni dovrebbe avere una diagonale da 6.2" invece che da 5.9" come affermato in precedenza, con una risoluzione di 2160x1080 pixel. Dimensioni identiche a quelle di S8+ quindi, ma una risoluzione inferiore. Si tratta di una scelta che, se confermata, ci sentiamo di condividere, visto che su Galaxy S8+ la differenza nella visualizzazione tra il FHD+ (2220x1080) e WQHD+ (2960x1440) è abbastanza trascurabile, consumando però più energia e appesantendo il lavoro della CPU/GPU. A tal proposito, il Kirin 970 promette molto bene sia per quanto riguarda la potenza bruta, che non mancava nemmeno al suo predecessore, sia per quanto riguarda i consumi. Il SoC è realizzato con processo produttivo a 10 nm ed è un octa core, con quattro core A73 a 2.40 GHz e quattro A53 a 1.84 GHz, capaci di fornire, secondo Huawei, il 25% di potenza e il 50% di efficienza in più rispetto al passato, mentre la GPU è totalmente nuova ed è una Mali-G72MP12. Il processore include al suo interno anche una NPU, una Neural Process Unit simile a quella presente in iPhone 8 e nel SoC A11 Bionic di Apple, dedicata all'elaborazione delle immagini, riuscendo a processarne 2000 al minuto. Sempre nel Kirin 970 è installato un ISP tutto nuovo per gestire la dual cam posteriore, che dovrebbe essere composta da un sensore da 20 Megapixel con apertura f/1.6 insieme a un secondo da 23 Megapixel. Ancora non si hanno informazioni sul funzionamento della fotocamera posteriore purtroppo, che potrebbe puntare sulla configurazione dello scorso anno (sensore RGB+Bianco e nero) oppure scegliere una strada diversa, magari inserendo un obbiettivo grandangolare o un teleobbiettivo. Se per il comparto fotografico mancano le certezze, sulla batteria si può andare sul sicuro: il Mate 10 ne avrà una da ben 4000 mAh, come da tradizione.

Si tratta dello smartphone borderless top di gamma con la batteria più grande mai realizzato finora, una scelta, quella di Huawei, che potrebbe dare un'autonomia davvero sopra la media al Mate 10.
Passando invece all'aspetto del terminale qui i dubbi si moltiplicano. Online circolano già render che permettono di vedere il design finale del device, render che però non chiariscono bene alcuni aspetti. Innanzitutto, le immagini che ritraggono il Mate 10 non danno l'idea dei materiali impiegati, anche se molto probabilmente si tratta di alluminio. La banda colorata che mette in evidenza la dual cam può piacere o meno, ma la versione nera dovrebbe attenuare l'effetto visivo scelto da Huawei. In rete però sono comparse anche immagini di una variante in vetro, che potrebbe essere in realtà il Mate 10 Pro, elegante e certamente dal look più sobrio e neutro, ma che si preannuncia anche molto caro, con cifre che potrebbero superare i 1000$.
Vedremo tra pochi giorni come sarà realmente i Mate 10, intanto il progetto di Huawei promette molto bene. Schermo borderless, processore nuovo, batteria ai vertici della categoria, lettore di impronte posteriore in posizione centrale e una dual cam rinnovata: tutti elementi che potrebbero fare del Mate 10 la sorpresa di questa parte finale dell'anno nel mercato Android.