Microsoft ha in sviluppo un emulatore PC per smartphone Windows 10?

Secondo le ultime indiscrezioni, Microsoft sarebbe al lavoro su un emulatore per Windows 10 Mobile, che gli consentirebbe di far funzionare software x86.

speciale Microsoft ha in sviluppo un emulatore PC per smartphone Windows 10?
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

Microsoft sta lavorando ad un emulatore per abilitare i device dotati di processori ARM alle applicazioni x86, almeno secondo un recente rumor. Tale capacità dovrebbe arrivare con l'update nominato come Redstone 3, attualmente previsto per l'autunno 2017. Questo sarà il terzo aggiornamento maggiore ad avere il nome ispirato a Minecraft, dopo l'Anniversary Update (Redstone 1) e il Creators Update (Redstone 2), che arriverà nella primavera del prossimo anno. Il cambiamento sarebbe molto importante, perchè permetterebbe ai terminali Windows 10 Mobile di far funzionare programmi specificatamente progettati per computer desktop, il tutto su architettura ARM, grazie a un emulatore su cui la compagnia americana starebbe lavorando.

Oltre Continuum

Microsoft annunciò Windows sui processori ARM già nel 2012, ma il sistema operativo non ha mai ottenuto un appeal elevato, anche a causa del ridotto numero di applicazioni disponibili, presenti in numero nettamente inferiore alla concorrenza. Con l'arrivo delle Universal App lo store di Microsoft sembrava destinato a popolarsi di centinaia di nuovi applicativi mobile, ma purtroppo nemmeno questo stratagemma ha funzionato.
Redmond ha provato a mettere una pezza a tutto ciò con l'introduzione di Continuum, una funzione che permette a uno smartphone, tramite una dock, di connettersi ad un sistema dotato di tastiera, mouse e schermo e utilizzare applicazioni con un'interfaccia simile a quella PC. Attualmente però Continuum è strettamente legato alla piattaforma UWP ed alle app per essa progettate. Queste sono infatti in grado di offrire un'interfaccia doppia, che si adatta a seconda della modalità di utilizzo, mobile oppure Continuum. Anche in questo caso la compatibilità non è molta e solo una minima parte delle app presenti nello store è fruibile tramite Continuum, ma con un emulatore x86 le cose potrebbero radicalmente cambiare.

Non è tutto rose e fiori

Consentire alle applicazioni x86 di funzionare tramite un emulatore sui chip di ARM potrebbe dare una spinta in più ai device Windows Mobile. L'emulazione però ha sempre un costo e in genere una fetta delle performance e dell'efficienza energetica vengono perse. Quando si utilizza Continuum lo smartphone è alimentato, di conseguenza i consumi non sono un problema, ma nello scenario che Microsoft vuole costruire il consumo di batteria potrebbe venire effettivamente intaccato.
Le voci indicano che la società di Redmond ha già un emulatore funzionante, nome in codice Cobalt. Con esso ogni device con Windows 10 Mobile diventa in grado di far girare qualsiasi applicazione desktop. Un utente su Twitter ha infatti trovato già alcune tracce di Cobalt, e le indicazioni preliminari dicono che l'emulatore lavorerà con eseguibili che mischiano il codice x86 e quello ARM in un singolo processo. È possibile che l'emulazione x86 lavorerà solo per il codice ad alto livello, switchando al codice ARM di basso livello ogni qualvolta determinate operazioni e funzioni devono essere utilizzate. Questo è l'approccio che la società americana sta adottando per minimizzare l'impatto dell'emulazione sulle prestazioni e sulla batteria.

Windows 10 per smartphone Redstone 3 e l’emulatore Cobalt dovrebbero rendere possibili delle funzionalità che erano inizialmente previste solo per il famigerato Surface Phone, per avere un mini-desktop nel palmo di una mano. Se questa sia la feature che potrebbe rilanciare Windows 10 Mobile non è ancora chiaro, ma sarebbe sicuramente un bel vantaggio per la società di Redmond. Vi invitiamo comunque a prendere le informazioni con le pinze, in quanto non c’è attualmente nulla di ufficiale. Solo nei prossimi mesi si saprà se Cobalt arriverà o meno sui terminali Windows Mobile, magari installato sul famigerato Surface Phone.