Speciale Mini droni: più piccolo non vuol dire meno sofisticato

Micro Drone 3.0 e Wallet Drone sono due nuovi droni dalle dimensioni contenute ma capaci comunque di raggiungere velocità elevate a prezzi concorrenziali, per un settore sempre più ricco di alternative.

speciale Mini droni: più piccolo non vuol dire meno sofisticato
Articolo a cura di

Vista la quantità di nuovi prodotti presentati ultimamente non possiamo non continuare a parlare di droni. Con la bella stagione l'interesse verso questi prodotti è schizzato alle stelle e molti di noi vorrebbero portarli con sé in vacanza. Lo spazio a disposizione però spesso è molto limitato, ecco perchè oggi vi presentiamo due interessanti modelli appartenenti alla categorie dei mini droni, velivoli dalle piccole dimensioni ma nello stesso molto sofisticati.

Micro Drone 3.0

Iniziamo la nostra rassegna con un prodotto che sta spopolando su Indiegogo. Questo piccolo drone ha raccolto in pochissimi giorni più di 1 milione di dollari, trovando quasi 8000 sostenitori. L'elevato successo è dovuto ad una serie di innovative soluzioni tecniche introdotte. Vediamole nel dettaglio cominciando, innanzitutto, dalle dimensioni estremamente contenute, che lo rendono facilmente trasportabile ovunque. Grazie al suo diametro di soli 145 mm il Micro Drone 3 sta, infatti, tranquillamente nel palmo della mano.
Il team di sviluppo, nonostante il poco spazio a disposizione, ha saputo inserire al suo interno varie tecnologie e diversi sensori di movimento (giroscopio a 6 assi, bussola elettronica e accelerometro) che lo rendono estremamente stabile. Questi permettono traiettorie di volo estremamente precise e riprese video di ottima qualità. Grazie agli algoritmi integrati il Micro Drone 3 riesce a contrastare autonomamente i venti laterali, permettendogli di raggiungere senza difficoltà la velocità di 72 km/h circa. Inoltre, basterà semplicemente scuotere lo smartphone per far capovolgere questo drone e farlo volare sottosopra con la video camera posizionata in alto.
Il Micro Drone potrà, infatti, essere pilotato sia con un tradizionale radiocomando (con una portata di quasi 100 metri) sia tramite l'app dedicata disponibile per Android e iOS. Questa consentirà di utilizzare lo smartphone con un visore per la realtà virtuale, come il Cardboard di Google. In questo modo potremo pilotare il nostro drone come se fossimo al suo interno, un'esperienza del tutto nuova e veramente coinvolgente.
Il Micro Drone 3 sarà perfettamente integrato con i social network permettendo di condividere le riprese effettuate in tempo reale, con i nostri amici e follower, tramite l'app gratuita Meerkat. Se saranno raccolti i fondi necessari, il team di sviluppo realizzerà, inoltre, una completa suite di editing per rielaborare foto e video senza l'ausilio di altri programmi.
Per quanto riguarda le capacità di ripresa video, la terza versione del Micro Drone utilizza un camera HD con risoluzione 1280x720 pixel a 30 fps dotata di microfono ed ospita al suo interno uno slot Micro SD per memorizzare i vari dati raccolti. La videocamera di bordo sfrutta, inoltre, una connessione Wi-Fi a bassa latenza per inviare in tempo reale foto e video sullo smartphone. La camera potrà essere agganciata ad un giunto cardanico opzionale (dal costo di 50 dollari) controllato dall'utente. Questo consentirà riprese molto stabili e permetterà di realizzare video da particolari angolazioni.
Il velivolo sposa la tecnologia modulare per l'assemblaggio delle varie componenti. Basteranno pochi istanti per cambiare la batteria ed installare una nuova videocamera che potrà riprendere, a seconda della scelta dell'utente, sia frontalmente che posteriormente. Il team di sviluppo ha annunciato modelli con lenti Fish Eye, 1080p o adatte alla visione notturna. La tecnologia modulare consentirà, inoltre, di installare nuove parti che aumenteranno la grandezza del drone. Sono disponibili tre "Expansion Pack" con eliche di diversa forma e grandezza. L'acquirente potrà poi personalizzare la struttura principale con varie scocche in grado di farlo assomigliare, ad esempio, ad un drago o a una vespa.
Per supportare tutte le funzionalità il Micro Drone 3 si affida ad un processore ARM Cortex e ad una batteria da 450 mAH in grado di fornire un'autonomia di circa 8 minuti. Il prezzo di partenza di questo innovativo velivolo è di 150 dollari, con l'arrivo sul mercato previsto per la fine dell'anno.

Wallet Drone

Continuiamo a parlare di piccoli veicoli con il Wallet drone, che vanta dimensioni lillipuziane, grazie a misure ridottissime di soli 4 x 4 x 1,75 cm. Sviluppato dalla società newyorchese Axis drone , il più piccolo quadricottero al mondo può essere facilmente portato in tasca grazie alla pratica custodia-telecomando. Il team di sviluppo ha realizzato, infatti, un piccolo radiocomando alimentato da 4 comuni batterie stilo, all'interno del quale il velivolo può essere alloggiato e ricaricato. Saranno necessari solo 15/20 minuti per una completa carica che potrà essere effettuate anche grazie al cavo USB fornito in dotazione.
Questo velivolo ha un'autonomia ridotta, non potendo ospitare una batteria molto grande e pesante, compresa tra i 5 e i 7 minuti. Grazie al giroscopio integrato a 6 assi, l'azienda promette grande stabilità e facilità di controllo nonostante le ridotte dimensioni. Il drone ha 3 velocità pre-programmate ed è, inoltre, prevista la modalità "trick" per fantastiche evoluzioni in aria, con la possibilità di eseguire anche rapide rotazioni a 360 gradi. Il Wallet Drone è ordinabile in 4 diversi colori ad un prezzo di 45 dollari, con l'arrivo sul mercato previsto per agosto.

Drone Il mercato dei droni è, ormai, vastissimo, con soluzioni adatte ad ogni esigenza. Questi prodotti continuano ad evolversi ad un ritmo molto sostenuto con l’arrivo di nuove funzionalità che li rendono sempre più versatili ma anche più semplici da pilotare e da gestire. I mini droni rappresentano un segmento molto interessante, con prodotti facili da trasportare ma che non hanno nulla da invidiare a soluzioni più grandi e più costose.