NVIDIA SHIELD TV: GeForce Now, GameStream e uPlay alla prova

La console di NVIDIA alla prova come console da gioco, dallo streaming di GeForce Now e GameStream fino ai titoli Android.

speciale NVIDIA SHIELD TV: GeForce Now, GameStream e uPlay alla prova
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

L'hardware da gioco come lo conosciamo oggi potrebbe essere molto diverso in futuro. I servizi cloud, dopo aver cambiato il web, potrebbero un domani essere sfruttati per il gaming, liberando di fatto gli utenti dall'acquisto di costoso hardware dedicato. Il funzionamento di un sistema di questo tipo è molto semplice, almeno a livello teorico. Un server renderizza un gioco in tempo reale e invia un video in streaming all'utente finale, che può giocare senza bisogno di avere un'elevata potenza computazionale a disposizione. Basta un comune hardware in grado di gestire flussi video in Full HD o meglio in 4K e il gioco e fatto. Se in futuro lo streaming prenderà il sopravvento sul gaming in locale, la rivoluzione sarà enorme. Dispositivi come smartphone e tablet potranno gestire titoli oggi disponibili solo per PC e console, il tutto mantenendo un ingombro e un peso ridotto. Basterà installare una semplice app e qualsiasi cosa abbia un display si trasformerà in un dispositivo da gioco. Non sappiamo se il futuro sarà questo o se si punterà ancora su hardware dedicato al gaming, la cosa certa è che le tecnologie descritte poco sopra sono già disponibili, come dimostrato da NVIDIA con la sua SHIELD TV, che al suo interno propone diversi servizi dedicati al gioco, alcuni sul cloud e altri in locale.

Nuova interfaccia

Prima di parlare del gaming su NVIDIA SHIELD TV, diamo uno sguardo alle novità presenti nell'ultima versione dell'OS della console, di cui potete leggere la recensione qui. La casa di Santa Clara ha ripensato in diversi punti la componente software dedicata al gaming, introducendo piccole ma importanti novità. Nelle prossime settimane l'aggiornamento arriverà anche sul precedente modello, per cui tutti gli utenti SHIELD TV potranno usufruirne. La novità più importante è rappresentata da NVIDIA Games, un vero e proprio hub dedicato al gaming. Nella versione precedente del software i titoli Android, GeForce Now e GameStream erano separati, con il risultato che bisognava passare da un'app all'altra in base al titolo da giocare. Ora non è più così, trasformando NVIDIA Games nel cuore dell'esperienza gaming della SHIELD TV. Altra facilitazione concessa agli utenti riguarda la schermata home di Android TV, che non solo fornisce dei suggerimenti sulle novità disponibili su GeForce Now, insieme ai contenuti di YouTube e dei servizi di streaming, ma crea delle shortcut ai giochi utilizzati sulla console. Questo significa che i titoli giocati di recente sono avviabili direttamente dalla home, nel pannello "Giochi", lo stesso che da accesso a NVIDIA Games e a Steam. Si, perché la SHIELD TV, una volta connessa alla rete domestica e al proprio PC, attraverso una procedura davvero semplicissima permette di utilizzare in streaming tutta la propria libreria di Steam, in modalità Big Picture, proprio come farebbe uno Steam Link.
Di questo ne parleremo dopo comunque, tornando invece all'interfaccia di NVIDIA Games, nella parte sinistra troviamo dei pannelli che suddividono i titoli disponibili tra quelli Android, GeForce Now e GameStream, tutti opportunamente divisi per categoria. L'app fornisce anche dei suggerimenti basati sul genere e su aree tematiche. Ad esempio, nella sezione "Be the Bat" troviamo tutti i titoli dedicati a Batman, un po' come accade con i suggerimenti contestuali di Netflix. Scorrendo verso il basso il menù si possono selezionare i giochi per genere oppure per tipologia, in base alla piattaforma su cui girano. Dalle impostazioni si possono vedere i dettagli del proprio account e della propria sottoscrizione ai servizi offerti da NVIDIA, come anche configurare la qualità dello streaming di GeForce Now e GameStream, anche se conviene lasciare al sistema la scelta, ottimizzando così al massimo le prestazioni.

Gaming Android

Nel descrivere la vasta offerta gaming disponibile su SHIELD TV partiamo dalla sua incarnazione più semplice, ovvero i titoli Android. Attenzione però perché i giochi Android sono la chiave per raggiungere l'utenza mainstream, che nella SHIELD cerca un ottimo media player ma che vuole farsi una partita di tanto in tanto. In questo caso, l'offerta è quanto mai variegata e comprende titoli casual ma anche giochi piuttosto impegnativi. Da un lato abbiamo i titoli disponibili normalmente su Android TV, sia free che a pagamento, dall'altro una serie di esclusive che comprendono alcuni grandi classici del recente passato. Tra i giochi Android TV troviamo Asphalt 8, Crossy Road (utilizzabile anche con lo SHIELD Remote), Real Racing 3, Real Boxing, Dead Trigger 2 e Does Not Commute, ma ce ne sono molti altri. Considerati i 256 CUDA Core disponibili nel chip Tegra X1 le prestazioni non potevano che essere ottime con i titoli mobile, sempre fluidi e con una resa eccellente sul grande schermo, del resto tutte queste app sono ottimizzate per l'utilizzo sul televisore. Passando alle app a pagamento il livello qualitativo sale molto, con la disponibilità di esclusive dedicate alla SHIELD TV, come Half Life 2: Episodio 1 e 2, Metal Gear Rising: Revengeance, Borderlands 2, Doom 3, Portal e Resident Evil 5. Tutti questi titoli girano in modo nativo sul chip Tegra X1, con una qualità grafica più che discreta per un chip che integra CPU e GPU. Nonostante il numero esiguo di esclusive, NVIDIA finora non ha mai abbandonato questo tipo contenuti, per cui altre sorprese potrebbero arrivare anche in futuro. Decisamente vasto il catalogo di titoli Android TV a pagamento, che può contare su chicche che faranno piacere ai giocatori di vecchia data, come diversi giochi della serie Final Fantasy, ma anche alcuni capitoli di Grand Theft Auto, Valiant Hearts, This War of Mine e buona parte dell'offerta Telltale Games, con The Walking Dead, The Wolf Among Us e Game of Thrones, giusto per fare qualche esempio. Anche senza un PC o senza un abbonamento a GeForce Now dunque l'offerta è molto varia, più semplice rispetto a quella potenzialmente disponibile ma ampiamente in grado di fare felici sia i casual gamer, sia chi cerca qualche cosa di più impegnativo di un classico titolo Android.

GameStream

Passiamo ora a una delle funzioni che abbiamo apprezzato di più della SHIELD TV, ovvero GameStream. Molto spesso il PC è lontano dal salotto e piazzarne uno nella stanza principale della casa crea problemi, anche solo per i cavi necessari ad utilizzarlo. Vero che oggi esistono soluzioni di dimensioni molto contenute, ma non tutti possono permettersi un secondo PC da gioco da mettere in salotto. In questo caso, GameStream diventa la soluzione più immediata al problema. Il suo funzionamento è molto semplice: basta connettere la SHIELD TV alla stessa rete del PC, entrare nell'app NVIDIA Games e avviare la procedura di accoppiamento automatica, che si conclude digitando un PIN segnalato dalla SHIELD sul PC che si vuole collegare. A questo punto si è subito pronti a partire e in pochi istanti nell'app NVIDIA Games compaiono tutti i giochi installati sul PC, indipendentemente dallo store dal quale sono stati acquistati (Steam, Origin, uPlay, etc.). In alternativa è possibile anche avviare Steam in modalità Big Picture, un modo per sfruttare al meglio lo store di Valve. Il sistema prevede diversi livelli qualitativi per il flusso video, fino al 4K a 60 fps. La qualità del proprio apparato di rete diventa quindi fondamentale, almeno in modalità wireless, mentre con il cavo non ci sono problemi di sorta, a patto che tutta la catena dati sia wired (dal PC al router e dal router alla SHIELD). Nel nostro caso, abbiamo provato il servizio sia attraverso il Wi-Fi fino al Full HD a 60 fps, per poi passare al cavo con il 4K. Come router abbiamo utilizzato un Netgear X4S, in coppia con un TV Sony KD55XD8505 a cui abbiamo collegato la console NVIDIA. Fino al Full HD a 60 fps il settings ha funzionato a dovere, mostrando una qualità grafica eccellente ma non perfetta. Il problema in questo caso è rappresentato dalla compressione video, che in alcuni frangenti particolari si fa sentire. Ad esempio, in The Witcher 3: Wild Hunt, in presenza di molti alberi e fogliame, il livello di dettaglio cala, impastando leggermente l'immagine. Molto dipende dal titolo utilizzato, dalle interferenze e dalla qualità della connessione senza fili, ad ogni modo siamo riusciti a giocare a tutti i titoli senza troppe rinunce dal punto di vista della qualità video. Passando al cavo la situazione è migliorata molto e i difetti nella compressione sono praticamente scomparsi.

Salendo al 4K abbiamo deciso di abbandonare definitivamente il Wi-Fi, cercando la massima qualità possibile. In questo caso, l'aumento di risoluzione fa davvero la differenza e l'esperienza visiva sullo schermo diventa paragonabile a quella osservabile direttamente sul display del PC. Un ottimo risultato, soprattutto se paragonato alle prime prove che avevamo effettuato sul servizio, quando è stato lanciato da NVIDIA. In 4K GameStream funziona dunque in modo impeccabile, rendendo inutile la presenza di un PC dedicato al gaming in salotto, almeno per la maggior parte degli utenti. Da sottolineare che tutti i titoli in streaming dal PC arrivano alla SHIELD con un ottimo audio 5.1, che viene subito riconosciuto dal sintoamplificatore. Se avete un impianto A/V dunque potrete sfruttarlo appieno anche nel gaming.

GeForce Now e uPlay

Ultima parte dell'offerta gaming della SHIELD è rappresentata da GeForce Now, il servizio di cloud gaming di NVIDIA. Al costo di 9.90€ al mese gli abbonati possono accedere a una libreria di circa 50 titoli sempre disponibili, renderizzati sui server NVIDIA e poi inviati alla SHIELD per essere giocati. Il target potenziale del servizio, almeno per ora, non sono certo gli hardcore gamer, visto che l'offerta, per quanto varia, non comprende titoli recentissimi. Anche qui troviamo contenuti free e compresi nella sottoscrizione oppure a pagamento. Tra quelli più interessanti compresi nel prezzo segnaliamo tutta la serie Batman, da Arkham Asylum ad Arkham Origins, Brutal Legend, Dead Rising 2, Saint Row 3, Street Fighter X Tekken e Brothers - A Tale of Two Sons, ma ce ne sono tanti altri che saranno certamente apprezzati sia dal giocatore casual che da quello più appassionato (l'elenco completo è disponibile qui). Accanto a questi troviamo una serie di titoli a pagamento, che una volta acquistati su GeForce Now possono essere giocati direttamente sulla SHIELD oppure scaricati anche dalle piattaforme tradizionali, come Steam o GOG, per essere sfruttati su PC. Ultimo arrivo nella lineup GeForce Now è No Man's Sky, il controverso gioco di Hello Games, ma nell'elenco figurano altri titoli interessanti, come SOMA, Abzu o Grim Fandango Remastered.
Requisito fondamentale per sfruttare il servizio è la presenza di una linea internet di buona qualità: il minimo indispensabile è una 10 Mbit, mentre per lo streaming in 720p a 60 fps serve una linea da 20 Mbit; il 1080p a 60 fps è garantito solo dai 50 Mbit in su. Allo stato attuale questo è un grosso limite in Italia, ma va detto che la fibra raggiunge ormai molte città italiane, anche se la situazione al di fuori dei centri urbani non è certo delle migliori. Noi abbiamo testato GeForce Now con una 100 Mega (circa 70 reali) e rispetto alle prime prove fatte con il servizio abbiamo trovato una situazione decisamente migliore, non tanto nella qualità finale quanto nei tempi di avvio, molto più brevi che in passato. Una volta scelto il titolo si è pronti a partire in poco meno di 10 secondi, con una qualità in-game davvero molto buona. Il futuro del servizio è in 4K, risoluzione che permette di abbattere le differenze tra gaming locale e cloud, ma già in 1080p e con una buona connessione si riesce a giocare bene su GeForce Now, con un livello di dettaglio elevato e un'ottima fluidità. Il lag non è percepibile, anche se in multiplayer i tempi di risposta potrebbero farsi sentire, ma utilizzando il cavo per connettere la SHIELD ad internet il problema scompare del tutto. Molto interessante è l'annuncio fatto da NVIDIA che riguarda uPlay, che potrà essere integrato in GeForce Now nei prossimi mesi. Grazie a NVIDIA abbiamo potuto provare il servizio in anteprima, anche se in fase alpha, per cui non definitivo. Associando il proprio account uPlay a GeForce Now, il client viene integrato direttamente all'interno dell'app NVIDIA Games. In questo modo si possono utilizzare i server di GeForce Now per far funzionare i titoli dello store Ubisoft, senza il bisogno di un PC, sfruttando semplicemente la potenza messa a disposizione dai server di NVIDIA.

Abbiamo potuto provare solo due giochi, Tom Clancy The Division e Far Cry Primal, entrambi in 1080p a 60 fps (ma in futuro sarà disponibile anche lo streaming in 4K). Il primo è stato riprodotto in maniera impeccabile, con un Full HD molto fluido e un livello di dettaglio alto. Nel secondo invece abbiamo ravvisato qualche problema, dovuto al più grande nemico di GeForce Now: la vegetazione. Anche con il cavo, la parte iniziale del gioco, ambientata in una radura, ha messo un po' in crisi la compressione video, con l'erba che caratterizzava la scena che messo in mostra artefatti dovuti alla compressione video, che hanno un po' sporcato l'immagine. Problemi di gioventù probabilmente, risolvibili utilizzando lo streaming in 4K, purtroppo non ancora disponibile allo stato attuale dello sviluppo.

NVIDIA SHIELD Android TV La SHIELD TV offre molte possibilità agli utenti in ambito gaming, cercando di accontentare sia i giocatori più casual che quelli più appassionati. L’elemento che colpisce di più è certamente la varietà dell’offerta: dai titoli Android TV fino a quelli esclusivi per la SHIELD, passando per GeForce Now, la lineup comprende oggi molti giochi, che potranno assicurare ore di divertimento. Fare paragoni con le console tradizionali ha poco senso, perché la SHILED non è solo un ottimo media player con spiccate capacità ludiche, ma è anche il perfetto compagno di un gaming PC, almeno per chi desidera giocare in salotto senza doversi dotare di hardware dedicato. Le possibilità offerte sono molte, per cui tutto dipende dall’utente che la utilizza. Nel nostro caso, abbiamo sfruttato molto la SHIELD per le sue capacità in ambito audio-video e per GameStream, altri però potrebbero essere attratti dall’offerta di giochi casual, altri ancora da GeForce Now. Insomma, la forza della SHIELD sta nell’offerta aggregata: sommando tutte le cose che è in grado di fare, in aumento anche nel prossimo futuro, non si può che rimanere positivamente colpiti dalla piccola console di NVIDIA. La partnership con uPlay poi potrebbe aprire la strada a un processo di rinnovamento marcato del settore, che arriverà solo se anche gli altri store più famosi, Steam in primis, inizieranno a sfruttare l’hardware dei server NVIDIA per far funzionare i giochi. Se ciò avverrà potrebbe essere l’inizio della fine per l’hardware da gioco tradizionale. Impossibile dire oggi se questo scenario diventerà reale, ma resta il fatto che l’offerta ludica della SHIELD è già oggi piuttosto corposa, a patto che abbiate una connessione a internet e una rete domestica di ottima qualità