Samsung Galaxy Note 7 FE: il ritorno del phablet esplosivo

Samsung Galaxy Note 7 ritornerà sul mercato il prossimo mese in un'edizione speciale rivista e corretta rispetto a quella uscita lo scorso anno.

speciale Samsung Galaxy Note 7 FE: il ritorno del phablet esplosivo
Articolo a cura di

Vi ricordate del Samsung Galaxy Note 7? Annunciato il 2 agosto 2016, il phablet in questione è stato successivamente commercializzato a partire dal 19 agosto dello stesso anno. L'hype dei fan di Samsung e, più in generale, di tutti gli amanti del mondo Android era, come di consueto, alle stelle, accompagnato dal solito "marketing di qualità" a cui ci ha abituato la società sudcoreana. Nonostante questo, qualcosa nella filiera produttiva del Note 7 andò irrimediabilmente storto e, già a partire dal 31 agosto 2016, Samsung era all'opera per effettuare "ulteriori test relativi alla qualità del dispositivo", in seguito alle preoccupanti segnalazioni di alcuni utenti che descrivevano batterie letteralmente "esplose" mentre il phablet era in carica. Da lì in poi successe il finimondo. Jeep a fuoco a causa dell'esplosione del Note 7, notizie non molto rassicuranti arrivate della stessa Samsung, ben 26 feriti "ufficializzati" dalla US Consumer Product Safety Commission e molte altre situazioni analoghe. La situazione era talmente "problematica" da costringere la società sudcoreana ad un "richiamo" in massa di milioni di dispositivi. Insomma, un vero e proprio disastro.

Samsung non molla, Note 7 ritorna con la Fandom Edition

Nonostante questo, Samsung è pronta a tornare, almeno per quanto riguarda il mercato coreano, con una nuova "iterazione" del tanto criticato Note 7: la Fandom Edition. In particolare, l'acronimo "FE" dovrebbe sostituire il precedente "7", segno che Samsung voglia "discostarsi" il più possibile dallo sfortunato phablet. Il nuovo Galaxy Note FE, stando alle ultime indiscrezioni, dovrebbe essere praticamente uguale in tutto e per tutto al suo predecessore, salvo per quanto riguarda il nome e alcuni piccoli cambiamenti marginali. In primis, il focus non poteva che essere posto sul problema più grave del Note 7: la batteria. In questo ambito, Samsung avrebbe ridotto la capienza da 3500 a 3200mAh e lavorato duramente perché i vecchi "inconvenienti" non si ripetano mai più. Oltre a questo, l'unica altra "novità" sarebbe l'aggiunta di un apposito pulsante per avviare l'assistente vocale proprietario della società sudcoreana: Bixby. Il tutto avviene in maniera molto simile a quanto già visto con Galaxy S8 ed S8 Plus.

Le stesse caratteristiche tecniche del "predecessore"

Non cambia nulla, invece, per le restanti caratteristiche tecniche. Sotto la scocca troveremo, dunque, una CPU Exynos 8890, una GPU Mali-T880, un display Super AMOLED QHD da 5.7 pollici, una fotocamera posteriore da 12MP (f/1.7), una fotocamera anteriore da 5MP, 4GB di RAM LPDDR4 e una memoria interna di 64GB (espandibile con microSD). Sul fronte connettività non mancano ovviamente tutti gli standard più diffusi, dal 4G LTE al Wi-Fi b/g/n/ac MIMO, passando per il Bluetooth 4.2 e l'NFC. Le colorazioni disponibili rimangono Silver Titanium, Blue Coral, Gold Platinum e Black Onyx. Per quanto riguarda il prezzo, questo dovrebbe aggirarsi sui 650 dollari, anche se sussiste ancora più di qualche perplessità. Infatti, c'è anche chi sostiene che Galaxy Note FE verrà commercializzato a 520 dollari circa. Staremo a vedere.

Un dispositivo destinato al mercato coreano

Note 7 è pronto ad approdare unicamente nel mercato coreano il prossimo 30 luglio e sembra che difficilmente verrà commercializzato in altri Paesi. Infatti, stando a quanto riportato online da fonti che affermano essere vicine alla società sudcoreana, il "ritorno" sarebbe stato pensato solamente per smaltire le unità giacenti negli stabilimenti di Samsung, cercando di minimizzare l'impatto delle perdite e sull'ambiente. Infatti, Galaxy Note FE dovrebbe essere commercializzato solamente in 450 mila unità con i seguenti numeri di serie: SM-N935K, SM-N935S e SM-935L.

Samsung Galaxy Note 7 Quello del Samsung Galaxy Note 7 è un ritorno che fa più scalpore per le “disavventure” del phablet originale che per l'effettiva novità portata da questa riedizione, denominata Fandom Edition. Infatti, la nuova “iterazione” non cambia praticamente nulla (se non la batteria, con capienza peraltro ridotta, e l'apposito pulsante per l'assistente vocale Bixby). Oltre a questo, molto probabilmente Galaxy Note FE rimarrà confinato nel mercato coreano e commercializzato in sole 450 mila unità. Insomma, un “ritorno” che non è proprio quello che ci saremmo aspettati.