Samsung Galaxy Note FE: specifiche tecniche e conferme sul ritorno del phablet

Anche il Wall Street Journal conferma che in Corea il Note 7 tornerà sul mercato dal prossimo mese, con un prezzo interessante.

speciale Samsung Galaxy Note FE: specifiche tecniche e conferme sul ritorno del phablet
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Anche se i nuovi Galaxy hanno portato gli schermi borderless alla ribalta, osservando oggi il Galaxy Note 7 non si può certo affermare che abbia linee datate o fuori moda. Anzi, il phablet di Samsung si difende ancora bene e se non si fossero presentati i problemi alla batteria che ne causavano l'esplosione probabilmente sarebbe un device molto apprezzato anche a un anno dall'uscita. Nonostante il ritiro dal mercato e le scuse dell'azienda coreana, sono arrivate nelle ultime ore ulteriori conferme sul ritorno del prodotto sul mercato, almeno in corea, dove Samsung potrebbe distribuire il 7 luglio circa 400 mila unità, ricondizionate e riviste, ovviamente esenti dai difetti che ne causavano il surriscaldamento. Quello che prima era solo un rumor è stato confermato nelle ultime ore anche dal Wall Streewt Journal, mentre un benchmark di GFXBench ha messo in mostra le specifiche del prossimo Note 7 FE, di fatto quasi identiche a quelle del suo predecessore esplosivo.

Non cambia nulla, a parte la batteria

Fino a questo momento sono trapelate tre varianti del nuovo Galaxy Note FE, con nomi in codice SM-N935K, SM-N935S e SM-935L. Quella mostrata dal benchmark GFXBench è la SM-N935, caratterizzata da un processore Exynos 8890, un SoC a 14 nm e Octa Core con architettura big.LITTLE, con quattro Core M1 e quattro A53, mentre la GPU è una Mali-T880. Il benchmark mostra un display solo Full HD ma la risoluzione potrebbe essere stata abbassata via software per aumentare il punteggio finale. Difficile infatti che Samsung cambi il pannello Super AMOLED da 5.7" QHD dai modelli che finiranno sul mercato, che speriamo mantengano anche l'HDR, caratteristica presente nel Note 7 standard. Le restanti specifiche mostrano un hardware identico a quello originale, con 64 GB di ROM e 4 GB di RAM; anche il comparto fotografico rimane invariato, riprendendo quello di S7, ancora oggi ottimo, con una cam da 12 Megapixel con apertura f/1.7, PDAF e stabilizzatore d'immagine, oltre a una fotocamera frontale da 5 Megapixel, anche questa con apertura f/1.7. Tutto uguale quindi? Non proprio, perché la batteria dovrebbe scendere a 3200 mAh dai 3500 mAh originali, un sacrificio necessario per mantenere stabile il dispositivo ed evitare nuove esplosioni. Purtroppo il Note 7 Fandom Edition non dovrebbe uscire dal territorio coreano, una scelta dettata dal basso numero di unità disponibili. Per quanto riguarda il prezzo, questo dovrebbe essere di circa 545€, almeno secondo quanto riportato dal Wall Street Journal. Una cifra ribassata rispetto al prezzo originale del prodotto, che avrebbe dovuto arrivare in Italia a 879€, per uno sconto che potrebbe però non bastare a convincere il pubblico coreano a quasi un anno dalla presentazione.