Samsung: la gamma TV 2017 punta tutto sulla tecnologia QLED

La nuova lineup TV Samsung per il 2017 offre un deciso miglioramento rispetto al passato, con luminosità di picco più alta e neri sempre più profondi.

speciale Samsung: la gamma TV 2017 punta tutto sulla tecnologia QLED
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Samsung abbandona il SUHD e abbraccia il QLED. Questa sigla, che somiglia molto graficamente a "OLED", e non è un caso, è stata scelta per identificare la nuova gamma TV LCD 2017. Il guanto di sfida ad LG, rivale coreano che ha puntato tutto sulla tecnologia OLED, è dunque lanciato, con primi riscontri che indicano un buon miglioramento per i nuovi modelli. Attenzione però, perché QLED è una sigla che identificherà solo i TV di fascia alta che vedremo nel 2017, di cui sono stati annunciati le varianti Q7, Q8 e Q9. Molti altri modelli saranno sveltati nel corso del CES di Las Vegas, ma solo questi tre godranno dei miglioramenti tecnologici più importanti, che assottigliano il gap tra pannelli OLED e LCD.

Il modello Flat sorpassa quello curvo

Il top di gamma della serie QLED non è più curvo, come avvenuto lo scorso anno con i TV SUHD, ma piatto, a testimonianza che questo formato è ancora quello da preferire se si vuole la massima qualità di immagine. Il Q9 offre quindi un pannello Flat e parte da una dimensione di 65", per poi salire con modelli ancora più grandi, mentre il Q8 curvo presenta una variante base da 55". Il Q7 invece arriverà sia nella variante piatta che in quella curva, con una diagonale a partire dai 55". I miglioramenti per questi modelli 2017 sono evidenti, almeno a giudicare dalle specifiche tecniche, che sembrano indicare una resa con HDR davvero molto buona. La luminosità massima è stata aumentata, raggiungendo un valore compreso tra i 1500 e i 2000 nits, contro i 1000 di picco dei TV 2016, e lo spazio di colore copre ora il 99% dello standard DCI-P3. Samsung è talmente sicura della bontà della sua tecnologia che al CES ha messo un TV OLED proprio vicino ad uno QLED, per mostrare dal vivo il confronto tra i due. Per aumentare il contrasto e l'intensità dei neri, Samsung ha utilizzato un filtro aggiuntivo sul pannello, che permette di aumentare il campo di visione senza perdita nella fedeltà cromatica. I primi feedback parlano di differenze minime nella resa tra QLED e OLED, ma il CES di Las Vegas non è certo il luogo adatto per testare a fondo la bontà di questi nuovi pannelli.
Molto interessante il lavoro svolto sul design di questi prodotti, che possono essere personalizzati con tre tipi di stand, uno dei quali rende il TV simile a un quadro, oltre che appesi al muro. Tutta la parte posteriore dei TV è in metallo, andando a formare una scocca molto uniforme, quasi priva di connessioni. Queste sono infatti installate in un hub esterno, connesso grazie a un cavo in fibra ottica. Una soluzione elegante e innovativa, che rende il design di questi nuovi TV decisamente riuscito. La disponibilità in Europa è prevista per marzo, anche se i prezzi sono ancora ignoti.