Sky rivoluziona l'On Demand: in arrivo video in HD e nuova interfaccia

Sky annuncia l'arrivo su tutti i decoder del nuovo On Demand in HD e della nuova interfaccia grafica, per un aggiornamento molto atteso dagli abbonati.

speciale Sky rivoluziona l'On Demand: in arrivo video in HD e nuova interfaccia
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Uno novità molto attesa è in arrivo per gli abbonati Sky. La piattaforma satellitare ha finalmente compiuto un passo molto atteso dal pubblico, ovvero il passaggio all'HD dei servizi On Demand. L'upgrade, divenuto praticamente obbligatorio vista la diffusione di televisori Full HD, sarà distribuito attraverso un aggiornamento del decoder, che permetterà finalmente di scaricare film e serie TV in alta definizione. Le novità però non sono finite qui, perché tutta l'interfaccia del servizio On Demand è stata rivista, per adattarla agli standard attuali, almeno per quanto possibile. Vediamo quindi le novità in arrivo per gli abbonati, per un regalo di Natale sicuramente gradito.

Finalmente l'alta definizione

Sky On Demand è un servizio molto comodo messo a disposizione degli abbonati Sky. Creare il proprio palinsesto televisivo del resto non è più cosa per pochi e anche le ricerche di mercato indicano che questo è il futuro della televisione. Sulla piattaforma satellitare però, questa modalità di visione è stata limitata dall'assenza di contenuti in HD, per una qualità generale decisamente inferiore a quella delle trasmissioni in alta definizione standard, disponibili con la visione in diretta. Grazie al prossimo aggiornamento però Sky compie un passo avanti notevole nella qualità video, dando l'opportunità agli utenti di scegliere con quale risoluzione scaricarli. Una volta scelto il contenuto infatti, la nuova interfaccia chiede all'utente se desidera la sua versione SD oppure quella HD, di qualità identica a quella delle trasmissioni tradizionali. Per chi vuole saltare questo passaggio, nelle opzioni è anche possibile impostare una qualità predefinita per i download, utile per evitare di ripetere troppe volte le stesse procedure. Ovviamente, per poter sfruttare il servizio dovrete avere l'opzione HD attiva, che purtroppo Sky fornisce solo in via opzionale e a pagamento.

Ma le novità non sono finite, visto che l'intera interfaccia è stata rivista per essere più competitiva con le altre piattaforme, molto più avanti sotto questo punto di vista. Innanzitutto, l'On Demand sarà d'ora in poi visualizzato a pieno schermo, offrendo informazioni sui contenuti sulla base di quanto visto in precedenza, un po' come accade su Netflix ad esempio. La barra di ricerca diventa inoltre più proattiva, ricercando in automatico non solo il titolo di un film, ma anche il nome di un attore, permettendo così ricerche più accurate nel vasto database di Sky. Dal punto di vista della qualità di visione si tratta di un passo avanti enorme quindi, mentre l'interfaccia rimane un po' indietro rispetto alla concorrenza, ma la vasta base di decoder installati, alcuni con molti anni sulle spalle, non ha permesso di più purtroppo.

Sky TV L’arrivo dell’HD sull’On Demand di Sky è un regalo sicuramente gradito da tutti gli abbonati alla piattaforma satellitare. Questo passo era ormai obbligatorio, visto che la concorrenza offre da tempo una qualità di visione migliore e si è già spinta oltre, con il 4K e l’HDR. Per questi standard bisognerà aspettare il prossimo anno, e certamente non saranno gratuiti, nel frattempo però Sky On Demand diventa finalmente fruibile in HD, connessione permettendo. A questo punto non resta altro che attendere l’arrivo dell’aggiornamento sul decoder, che Sky ha confermato in distribuzione a tutti gli utenti entro la fine dell’anno.