Steve Wozniak e il nuovo materasso “tecnologico”, quando il marketing funziona

Vi ricordate di Steve Wozniak, il “compagno di avventure” di Steve Jobs? Bene, Woz è appena stato assunto dall'azienda di materassi Mattress Firm.

speciale Steve Wozniak e il nuovo materasso “tecnologico”, quando il marketing funziona
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Quella che ci accingiamo a raccontarvi oggi è una vicenda molto singolare risalente a qualche giorno fa e passata un po' in sordina. Tuttavia, riteniamo che vada raccontata in modo che possiate tramandarla di generazione in generazione. Vi ricordate di Steve Wozniak, il "compagno di avventure" di Steve Jobs nei primi anni di Apple e uno dei padri del personal computer? Bene, il buon Wizard of Woz è tornato agli onori della cronaca qualche giorno fa per essere stato assunto dall'azienda di materassi Mattress Firm per sponsorizzare un nuovo prodotto "tecnologico" durante una riunione aziendale.

"Il più importante annuncio tecnologico del 2017", forse

Il motivo di questa assunzione? L'azienda di materassi in questione ritiene che i propri prodotti siano abbastanza "tecnologici" e, quindi, adatti ad essere sponsorizzati con pubblicità simili a quelle di Apple. Potrebbe trattarsi solamente di una burla ma Mattress Firm sembra fare sul serio. Infatti, oltre ad aver assunto veramente Wozniak per presentare un keynote aziendale, l'azienda ha già pubblicato sul suo canale YouTube due spot molto simili a quelli della società di Cupertino e uno di questi riporta addirittura la dicitura "è qui il più importante annuncio tecnologico del 2017". In particolare, in uno spot il materasso in questione fluttua in aria proprio come iPhone e, guarda caso, ha sembianze molto simili, grazie all'inquadratura utilizzata per il video in questione, a quelle del popolare smartphone di casa Apple. Oltretutto, sembra che questa "trovata" di marketing funzioni. Infatti, uno dei due spot ha già raccolto, in pochi giorni e nonostante il generale disinteresse da parte della stampa, centinaia di migliaia di visualizzazioni. La situazione ha sicuramente del grottesco. Ma bando alle ciance, andiamo a vedere più nel dettaglio questo fantasmagorico materasso "tecnologico".

Beautyrest Black Hybrid I

Il prodotto in questione si chiama Beautyrest Black Hybrid I e viene descritto dalla stessa Mattress Firm come "un materasso hi-tech che combina la schiuma di Memory con le molle insacchettate per aiutarti a dormire meglio". Per chi non lo sapesse, la schiuma di Memory (Memory foam) è una schiuma viscoelastica che permette al materasso di modellarsi perfettamente alla curvatura della spina dorsale in un breve lasso di tempo, rendendo più confortevoli le nostre "pennichelle". Invece, le molle insacchettate (che devono essere presenti in un minimo di 300) permettono al materasso di adeguarsi anche al più lieve movimento del corpo. Non siamo recensori di materassi ma non ci sembra si stia parlando di chissà quale rivoluzione tecnologica.

Il portafoglio piange

Tra l'altro, il prodotto in questione è venduto solamente presso i negozi di Mattress Firm ad un prezzo che oscilla tra i 2850 dollari e i 4000 dollari circa (per la sua versione "base"). Ma affrettatevi: è in sconto, altrimenti dovrete sborsare circa 400 dollari in più. Inutile dirvi che le sue varianti "maggiori" arrivano a costare, non scontate, anche 4899 dollari circa. L'obiettivo di Mattress Firm, ovviamente, è quello di far sembrare i propri materassi prodotti dall'alto tasso tecnologico in modo da spingere i potenziali acquirenti a sborsare il più possibile per cercare di accaparrarseli. Non male. Potrebbe trattarsi semplicemente di un pesce d'aprile arrivato con qualche mese di ritardo ma le personalità di spicco coinvolte sembrerebbero spingere in altre direzioni. Tuttavia, come detto in precedenza, non siamo esperti di materassi e non possiamo, dunque, valutarne l'effettiva "qualità". Se non altro, ora potremo raccontare ai nostri figli una delle "trovate" di marketing più singolari di sempre, che per altro ha funzionato alla perfezione, amplificando a dismisura la portata della comunicazione aziendale di Mattress Firm.