Syntrend Creative Park: a Taiwan un viaggio nel paradiso della tecnologia

Abbiamo fatto visita a uno dei più importanti centri commerciali dedicati all'elettronica di Taipei, un luogo imperdibile per chi ama la tecnologia.

speciale Syntrend Creative Park: a Taiwan un viaggio nel paradiso della tecnologia
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

In questi giorni si sta svolgendo a Taipei il Computex, uno dei più importanti eventi al mondo dedicati alla tecnologia. Il fatto che si tenga su questa relativamente piccola isola non deve stupire, visto che qui hanno sede colossi come Foxconn, Pegatron, TSMC, Asus, MSI, Acer, AOC e molti altri. Si può ben capire quindi che il rapporto dei taiwanesi con la tecnologia sia particolarmente forte, in primo luogo per l'impatto occupazionale, ma anche per quanto riguarda la vita privata. L'elettronica non è solamente un mezzo di sostentamento per gli abitanti di questo paese, ma anche e forse soprattutto una passione, che abbiamo potuto verificare dal vivo al Syntrend Creative Park, un mall di 12 piani dedicato quasi interamente all'elettronica di consumo.

Un altro mondo

Perché in Italia Amazon e in generale l'e-commerce è diventato un punto di riferimento per tutti gli appassionati di tecnologia? I prezzi certamente aiutano, ma è anche vero che i negozi fisici, molto spesso, non riescono ad andare incontro alle esigenze degli appassionati. Vuoi per l'espansione enorme subita dal mercato negli ultimi anni, che ha portato migliaia di nuovi prodotti sotto gli occhi dei più attenti al settore, vuoi per l'arrivo di nuove tipologie di device, i negozi nostrani non sono riusciti a mantenere il passo. Facendo un giro per le strade di Taiwan tuttavia ci si imbatte in store di ogni tipo dedicati a questo mondo, dai più piccoli a più grandi, come il Syntrend Creative Park. Inaugurato nel 2015, i suoi 12 piani ospitano davvero di tutto, non solo smartphone, tablet e computer di tutte le marche, ma anche action figures, robot, visori virtuali e chi più ne ha più ne metta. È incredibile constatare come un taiwanese possa uscire una mattina di casa e tornare la sera con l'oggetto del suo desiderio, senza attendere nemmeno un giorno. Certo le spedizioni stanno diventando sempre più veloci anche da noi, ma l'acquisto in negozio ha dei vantaggi irraggiungibili per gli e-commerce, come ad esempio la prova del prodotto e in generale una migliore esperienza d'acquisto. Ciò che stupisce nell'osservare un negozio come questo è innanzitutto la vastità dell'offerta, semplicemente immensa, ma anche la diversità dei prodotti presenti, alcuni dei quali impensabili da vedere qui. Pensiamo ad esempio a Zenbo, il robot da compagnia prodotto da Asus, oppure pepper, altro androide prodotto da SoftBank. Non sono ancora in vendita, ma è già possibile toccarli con mano e provarli, per lo stupore di grandi e piccini.

Come non notare poi due negozi monomarca dedicati esclusivamente ai prodotti da gioco di MSI e ROG. Entrando in questi store si possono ottenere, senza attese, tutti i dispositivi della gamma ROG usciti, oppure un notebook MSI di ultimissima generazione. Tutto questo con una cura al dettaglio maniacale, con postazioni di guida di prova a disposizione dei clienti e tutti i prodotti esposti in modo da valorizzarli al meglio. A proposito di postazioni di gioco, se la VR sta andando a rilento nel mondo, lo stesso non si può dire per Taiwan, visto lo spazio ad essa dedicato. Ovviamente il nome protagonista in questo caso è HTC Vive, che giocando in casa gode di una posizione privilegiata. Anche qui troviamo intere sezioni dedicate al visore, non un semplice punto vendita, ma spazi con attrezzatura già pronta all'uso per essere provata dai clienti, come abbiamo visto finora solo negli eventi di settore. Al Syntrend Creative Park invece le postazioni Vive sono diverse, alcune anche dotate di apposite strutture meccaniche per aumentare il coinvolgimento degli spettatori. Ci sono poi sale Lan e un'intera area attrezzata per il gaming competitivo, per non farsi mancare davvero nulla.

C'è davvero di tutto

Ma Taiwan non è solo gaming, perché in questo mall si può trovare davvero di tutto. Dagli smartphone Oppo, presenti nella struttura sia con un punto vendita che con un centro assistenza, a quelli Sharp, passando per gli LG mai arrivati in Italia, come il V20 o il Wine Smart II, con design a conchiglia, c'è soltanto l'imbarazzo della scelta. Da questi si passa poi a sezioni dedicate ai dispositivi massaggianti. Niente di sconcio, ma delle vere e proprie poltrone da sogno dotate delle migliori tecnologie, che stimolano il relax, che per pochi spiccioli possono essere utilizzate direttamente nel punto vendita. Oppure ancora i depuratori per l'aria, un aspetto molto sentito in una città in cui lo smog costringe molte persone ad utilizzare mascherine anti polveri sottili (se ne vedono di continuo nelle strade). Non manca nemmeno il classico gioco in stile "Acchiappa la talpa", ma senza la talpa: al suo posto molecole di sporco e cattivi odori, per rimanere in tema. Tornando a prodotti più tecnologici, fa davvero specie osservare che l'audio stia pian piano scomparendo dalle nostre catene di elettronica, se non con i prodotti mass market, mentre a Taipei ci sono intere sezione del Syntrend Creative Park dedicate ad esso, con centinaia di modelli di cuffie, sintoamplificatori e prodotti di ogni tipo, anche valvolari, pronti per essere acquistati.

Cambiando completamente settore, questo enorme tempio della tecnologia offre anche action figures a volontà, di ogni tipo e genere, con una spiccata predilezione per Star Wars. Ma anche il mondo Marvel è ben rappresentato, come anche i grandi classici del passato, come Terminator. Insomma, se passate da Taiwan, fateci un salto, non ne rimarrete certo delusi.