Volkswagen Golf 2017: design e motori aggiornati, e arriva anche la guida semi autonoma

La nuova Golf introduce ritocchi estetici ed un sistema di infotainment rinnovato. Debuttano il cruscotto digitale e la guida autonoma nel traffico.

speciale Volkswagen Golf 2017: design e motori aggiornati, e arriva anche la guida semi autonoma
Articolo a cura di

Presentata nel 1974, la Volkswagen Golf è rapidamente divenuta il simbolo della Casa di Wolfsburg. Disegnata da Giugiaro, la prima versione è stata prodotta fino al 1983. Arrivata ora alla settima generazione, nel corso degli anni è stata realizzata in diverse varianti compresa la versione tre volumi e station wagon. Oggi è una delle vetture migliori della sua categoria, con avanzate soluzioni tecniche, compresa la variante spinta dalla trazione elettrica. Arriva ora l'edizione 2017 che si rinnova con interessanti ritocchi estetici, nuovi motori e soluzioni elettroniche di ultima generazione, compresa la guida autonoma nel traffico. Scopriamo, quindi, tutti i segreti della nuova Golf partendo dal suo design.

Nuova Golf restyling 2017

Il restyling 2017 è un aggiornamento di metà carriera della Golf di settima generazione e rappresenta un ponte verso la futura versione che verrà introdotta probabilmente nel 2019. Questo restyling arriverà nelle concessionarie tra febbraio e marzo del prossimo anno nell'allestimento a tre e cinque porte e nelle versioni Variant. Successivamente le novità introdotte in questo aggiornamento debutteranno anche sulla Golf GTI e sulla ibrida plug-in GTE, e a seguire anche sulla e-Golf. I prezzi al momento non sono ancora stati svelati, ma non dovrebbero distanziarsi molto da quelli della versione attuale. Sulla nuova Golf non viene stravolto il design del vecchio modello con pochi ritocchi estetici sia all'anteriore che al posteriore. In particolare cambiano i gruppi ottici con i fari full LED, che sostituiscono quelli allo xeno. Quelli anteriori sono di serie o a richiesta, a seconda degli allestimenti, mentre i proiettori posteriori LED sono sempre compresi nel prezzo su tutte le versioni. Ridisegnati i paraurti con nuove prese d'aria anteriori dal design ben riuscito. Vengono anche introdotte nuove tinte per la carrozzeria e nuovi modelli di cerchi in lega. Ridotte anche le modifiche agli interni con nuove modanature su porte, plancia e console, oltre a diversi rivestimenti per i sedili.

Dotazioni hi-tech di ultima generazione con il debutto della guida autonoma

La strumentazione completamente digitale è una delle maggiori novità della Golf 2017. Disponibile come optional, in alternativa a quella analogica, utilizza un display da 12.3 pollici con risoluzione 1.440 x 540 pixel. Denominato Active Info Display, questo cruscotto digitale è in grado di mostrare le informazioni relative alla navigazione sia in 2D che in 3D, con cinque diversi profili configurabili dall'utente (Classic, Consumi & Autonomia, Efficienza, Prestazioni & Sistemi di assistenza e Navigazione). Aggiornamenti anche per la piattaforma d'infotainment che ora ospita schermi fino a 9,2 pollici con risoluzione 1.280 x 640 pixel della versione top denominata Discover Pro, che elimina anche tasti e manopole dalla console centrale. Si tratta del primo sistema di infotainment su una vettura compatta che prevede, oltre al controllo vocale, anche comandi gestuali. Con un semplice gesto della mano è possibile fare scorrere a sinistra o a destra le voci del menù, cambiare le stazione radio, spostarsi avanti o indietro nelle playlist e altro ancora. Tra le altre dotazioni ricordiamo anche il disco fisso SDD da 10 GB e la ricarica wireless in standard QI per gli smartphone compatibili.
Infine per le Golf equipaggiate con il cambio DSG è previsto ora il Traffic Jam Assist, il sistema di guida semi autonoma in colonna fino alla velocità di 60 km/h.

Nuovi motori attenti ai consumi

La gamma della Volkswagen Golf 2017 prevede interessanti novità anche per quanto riguarda i motori. Debutta il nuovo propulsore TSI 1.5 Evo, un quattro cilindri turbo benzina con una potenza di 150 CV dotato di sistema di gestione attiva dei cilindri (ACT) e di iniezione diretta. Motore che può vantare una coppia massima di 250 Nm ad appena 1.500 giri con consumi NEDC di 4,9 l/100 km.

Volkswagen più avanti lancerà anche la versione BlueMotion con 130 CV, 200 Nm di coppia e funzione di avanzamento per inerzia con motore disattivato. Il TSI si spegne quando il guidatore solleva il piede dall'acceleratore, funzione che consente di ridurre i consumi a fino a 1 l/100 km nelle condizioni di impiego più comuni. Infine aumentano la potenza delle versioni GTI, dieci cavalli in più per il motore base che arriva a 230 CV, 245 nella variante Performance. Volkswagen ha, inoltre, presentato un nuovo un cambio a doppia frizione a 7 rapporti DSG che sostituirà la versione a 6 marce installata sui modelli attuali.

Volkswagen Golf 2017 Volkswagen rinnova la Golf più nella sostanza che nell’estetica. L’edizione 2017 si distingue dalla precedente per limitati ritocchi estetici, mentre importanti novità arrivano nella dotazione tecnologica e nei motori. Decisamente interessante il nuovo cruscotto digitale da 12,3 pollici ed il grande display dell’avanzato sistema di infotainment, fino a 9,2 pollici. Debuttano, inoltre, nuove motorizzazioni attente ai consumi con la versione BlueMotion del turbo benzina TSI 1.5 Evo.