Volkswagen Sedric: le auto del futuro si guidano con voce e telecomando

Il produttore tedesco presenta al Salone di Ginevra un prototipo dotato di guida autonoma di livello 5, che si comanda con la voce e con un telecomando.

speciale Volkswagen Sedric: le auto del futuro si guidano con voce e telecomando
Articolo a cura di

Volkswagen è una delle Case automobilistiche più attive nel campo della guida autonoma. Il produttore tedesco sta pianificando la sua introduzione a partire dal 2025 su vari modelli tra cui la I.D. Concept e la I.D. Buzz. La prima è un'utilitaria elettrica in grado di percorrere da 400 a 600 chilometri; il Buzz è, invece, la versione moderna dell'indimenticabile furgoncino Bulli.
Il Gruppo tedesco ha già introdotto sulle sue vetture vari sistemi di guida assistita basti pensare al Traffic Jam Assist, la piattaforma di guida semi autonoma in colonna fino alla velocità di 60 km/h, presente in optional sulla nuova Golf che vi abbiamo presentato qualche tempo fa. Al Salone di Ginevra 2017, Volkswagen presenta ora Sedric (self-driving car), il primo prototipo di Volkswagen Group senza un riferimento specifico ad un brand e la prima concept del Gruppo tedesco con un livello di automazione SAE livello 5 (il massimo possibile) con la vettura in grado di muoversi liberamente anche senza pilota a bordo. Un'auto senza alcun futuro produttivo diretto, dalle forme davvero originali che sembra arrivare direttamente da un film di fantascienza.

Volkswagen Sedric, design futuristico e abitacolo 2+2 senza volante

Il design della Sedric è ovviamente futuristico con una forma pensata per offrire la massima abitabilità interna per 4 persone. La linea generale ricorda un minivan e si caratterizza per l'assenza di un vero muso, con le porte scorrevoli che arrivano fino al tetto, dotate di ampie superfici vetrate. La zona posteriore è dominata da un Led che corre lungo tutto il lunotto, mentre davanti troviamo un'unica superficie che include il parabrezza (che ospita anche un display OLED dalle generose dimensioni in realtà aumentata) e luci LED matrix. Infine non mancano i vari sensori (laser Lidar, radar e telecamere) per la guida autonoma che sporgono dal tetto, nella parte frontale e posteriore, con le ruote carenate dal look decisamente futuristico dotate di Led, presenti anche sulle portiere. Sedric è stata ideata, progettata e costruita in collaborazione con il Future Center Europe del Gruppo Volkswagen di Potsdam ed il Volkswagen Group Research di Wolfsburg. Occupiamoci ora del design degli interni. Nell'abitacolo sono ovviamente assenti tutti i tradizionali comandi per la guida del veicolo; addio quindi alla plancia con volante, cambio e pedali. A bordo troviamo infatti solamente due divanetti contrapposti da due posti ciascuno. Interni che utilizzano anche vari materiali naturali come il legno di betulla. Infine un dettaglio curioso, tra i sedili posteriori ed il lunotto gli ingegneri di Volkswagen hanno posizionato delle piante a supporto dei filtri a carbone di bambù per la purificazione dell'aria nell'abitacolo.

Guida autonoma, basta la voce e un telecomando con un solo pulsante

Sedric è un veicolo a guida completamente autonoma, SAE livello 5. Un mezzo in grado di muoversi autonomamente anche senza persone a bordo gestito, quindi, al 100% dall'elettronica interna. Secondo i piani degli ingegneri di Volkswagen, sarà necessario solo un piccolo telecomando (con funzione di chiave digitale) dotato di un unico pulsante, per richiamare il mezzo. Basterà premere questo pulsante e Sedric arriverà dove ci troviamo. Inoltre questo telecomando fornirà indicazioni, tramite un anello di luce, che indicheranno il tempo di attesa con le portiere che saranno inoltre in grado di riconoscere l'utente. In definitiva si tratta di una sorta di taxi senza pilota, comandabile anche tramite app per smartphone ed input vocali. Sarà infatti possibile interagire con il mezzo attraverso la voce, come in una normale conversazione umana.
Le auto Sedric sono state, quindi, pensate per operare all'interno di una flotta, un servizio di trasporto condiviso funzionante a livello globale. Secondo i piani di Volkswagen basterà infatti un click sul telecomando per far arrivare una Sedric in qualsiasi località ci troviamo. Quest'auto potrà comunque anche essere acquistata dall'utente ed utilizzata per spostamenti urbani o per gite fuori città. Infine alcune informazioni tecniche su questo prototipo, basato sulla piattaforma Meb, alimentato a batterie (dall'autonomia ancora non nota) alloggiate tra gli assi e con il compatto motore elettrico posizionato al livello delle ruote. Tutta la meccanica è stata sviluppata per lasciare spazio all'abitacolo con i vari sistemi, come aria condizionata e l'elettronica del sistema di guida autonoma, posizionati alle estremità della parte anteriore e posteriore.

Volkswagen Come si evolveranno le automobili nei prossimi anni? Volkswagen ha provato a dare la sua risposta presentando la concept car Sedric. Una vettura lontana dalla produzione di serie che sembra arrivare direttamente da un film di fantascienza visto il suo particolare design. Un prototipo in grado di muoversi in modo completamente autonomo, senza quindi richiedere un pilota a bordo. Un mezzo capace di ospitare comodamente quattro persone e che potrà funzionare come una sorta di taxi 2.0, ma in grado anche di sostituire una vettura di proprietà. Sedric lascerà i bambini a scuola per poi portare i loro genitori in ufficio, sarà in grado di cercare in modo indipendente un parcheggio e infine anche di ricevere delle consegne di pacchi nel caso il proprietario non sia disponibile. “Il futuro della mobilità è vibrante, colorato, affascinante. Con Sedric guardiamo avanti: lo studio dimostra come potrebbe funzionare un nuovo sistema integrato di mobilità. Presto, sarà normale veder circolare sulle strade dei veicoli senza comandi” , ha dichiarato il Ceo di Volkswagen Matthias Müller.