Windows 10, ecco tutte le novità presentate alla Build 2017

All'evento Build 2017 Microsoft ha presentato tutte le novità che vedremo nel prossimo update di Windows, ecco le principali.

speciale Windows 10, ecco tutte le novità presentate alla Build 2017
Articolo a cura di
Andrea Zanettin Andrea Zanettin segue da sempre con passione tutto ciò che riguarda la tecnologia: qualsiasi cosa abbia un chip stuzzica la sua curiosità. Sviluppa anche applicazioni per vari sistemi operativi (sia su ambiente desktop che mobile). Potete seguirlo su Twitter, Instagram, Facebook e Google+.

Build, evento annuale organizzato da Microsoft pensato principalmente per gli sviluppatori Windows, ha sempre portato con sé gustosi annunci per gli utenti e i fan della società di Redmond. L'edizione 2017, tenutasi dal 10 al 12 maggio scorsi nella splendida cornice del Washington State Convention Center di Seattle, non è stata da meno e le novità presentate sono risultate alquanto interessanti. In particolare, durante la seconda giornata dell'evento, numerosi dirigenti Microsoft (tra cui Terry Myerson e Joe Belfiore) si sono alternati sul palco per rivelare moltissime nuove funzionalità che verranno introdotte nel prossimo anno all'interno di Windows, a partire dalla maggiore integrazione con i dispositivi mobili passando per i nuovi prodotti nel campo della realtà virtuale. Ma bando alle ciance, andiamo ad analizzare nel dettaglio le principali novità presentate!

Windows 10 Fall Creators Update

L'annuncio principale è sicuramente quello relativo al prossimo corposo aggiornamento di Windows 10: il Fall Creators Update. Quest'ultimo è già disponibile per gli utenti Windows Insider (come annunciato da Microsoft con un tweet) ma dovrebbe essere rilasciato "per tutti" a partire dal prossimo autunno (probabilmente già a settembre). Il nome risulterà sicuramente familiare a chi utilizza già da qualche tempo il nuovo sistema operativo di casa Microsoft ma, tuttavia, il Fall Creators Update si concentra ancora di più sulla portabilità e sulle cosiddette esperienze cross-device, mirando a portare Windows 10 ovunque l'utente vada. "Windows ama tutti i vostri dispositivi", questo lo slogan utilizzato da Joe Belfiore in merito.

Microsoft punta ad iOS e Android

Infatti, dopo il fallimento di Windows Phone, Microsoft ha deciso di puntare seriamente ad iOS e Android, rendendo più semplice lo sviluppo di app per questi sistemi operativi tramite Windows ed effettuando delle integrazioni sempre più profonde con questi dispositivi. In particolare, Microsoft ha mostrato come sarà possibile passare agilmente dalla lettura di un articolo, ad esempio, dal proprio MacBook al proprio iPhone, tramite una semplice notifica inviata da Cortana, che rileverà automaticamente cosa stavamo leggendo e ci proporrà di continuare a farlo con il nostro smartphone.
Oltre a questo, la società di Redmond ha pensato bene di creare anche una timeline contenente tutte le attività in corso di svolgimento (come la visione di un film o la realizzazione di un documento PowerPoint) in modo da avere un controllo a 360 gradi sul nostro dinamismo in ambito lavorativo e non.
Gradito anche il ritorno della funzione "Files On-Demand" che era stata abbandonata dopo Windows 8. Questa consente la visualizzazione dei nostri file salvati in cloud tramite OneDrive direttamente da Esplora Risorse anche se questi ultimi non sono fisicamente presenti sul nostro PC.

Windows Ink, ora il pennino può essere utilizzato praticamente ovunque

La penna (stilo) è oramai diventata una caratteristica distintiva per uno dei prodotti di punta di Microsoft: il Surface. Infatti, molti utenti utilizzano costantemente quest'ultima per svolgere svariati tipi di attività. Ecco, allora, che la società di Redmond ha lavorato duramente per eliminare qualsiasi tipo di "limitazione" legata all'utilizzo del pennino e alla relativa piattaforma Windows Ink. In particolare, ora gli utenti saranno in grado di utilizzare quest'ultima per interagire con praticamente tutte le funzionalità disponibili in Windows 10 ed è stata realizzata un'apposita funzione che consente di scrivere appunti e note sui PDF direttamente dal browser Edge. Inoltre, ora le caselle di testo si ridimensioneranno automaticamente per permettere agevolmente la scrittura tramite pennino. Se amate la penna (stilo), dunque, Microsoft sta facendo in modo che non dobbiate mai appoggiarla. Niente male.

Windows Store si arricchisce di alcune distro Linux, iTunes e Spotify

La società di Redmond deve assolutamente correre ai ripari per rendere competitivo il suo Windows Store. Sono stati, dunque, stretti degli accordi per portare iTunes e Spotify sul proprio store digitale.
La notizia più rilevante, però, è l'arrivo di alcune distro Linux (Ubuntu, Fedora e SUSE) sotto forma di "app" scaricabili direttamente dal Windows Store. Ovviamente, queste non verranno installate nativamente ma bensì tramite virtualizzazione.
Siamo, dunque, dinanzi ad una nuova apertura da parte di Microsoft verso il mondo Linux e, più in generale, quello dell'open-source, dopo l'introduzione della bash di Ubuntu in Windows 10 e l'unione alla Linux Foundation.

Fluent Design: ecco l'innovazione dell'interfaccia Metro

Microsoft sta chiaramente cercando di discostarsi sempre di più dalla tanto bistratta interfaccia Metro. Infatti, durante il Build 2017, è stato introdotto il concetto di Fluent Design (che i rumor descrivevano come Project NEON), l'evoluzione dell'attuale interfaccia di Windows che si focalizza maggiormente su layer dinamici, texture gradevoli alla vista e animazioni più avanzate e dettagliate.

Oltre a questo, non mancheranno nuovi effetti di profondità, trasparenza e sfocatura. Inoltre, stando a quanto dichiarato da Joe Belfiore, Fluent Design dovrebbe eliminare agli sviluppatori il vincolo relativo all'utilizzo dei rettangoli statici presenti nell'interfaccia Metro. Nonostante questo, però, il cambio di stile non sarà assolutamente radicale e il design attuale non verrà snaturato completamente.

Story Remix è l'app che crea istantaneamente le tue "storie"

Il nuovo Fall Creators Update introduce anche una nuova applicazione, denominata Story Remix, pensata per semplificare l'editing dei video ai neofiti. Infatti, l'app in questione è in grado di creare delle "video-storie" in modo istantaneo utilizzando i contenuti multimediali presenti nei nostri dispositivi. In particolare, Microsoft afferma che un utente, anche non molto esperto, può realizzare un video di qualità "professionale" con pochi minuti di lavoro. Infatti, si potranno modificare liberamente i propri contenuti (ad esempio tramite le avanzate funzionalità 3D supportate) oppure lasciare che Story Remix faccia quasi tutto da solo creando video "memorabili quanto le storie che rappresentano", sempre se il tutto si rivelerà come descritto dalla società di Redmond. Il trend delle "storie", dunque, prosegue anche in casa Microsoft.

Appunti universali, ecco il "Pick up where You left"

Inseguendo la strada già percorsa da Apple, Microsoft annuncia l'introduzione degli "appunti universali" in Windows 10 con la funzionalità denominata "Pick up where You left". A partire da questo aggiornamento, dunque, gli "appunti" verranno salvati direttamente in cloud e sarà possibile copiare contenuti, ad esempio, da una qualsiasi applicazione aperta sul proprio PC e "incollarli" sul nostro smartphone. Questa funzionalità è integrata nella suite di Microsoft Office.


Realtà virtuale: ecco i nuovi motion controller di Microsoft

Durante la conferenza tenutasi al Build 2017, la società di Redmond ha anche annunciato una nuova gamma di motion controller (per certi versi simili alle controparti per Oculus e HTC Vive) da utilizzare con il nuovo headset Acer Windows Mixed Reality VR. Questi controller, circondati da numerosi LED, verranno "tracciati" dagli appositi sensori del suddetto headset, senza, dunque, utilizzare periferiche esterne. Le prime spedizioni sono previste per la prossima estate e i controller verranno venduti in bundle con il visore di Acer ad un prezzo di 399 dollari.