100 milioni di licenze vendute per Windows 8

di

Tami Reller, Chief Marketing Officer e Chief Financial Office di Microsoft ha comunicato ufficialmente il superamento delle 100 milioni di licenze vendute del sistema operativo Windows 8 nei primi sei mesi dal lancio, avvenuto il 26 ottobre dello scorso anno. Contro molte aspettative, e nonostante la forte crisi del mercato pc e la scarsa disponibilità nei negozi di prodotti con display touch, Windows 8 ha mostrato le stesse performance del suo predecessore: 40 milioni delle copie vendute dal mese di gennaio sono dovute principalmente all’acquisto di nuovi PC, in quanto il periodo promozionale è scaduto alla fine del mese di febbraio. Tami Reller sottolinea come le 100 milioni di licenze includono sia le copie vendute insieme ai nuovi prodotti, sia gli upgrade da Windows 7; nonostante i dispositivi certificati Windows 8 e Windows RT sia superiore alle 2.400 unità, la società di Redmond è fermamente convinta sul fatto che bisogna migliorare l’offerta delle soluzioni touch, cosa che avverrà all’inizio dell’autunno.

Nonostante le numerose critiche ricevute, e il consiglio, da più parti, di unire le due versioni del sistema operativo, Microsoft è intenzionata a continuare i suoi investimenti su Windows RT, senza quindi abbandonare la piattaforma ARM, ma mantenendo gli accordi in essere con Nvidia e Qualcomm. Il dirigente ha poi parlato delle app presenti sul Windows Store, rivelando che il numero è aumentato di sei volte dal lancio, superando iOS nel suo primo anno.