A quanto pare la NASA ha buttato 80 milioni di dollari in tute obsolete

di
Sembra che la NASA, quando un paio di anni fa ha iniziato a pensare a nuove missioni per riportare l'uomo sulla luna, abbia anche preso in considerazione lo sviluppo di tute spaziali ottimizzate per lo scopo. La produzione fu affidata a dei privati, peccato che quando Obama cancellò il programma si dimenticarono di sciogliere il contratto.

L'appalto in questione andò nel 2009 alla Oceaneering International, Inc nell'ambito del programma della NASA Constellation. Stiamo parlando di un contratto da ben 148 milioni di dollari.

Purtroppo esattamente un anno dopo il Presidente Obama decise di chiudere il programma per ragioni di bilancio, dando un sonoro ceffone alle ambizioni dell'agenzia spaziale (e del mondo intero) di riportare l'uomo sulla luna. Peccato. Ancora più peccato perché la NASA si dimenticò di rescindere il contratto con la Oceaneering che, ovviamente, andò avanti con la progettazione. Morale? Per l'ispettore della NASA Paul Martin questo scherzetto è costato non meno di 80 milioni di dollari. Il tutto per tute spaziali di cui la NASA non aveva più bisogno.